Notizie in Controluce

Gestione idrica: presentata interrogazione parlamentare su Acea e Asl

 Ultime Notizie

Gestione idrica: presentata interrogazione parlamentare su Acea e Asl

ottobre 04
13:34 2017

Estate torrida e un autunno iniziato con poche piogge hanno portato a una situazione idrica senza precedenti, mettendo in difficoltà enti locali e cittadini. Nel frattempo però ad Ariccia, in località Monte Gentile, all’interno di un consorzio privato, avveniva un fatto in controtendenza. A seguito della segnalazione da parte del Consorzio monte Gentile, veniva emessa nel mese di maggio, una diffida da parte del dirigente del dipartimento “Tutela acque e risorse idriche” dalla Città Metropolitana di Roma Capitale, dott.ssa Maria Zagari, che che intimava l’azienda a ripristinare una situazione di legalità in zona Monte Gentile e contemporaneamente sospendeva l’iter autorizzativo del depuratore intercomunale che serviva i comuni di Ardea, Albano Laziale, Ariccia, Genzano di Roma e Nemi. Questo perchè nel centri idrico del consorzio (Monte Tondo) persiste un esubero di acqua che, dalle dichiarazioni del gestore, sembrerebbe potabile ma che viene scaricato in fogna.

Un vero e proprio sperpero, oltre che un potenziale danno ambientale e sanitario vista la poca informazione sulla presenza di arsenico nelle acque dei Castelli Romani da parte anche della ASL.

I bollettini informativi sono infatti rari e spesso incompleti, senza una adeguata periodicità.

Per questo è stata presentata una seconda interrogazione (http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/showText?tipodoc=Sindisp&leg=17&id=1044135) da parte della portavoce in Senato Elena Fattori, proprio a sollecito di un ripristino della decenza nel trattamento delle acque e di una maggiore attenzione e dialogo delle asl coi cittadini.

“Ogni giorno, solo nei comuni dei Castelli Romani, vengono sprecati circa un milione e 300 mila metri cubi di acqua. Una percentuale superiore al 50% dell’acqua immessa in rete che ricade sulle bollette dei cittadini e che richiede uno sforzo di emungimento che provoca abbassamento di falda e potenziale presenza di arsenico” dichiara la Senatrice del Movimento 5 stelle che aggiunge:” Le Asl devono essere l’organo di controllo e prevenzione, ma spesso invece mette la testa sotto la sabbia. Con queste interrogazioni ho voluto chiedere ai ministeri di ambiente e sanità di stimolare il ripristino delle situazioni di legalità ma anche di un coordinamento tra istituzioni per tutelare i cittadini”. Spesso le interrogazioni di questo genere hanno avuto impatto e si spera che anche stavolta ci sia riscontro. “Ancora una volta sono stati i cittadini a doversi mobilitare per l’assenza istituzionale o la sordità del gestore. Un plauso va al consorzio di Monte Gentile e la sua abnegazione per risolvere un problema che però non sarebbe mai dovuto sorgere” chiude la Fattori.

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Archivio

Le Notizie per Data

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930