Notizie in Controluce

Cure dentistiche proibitive: soluzioni per non trascurare il tarlo dei denti

 Ultime Notizie

Cure dentistiche proibitive: soluzioni per non trascurare il tarlo dei denti

Cure dentistiche proibitive: soluzioni per non trascurare il tarlo dei denti
settembre 05
11:14 2017

La crisi economica dalla quale stiamo lentamente uscendo ha trasformato le abitudini degli italiani in maniera radicale, spesso costringendo le persone a rinunciare all’assistenza sanitaria, soprattutto per quanto concerne le cure odontoiatriche. Sembrerebbe che, tra i “tagli” effettuati dai cittadini in tempi di crisi, quelli relativi alle cure dentistiche siano in cima alla lista.
Secondo l’indagine “Nuove povertà e bisogni sanitari” svolta da Doxa, negli ultimi mesi, un italiano su due avrebbe rinunciato ad acquistare farmaci per motivi economici, mentre un italiano su quattro avrebbe rinunciato ad andare a visita. Dalla ricerca è emerso anche che il 49% degli italiani è stato costretto a rinunciare alle visite e alle cure odontoiatriche almeno una volta l’anno.
Come fare dunque per evitare di rinunciare alle cure dentistiche in tempo di crisi?

Le soluzioni
Durante la crisi, sono state avviate diverse iniziative a livello regionale per facilitare l’accesso dei cittadini meno abbienti alle cure dentistiche. Una di queste si chiama “carie sospesa”, ideata allo scopo di permettere a chi non può permetterselo di accedere alle cure odontoiatriche base, ad esempio la cura di una carie. L’iniziativa funziona così: ogni paziente può decidere di donare un contributo a propria discrezione, lasciando una “carie pagata” al paziente che, secondo il medico, può esserne il giusto beneficiario.
Un’altra soluzione è costituita dalla richiesta di cure odontoiatriche gratuite. Il Sistema Sanitario nazionale individua i destinatari delle prestazioni odontoiatriche agevolate in base alle fasce di popolazione in condizione di vulnerabilità sociale (Criteri di erogazione delle prestazioni odontoiatriche).
Rivolgendosi al Caf della propria zona, è possibile richiedere l’assistenza odontoiatrica gratuita, purché si soddisfino dei particolari requisiti reddituali. Sarà sufficiente presentare la propria documentazione anagrafica, reddituale ed anche quella relativa al patrimonio immobiliare, con la conseguente compilazione del modello ISEE per attestare la reale situazione economica. Se il cittadino rientra nei parametri stabiliti, avrà il diritto di richiedere le prestazioni odontoiatriche gratuite. Va detto che le esenzioni di questo tipo sono influenzate dalle diverse caratteristiche demografiche e socioeconomiche delle regioni italiane. Pertanto, in materia, si possono riscontrare delle differenze anche importanti da una regione all’altra.
Offrono delle valide alternative anche gli studi odontoiatrici che propongono le prime visite gratuite, o speciali programmi per facilitare l’accesso alle cure odontoiatriche di base a chi non se le può permettere o ai bambini.
Dall’indagine condotta dall’Aic, l’Accademia italiana di conservativa, emerge un dato allarmante: sulla patologia più diffusa al mondo, ovvero quella della carie, con due miliardi e mezzo di persone colpite, gli italiani approcciano ancora oggi con ignoranza, basti pensare che solo tra i bambini si contano circa 1,5 milioni di pazienti. In materia di igiene, lava i denti una volta al giorno il 33% degli italiani, il 25% lo fa quando ha tempo, mentre un adolescente su quattro (sotto i 14 anni) cura i propri denti solo quando viene esortato dai propri genitori.
Fortunatamente, sul fronte delle carie, si intravede un’inversione di trend: dai dati Istat relativi al 2013, solo il 39% degli italiani si era rivolto al dentista almeno una volta all’anno, mentre il 12% degli adolescenti era stato costretto a rinunciarvi. Oggi, i numeri mostrano una situazione diversa: il 56% dei più piccoli e il 52% degli adulti hanno effettuato una visita di controllo nel corso degli ultimi 12 mesi, il 33% degli adulti e il 30% dei bambini si sono sottoposti a controllo almeno due volte nell’ultimo anno e il 10% di tutte le fasce d’età si è recato dal dentista per più di due volte.

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Archivio

Le Notizie per Data

settembre: 2017
L M M G V S D
« Ago    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930