Notizie in Controluce

Lasciatemi raccontare ( La guerra – la scuola) di Lucia Mammucari

 Ultime Notizie
  • La tutela dei diritti umani nelle aree di crisi La tutela dei diritti umani nelle aree di crisi Anche l’associazione “Vivere Impresa No Profit” di Albano Laziale parteciperà al convegno “La tutela dei diritti umani nelle aree di crisi”,...
  • Conclusa la III edizione del festival molisano Conclusa la III edizione del festival molisano diretto da Alice Pasquini. Crescono a grandi numeri l’affluenza dei visitatori e le potenzialità di rilancio turistico ed economico del territorio Un’affluenza di...
  • Cerimonia nell’Aula Magna dell’Università La Sapienza di Roma Roma, 12 giugno 2018 – Saranno uomini della cultura, dello spettacolo, delle istituzioni e della letteratura a ricevere, questa sera, nell’Aula Magna del rettorato della Sapienza Università di Roma, i...
  • CREDERE NEL PROPRIO FUTURO: TENACIA E IMPEGNO PREMIANO…   Un’adolescente piena di sogni e di sorrisi: già da bambina amava volare con la fantasia, s’impegnava seriamente sia sui banchi di scuola – ora liceale del Linguistico Joyce –...
  • VELLETRI – MUSEO “ GIGI e LUCIA MAGNI” Con il sostegno della famiglia Magni – dell’ Associazione Luigi e Lucia Magni – della famiglia De Angelis – dell’ Associazione Nazionale Costumisti e Scenografi – della compagnia del Teatro...
  • Matera, da vergogna a gloria Matera, da vergogna a gloria: la città di pietra diventa un acquerello sulle foto di Federico Scarchilli Nel suo ultimo progetto fotografico Federico Scarchilli trasforma Matera in un’opera a metà...

Lasciatemi raccontare ( La guerra – la scuola) di Lucia Mammucari

Lasciatemi raccontare ( La guerra – la scuola) di Lucia Mammucari
giugno 26
16:54 2016

Con voce autorevole, carezzevole e sicura Lucia Mammucari  ha presentato il 24 maggio nella Sala Tersicore a Velletri, nell’ambito delle iniziative dell’Associazione Memoria ‘900, il suo nuovo libro: Lasciatemi raccontare ( La guerra – la scuola), raccolta di testimonianze, ricordi, immagini fotografiche che l’autrice ha selezionato  negli anni.

Nessuno ha più tempo di ascoltare gli anziani e i nonni rischiano di portare via con sé ricordi ed esperienze che invece vanno condivise con i giovani: senza futuro è quella società che non ha profonde radici fa notare la Prof.ssa Maura Dani che, con il Dott. Massimo Fabi, affianca la vulcanica e frizzante scrittrice veliterna, giunta alla sua ottava pubblicazione.

Lucia racconta a noi tutti, alle future generazioni che non hanno più il tempo di ascoltare ( per questo glielo scrivo sottolinea ironica la scrittrice) aggiunge Massimo Fabi: condividendo i ricordi che appartengono a tutti, i suoi scritti, le sue testimonianze aiutano a far crescere la memoria, tramandando il dialetto che rischia di perdersi.

I ricordi di Lucia Mammucari, continua il relatore, stanno dentro il nostro presente, visto che noi siamo una generazione che ha sentito, non vissuto. Nell’opera di Lucia l’esperienza diviene sintesi storica e trasformandosi in memoria collettiva.

Nonostante nel libro siano riportate testimonianze di distruzioni e morte che ogni guerra lascia dietro di sé, l’autrice, diversamente giovane solo anagraficamente – visti la verve e l’entusiasmo che nulla hanno a che invidiare alle giovani generazioni – sa trasmettere un ottimismo coinvolgente, facendo risaltare i valori che hanno saputo far crescere una generazione forte, combattiva, generosa, instancabile: quella stessa che ha il dovere morale di passare il testimone ai giovani di oggi.

Narra Lucia le sue esperienze nella scuola, prima come alunna, poi come docente: nel periodo della ricostruzione a Velletri e nelle sue campagne ( ma un po’ dappertutto in Italia ) si insegnava in locali improvvisati, capannoni, con alunni seduti in alti banchi di legno: si scriveva con il pennino, il calamaio riempito d’inchiostro tutte le mattine dalla bidella…

In questo incontro di una leggerezza piacevolissima, Lucia Mammucari con estrema naturalezza, da maestra appunto, fa sorridere l’uditorio, raccontando aneddoti e storie: tra questi, quella del maiale con il quale una delle sue classi condivideva uno spazio di fortuna: era l’arte di arrangiarsi e grazie a questa, un fondo di botte poteva tranquillamente essere usato come lavagna.

Conclude il gradevole incontro, la nostra Lucia, ricordando un po’ Giovanni Paolo II in una celebre frase, quando congedandoci raccomanda: -Accarezzate i figli, i nipoti e teneteli vicini così, questi giovani… fatelo ricordando che stiamo sempre dalla parte giusta… – .

Vera maestra di vita, preparata insegnante, donna saggia ed equilibrata, ci lascia con una carica di ottimismo e di voglia di fare… Grazie Lucia!

 

( foto dal web)

 

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Archivio

Le Notizie per Data

giugno: 2018
L M M G V S D
« Mag    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930