Notizie in Controluce

Chiara Lubich – A 10 anni dalla morte presentato libro Resurrezione Roma

 Ultime Notizie

Chiara Lubich – A 10 anni dalla morte presentato libro Resurrezione Roma

Chiara Lubich – A 10 anni dalla morte presentato libro Resurrezione Roma
marzo 01
07:38 2018

E’ stato un momento di incontro dove la figura di Chiara Lubich è emersa ancora una volta in tutta la sua capacità di comprendere, accogliere e abbracciare, quello tenuto lo scorso 24 febbraio nella biblioteca comunale di Grottaferrata. Al centro il pensiero di comunione, comunicazione, unità e fratellanza universale della fondatrice del Movimento dei Focolari, fermato nel tempo e reso vivo dalle pagine del libro «Resurrezione di Roma». Un volume edito da Città Nuova per la Collana Studi della Scuola Abbà, espressione culturale pluridisciplinare del Centro studi del Movimento dei Focolari, fondato da Chiara Lubich per l’approfondimento e la riflessione sulla dottrina contenuta nel carisma dell’unità.
L’evento è stato inserito nel contesto di analisi della tematica «Città, Persone e Relazioni: che prospettive per l’oggi?» promosso dall’Associazione dei Nuovi Castelli Romani di concerto con associazione Città per la Fraternità, Movimento dei Focolari e Casa editrice Città Nuova. Patrocinio dei comuni di Grottaferrata, Nemi e Castel Gandolfo oltre al Parco regionale dei Castelli Romani. Nel libro una costellazione di riflessioni e osservazioni fatte dalla Lubich nel 1949, nel suo primo approccio con la città eterna e i suoi lati inaspettati densi di solitudini, di opportunità, sfide ed emarginazioni. Regalate ai lettori da una serie di autori, due dei quali, il sociologo Gennaro Iorio e la docente Anna Maria Rossi, erano presenti in sala. Insieme a Carmelo Pandolfi (professore di Storia della Filosofia Medievale presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum), Pasquale Lubrano (giornalista e scrittore) e Aurora Nicosia (direttrice della rivista Città Nuova).
Ognuno di loro ha espresso un pensiero, ha raccontato un’emozione collegata alla figura di Chiara. Nella loro esperienza ancora viva nel suo nome e in quello che ha voluto trasmettere con la sua opera, apprezzata e condivisa a livello internazionale. Figura carismatica dei nostri tempi Chiara Lubich, è nota per la sua infaticabile azione in favore dell’umanità e della pace, tanto che le sue opere sono state tradotte in più di venti lingue.
E lei era insieme a loro, così come tra il pubblico, talmente numeroso che la sala biblioteca faceva fatica a contenerlo. Era lì, a riscaldare i cuori e illuminare gli occhi, così carichi di affetto per l’Altro. In nome di quell’immagine di “Gesù abbandonato da accogliere e abbracciare nella sua realtà” che la Lubich desiderava ogni membro del suo movimento ritrovasse nel prossimo.
In assoluto silenzio, uno vicino all’altro, ognuno ha ascoltato le sue parole, rese ancora più toccanti dalla lettura di alcuni passi del libro che l’attrice Adonella Monaco ha regalato alla platea. In attesa di reincontrarsi, ancora una volta nel nome di Chiara, alla cerimonia per i 10 anni dalla sua morte prevista al Centro Mariapoli di Castel Gandolfo per sabato 3 marzo prossimo (ore 17/19).
Per ricordare una figura di donna la cui testimonianza di fede non si esaurirà mai. Soprattutto alla luce del processo per la sua beatificazione e canonizzazione, aperto il 27 gennaio del 2015 da monsignor Raffaello Martinelli, vescovo della Diocesi di Frascati, territorio dove il Movimento internazionale dei Focolari ha la sua sede.
«Ho incontrato il Movimento dei Focolari a 22 anni, nel momento più drammatico della mia vita, crisi esistenziali e incapacità di costruire relazioni con gli altri, tutto mi era oscuro. Poi, tramite le parole di un membro del Movimento, la certezza di essere accolto e amato da Dio per come ero. Quindi la conoscenza con Chiara, che mi ha aperto le porte della vita, della luce e della speranza. Senza di lei oggi non sarei qui». Dalle parole di Pasquale Lubrano, la vera essenza del messaggio di Chiara Lubich, nella sua capacità di entrare nel cuore delle persone e, soprattutto, dei giovani.
Tra i rappresentanti delle istituzioni presenti all’incontro il sindaco di Grottaferrata, Luciano Andreotti che ha espresso apprezzamento per iniziative dove al centro c’è l’uomo, nella sua profondità di pensiero e umanità. Poi la città di Nemi, sempre vicina nelle iniziative promosse dalla NCR, che ha visto presente il sindaco Alberto Bertucci mentre Rocca di Papa, anch’essa partecipativa, è stata rappresentata dall’assessore Vincenzo Rossetti. L’associazione Città per la Fraternità si è vista presentare da Paolo De Maina, che ha introdotto l’evento insieme a Enrico Lubrano del Movimento dei Focolari.
Federico Pompili, del direttivo dell’Associazione dei Nuovi Castelli Romani, nel ringraziare i partner dell’evento e i presenti per l’attenzione all’iniziativa promossa per ripercorrere il pensiero e le azioni di Chiara Lubich in occasione del decennale della sua morte, ha espresso apprezzamento per la volontà delle istituzioni patrocinanti, di essere presenti e partecipative agli eventi organizzati dall’Associazione dei Nuovi Castelli Romani, da 15 anni in campo con attività indirizzate al sostegno della famiglia, della salute, della cultura, della scienza così come della Chiesa cattolica su temi specifici. Un ringraziamento particolare al Movimento dei Focolari, con il quale la NCR ha già collaborato con iniziative diverse, per aver ancora una volta riposto fiducia nell’associazione stessa, confidando nelle sue capacità operative nella promozione di un evento così significativo per il Movimento come la presentazione del libro «Resurrezione di Roma». Quindi la conferma della NCR, della sua disponibilità ad essere vicina al Movimento dei Focolari per l’organizzazione di altre iniziative insieme.

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Archivio

Le Notizie per Data

settembre: 2018
L M M G V S D
« Ago    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930