Notizie in Controluce

La pressione dei pneumatici invernali: alcuni consigli

 Ultime Notizie

La pressione dei pneumatici invernali: alcuni consigli

La pressione dei pneumatici invernali: alcuni consigli
dicembre 07
18:15 2017

Il giusto utilizzo delle gomme della tua auto prevede che esse abbiano sempre una pressione corretta. La giusta pressione delle gomme auto invernali, infatti, oltre a garantire una maggiore stabilità all’auto e migliorare la sicurezza in frenata, permette anche un’usura uniforme delle gomme della propria auto. Guidare costantemente con gomme sgonfie o troppo gonfie non rappresenta solo un pericolo, ma porta anche altri svantaggi, quali un maggiore consumo del carburante e un più rapido deterioramento del battistrada. Per questo motivo è importante sapere qual è la pressione consigliata per le proprie gomme e ricordare che essa varia a seconda del pneumatico, delle sue dimensioni e della sua tipologia. La pressione dei pneumatici auto invernali, ad esempio, prevede valori differenti rispetto a quella delle gomme estive o delle quattro stagioni. I motivi non sono legati soltanto alle differenti caratteristiche tecniche di queste coperture, ma anche e soprattutto alla temperatura esterna alla quale esse vengono impiegate. Il freddo, infatti, porta ad un abbassamento della pressione. Questo significa che un pneumatico invernale può subire una diminuzione di pressione durante l’utilizzo a causa delle basse temperature. Sapendo che la pressione dei pneumatici invernali è soggetta a cali una volta che viene a contatto con le rigide temperature invernali, diventa necessario gonfiare le gomme più o meno alla stessa temperatura che poi dovranno affrontare. In tal modo i pneumatici saranno già termicamente in equilibrio con l’aria e il suolo e non subiranno variazioni di temperatura e quindi di pressione. Sul libretto di circolazione viene sempre riportato il valore di pressione previsto per le gomme che devono essere installate su un determinato veicolo. Se, tuttavia, i pneumatici vengono montati all’interno di una rimessa riscaldata, bisognerà considerare una pressione maggiore, avendo la consapevolezza che il freddo esterno porterà un rapido abbassamento della pressione. Naturalmente non bisogna pensare che le gomme si troveranno completamente sgonfie a fine giornata: la variazione di pressione tra interno ed esterno è stimata intorno ai 0.2 bar. Un valore non elevato ma che comunque può avere ripercussioni sul corretto utilizzo dei pneumatici, come affermano anche gli esperti del settore e i siti specializzati quali gomme-auto.it.

Controllo della pressione nei pneumatici invernali

Dopo aver gonfiato i pneumatici alla prima installazione viene spontaneo chiedersi ogni quanto tempo convenga effettuare il controllo della pressione. Questa, infatti, varia con l’uso e, in particolar modo, diminuisce con il tempo. In inverno, il passare da ambienti caldi come i garage al freddo della strada crea una continua variazione della pressione che rende molto più difficile un corretto mantenimento della stessa a valori costanti. In casi di utilizzo regolare, il controllo della pressione dei pneumatici invernali dovrebbe essere effettuato almeno una volta al mese. Oltre al controllo del valore della pressione, si dovrebbe anche valutare con attenzione lo stato dei pneumatici. Questo non solo per avere la certezza di viaggiare sempre con ruote in perfette condizioni, ma anche per assicurarsi che la pressione sia ben distribuita all’interno della gomma. Pressioni erronee o difetti di costruzione dei pneumatici possono infatti venire evidenziati da un irregolare consumo delle gomme.

A proposito di pressioni errate si ricorda che il valore corretto varia a seconda del veicolo ma si aggira sempre tra i 2 e i 3 bar. Questi valori possono non essere omogenei per tutte e quattro le gomme: la casa di costruzione può infatti prevedere valori di pressione diversi tra i pneumatici posteriori e quelli anteriori. Ancora, già è stato evidenziato che la pressione dei pneumatici invernali è diversa da quella delle gomme estive; va poi sottolineato che a seconda di specifici casi, può essere necessario incrementare il valore di pressione riportato sul libretto di circolazione: in particolare quando si devono intraprendere lunghi viaggi o quando si prevedono carichi pesanti oppure se si monta un rimorchio. In tali circostanze si può prevedere un incremento di pressione anche di 0.3-0.4 bar.

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Archivio

Le Notizie per Data

settembre: 2018
L M M G V S D
« Ago    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930