Notizie in Controluce

Don Umberto

 Ultime Notizie
  • La tutela dei diritti umani nelle aree di crisi La tutela dei diritti umani nelle aree di crisi Anche l’associazione “Vivere Impresa No Profit” di Albano Laziale parteciperà al convegno “La tutela dei diritti umani nelle aree di crisi”,...
  • Conclusa la III edizione del festival molisano Conclusa la III edizione del festival molisano diretto da Alice Pasquini. Crescono a grandi numeri l’affluenza dei visitatori e le potenzialità di rilancio turistico ed economico del territorio Un’affluenza di...
  • Cerimonia nell’Aula Magna dell’Università La Sapienza di Roma Roma, 12 giugno 2018 – Saranno uomini della cultura, dello spettacolo, delle istituzioni e della letteratura a ricevere, questa sera, nell’Aula Magna del rettorato della Sapienza Università di Roma, i...
  • CREDERE NEL PROPRIO FUTURO: TENACIA E IMPEGNO PREMIANO…   Un’adolescente piena di sogni e di sorrisi: già da bambina amava volare con la fantasia, s’impegnava seriamente sia sui banchi di scuola – ora liceale del Linguistico Joyce –...
  • VELLETRI – MUSEO “ GIGI e LUCIA MAGNI” Con il sostegno della famiglia Magni – dell’ Associazione Luigi e Lucia Magni – della famiglia De Angelis – dell’ Associazione Nazionale Costumisti e Scenografi – della compagnia del Teatro...
  • Matera, da vergogna a gloria Matera, da vergogna a gloria: la città di pietra diventa un acquerello sulle foto di Federico Scarchilli Nel suo ultimo progetto fotografico Federico Scarchilli trasforma Matera in un’opera a metà...

Don Umberto

febbraio 09
15:08 2010

A Fa’ – ‘ngiornu Zi’ Prete me disse – ma de tutte ‘sse poesie che vai scrivenno
a quillu e a quillatru… ma a mi nun me scrivi gnente…?
A Zi’, vidi, a mi me ve’ l’ispirazione soprattutto pe’ quilli che nun ci stanno più…
Ah va be’, so capito, allora lascia perde… Me ve’ da ride però mo a penza’ a Ziu, a Zi’ Don Umberto,
proprio ‘sti giorni 81 anni sonati…
‘na vita passata a fa’ u prete, u parrocu a Cocciano…
allora erino tempi ‘npo’ difficili, anni sessanta, pe ‘nprete da quee parti…
commatteva co i communisti, come Don Cammillo co’ Peppone!
Me ricordo le funzioni, le messe sotto a quella grotta,
a quella specie de chiesa, sperenno sempre de fanne una nova pe’ Cocciano…
Po’… e po’, direte vui… è ‘rrivato u vescovu novu, dopo Liverzani
e u comincio’ a pia’ de petto…
Alla fine u fece passa’ pe ‘nsacrilegu, ‘nblasfemu,
‘nsomma u spretò, ji levo’ ‘a parrocchia
e issu, poru Ziu, novellu Don Abbondio, se rifuggiò su pe lu Monte!
Ma comme tutti quii giocatori de pallone
che da nmomentu a ‘natru rimanino senza contrattu
e continuino a ‘llenasse per rimane’ nforma,
pure issu, durante tutti st’anni ha cercato de mantene’ a linea…
e nun c’era mortu dentro pe ‘e case,
‘ndo issu nun ‘rrivea co’ tuttu l’armamentariu pe di’ messa…
‘ndo serveva da di ‘nrosariu, a campusantu,’ na messa dai parenti
‘nu spusalizziu de straforu…
ecchite sempre presente Don Umberto!
Utimamente po’, co u vescovu novu è comme rinatu!
Finalmente è tornatu pe’ tutta la Comunità Don Umberto,
quillu de Cocciano, quillu che si u ‘ncuntri
tenghi da piatte ‘ngiornu de ferie pe’ quanto chiacchiera,
quillu co u vocione, quillu strillone,
quillu a cui tutti volemo tanto bene!

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Archivio

Le Notizie per Data

giugno: 2018
L M M G V S D
« Mag    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930