Notizie in Controluce

Ai Partecipanti Velletri2030,

 Ultime Notizie
  • Tornano gli Educational Del Museumgrandtour Comunita’ Montana Castelli Romani E Prenestini Tornano gli Educational Del Museumgrandtour Dopo il grande successo di partecipazione alle giornate formative dello scorso aprile, il Sistema Museale Territoriale Museumgrandtour propone un...
  • A Rocca di Papa le tariffe sono corrette Rocca di Papa: a Rocca di Papa le tariffe sono corrette La precisazione dell’assessore al bilancio In riferimento ai tanti articoli apparsi in questi giorni sulla stampa, nei quali si...
  • Tari, a Castel Gandolfo correttamente calcolata la tariffa “Nel comune di Castel Gandolfo la Tari è applicata correttamente”. A confermarlo è il Sindaco Milvia Monachesi in riferimento alla questione della quota variabile Tari che in diversi Comuni italiani...
  • Golosaria a Milano Sigilla un altro grande successo Ancora un grande successo per la dodicesima edizione di Golosaria, la rassegna di cultura e gusto che ha chiuso i battenti questo pomeriggio al Mi.Co di Fieramilanocity conquistando i palati...
  • Tari, il Comune di Frascati: «nessun caso di tariffa gonfiata» In riferimento all’articolo apparso di recente sulla stampa locale, relativo alla Tari comunale, in cui si ipotizzava, senza averne alcuna certezza e senza aver fatto le opportune verifiche, l’idea che...
  • Giovani e lavoro: nasce il primo Liceo Biomedico del Lazio Giovani e lavoro: per l’anno scolastico 2018-19 arriva nel Lazio il primo liceo biomedico Nuove opportunità occupazionali per proiettarsi in un futuro più sicuro, sin dalle scuole superiori: l’Open Day...

Ai Partecipanti Velletri2030,

novembre 02
20:59 2017

Sindaci, copiatevi! E’ l’incitazione iniziale del rapporto Ecosistema Urbano 2017 di Legambiente e Ambiente Italia, rilasciato lo scorso 30 ottobre e basato prevalentemente su dati del 2016, che incorona la città di Mantova come regina dell’ambiente:

https://www.legambiente.it/sites/default/files/docs/ecosistema_urbano_2017_dossier.pdf

L’indagine si basa sul confronto di 16 Indicatori, divisi nelle macroaree Aria, Acqua, Rifiuti, Mobilità, Ambiente urbano e Energie rinnovabili. I 16 Indicatori definiti per le macroaree sono rispettivamente: biossido di ozono, polveri sottili, ozono, consumi idrici domestici, dispersione della rete, capacità di depurazione, produzione di rifiuti urbani, raccolta differenziata, raccolta porta a porta, trasporto pubblico lato passeggeri, trasporto pubblico lato offerta, tasso motorizzazione auto, incedentalità stradale, piste ciclabili, isole pedonali, alberi in area urbana, energie rinnovabili sia solare fotovoltaico che termico.  I 16 Indicatori consentono di valutare tanto la qualità delle componenti ambientali, quanto la capacità di risposta e di gestione ambientale delle amministrazioni comunali. Quest’anno è stato inserito per la prima volta un indicatore relativo alla presenza di alberi in area urbana: dato che tutti i comuni sopra i 15mila abitanti sarebbero tenuti a contabilizzare, come previsto dalla legge 10/2013. La media tra i 104 capoluoghi di proncia italiani è di 18 alberi ogni 100 abitanti.

Per ciascuno dei 16 Indicatori, ogni città ottiene un punteggio normalizzato variabile da 0 a 100. Gli indicatori sono normalizzati impiegando funzioni di utilità costruite sulla base di obiettivi di sostenibilità. Per ciascun indicatore è costruita un’apposita scala di riferimento che va da una soglia minima, al di sotto della quale non si ha diritto ad alcun punto, fino a un valore obiettivo che rappresenta la soglia da raggiungere per ottenere il punteggio massimo. L’obiettivo di sostenibilità è basato in alcuni casi su target nazionali o internazionali, in altri è frutto di scelte discrezionali basate su auspicabili obiettivi di miglioramento rispetto alla situazione attuale. Come per il valore obiettivo, anche la soglia minima è stabilita in base a indicazioni normative, confronti internazionali, dati storici italiani e peggiori valori registrati. Il punteggio finale viene assegnato definendo un peso per ciascun indicatore che varia tra 3 e 15 punti, per un totale di 100 punti.

Velletri 2030 ha proposto da tempo una metodologia analoga per la città di Velletri, basata sulla definizione di Temi e di Indicatori, che sta alla base del Documento “Misuriamo la Città – per uno sviluppo urbano sostenibile” preparato in bozza da Velletri 2030 e messo per consultazione pubblica sul proprio sito web. I Temi e gli Indicatori proposti da Velletri 2030 hanno un carattere qualitativo ma sono in numero nettamente superiore a quelli proposti dal rapporto Ecosistema Urbano 2017 e la principale difficoltà incontrata sta nella definizione della scala di riferimento o valore di soglia. Questo perchè la scelta dei Temi e degli Indicatori fatta da Velletri 2030 non è mirata soltanto all’aspetto ambientale, bensì alla qualità della vita e vuole misurare i valori attuali per porre auspicabili obiettivi di miglioramento rispetto alla situazione attuale in una visione di sviluppo sostenibile.

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Archivio

Le Notizie per Data

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930