Notizie in Controluce

Le barzellette sui carabinieri e… se fosse ora di cambiare?

 Ultime Notizie
  • A Zagarolo i contratti di locazione a canone concordato Zagarolo – La Giunta Comunale del Comune di Zagarolo con Delibera n°146 del 21/09/2017 ha ratificato l’accordo territoriale, perfezionato con le sigle sindacali in rappresentanza di locatori e conduttori, per...
  • A Cristiana Pegoraro Il Premio “Oltre La Breccia” In occasione del suo concerto alla Carnegie Hall, il 16 novembre 2017, verrà consegnato alla pianista italiana il Premio creato nell’ambito della manifestazione “Luci della storia su Porta Pia” Un...
  • Velletri – Intitolazione “Viale 25 Novembre”. Intitolazione “Viale 25 Novembre”. SPI, CGIL e Comune di Velletri contro la violenza sulle donne. Il giorno 25 novembre alle ore 10.00 a Velletri sarà intitolato un Viale di Villa...
  • Pompei, il Grande Progetto all’UNESCO Il Generale Curatoli: “Entro dicembre 2018 la chiusura di tutti i cantieri” Francesco Caruso : “Una rete per lo sviluppo della buffer zone” Massimo Osanna: “Dal 2019 servirà un direttore...
  • Shakespeare Lab – I vincitori “RICICLAGGIO DI UMANO SPORCO” E “LA CENA DEI MANCINI” VINCONO IL PREMIO DI GIURIA E PUBBLICO. Ma tutti i progetti presentati dai 27 giovani di Skakespeare Lab saranno in scena...
  • Aldo ONORATI: letture da non perdere Quando cominci a mettere qualche capello bianco ‘n capo, cominci pure ad apprezzare ancora di più l’importanza, la preziosità del Tempo. Vorresti fare tutto quello che ti è stato “negato”...

Le barzellette sui carabinieri e… se fosse ora di cambiare?

luglio 27
06:02 2015

Le barzellette sui carabinieri e… se fosse ora di cambiare?
Oramai è noto che la stazione Termini di Roma è uno dei posti dove il taccheggio è praticato assiduamente, capita però che ci si distragga, e il signor E. scendendo dal treno proveniente dai Castelli, era evidentemente distratto, infatti si ritrova a tornare a casa, la sera senza portafogli.
Le vittime sanno che il problema maggiore, soprattutto oggi che in giro si va con il portafogli leggero, non sono tanto i soldi liquidi andati persi, quanto i documenti che devono essere rifatti, card comprese, e sono necessari vari giorni. Il signor E. deve infatti sporgere denuncia per il furto e va alla stazione dei carabinieri di Roma Termini dove gli viene rilasciato il foglio di denuncia in formato originale, riportante la lunga lista di documenti che gli sono stati sottratti dal malvivente che staziona a Termini. Il signor E con in mano copia originale e relativa fotocopia della denuncia comincia il giro per i duplicati e si reca prima di tutto all’ufficio anagrafe del proprio Comune per ritirare la carta d’identità.
Succede però che al Comune di residenza, parlando con l’impiegata di turno il signor E. inizia una discussione che diventa pian piano animata:
– Mi scusi signora, ma a me sembra strano… là c’è scritto tutto quello che mi hanno rubato e devo rifare pure: patente, carta di credito dell’ufficio, carta di credito personale…
– Le dico che è così, la copia originale la devo tenere io! – esclamò per l’ennesima volta l’impiegata convinta.
– Ma l’originale della denuncia mi serve per poter richiedere tutti gli altri documenti elencati che mi hanno rubato: tessera sanitaria, abbonamento ferroviario e Atac, bancomat… una marea di documenti. Posso darle la fotocopia – ripeté il signor E.
– No, io devo avere l’originale della denuncia per potervi rilasciare la carta d’identità.
– Ma siamo al Comune, posso autenticare la fotocopia…
– Non si può autenticare una denuncia.
– Allora secondo lei cosa devo fare? – chiese spazientito il signor E. che cominciava davvero a perdere la calma.
– Lei avrebbe dovuto chiedere diverse copie originali di denunce, anzi i carabinieri avrebbero dovuto consegnarle le copie necessarie originali.
– Mah! Mi sembra strano. Mi ridia la mia denuncia andrò di nuovo dai carabinieri. – Detto ciò, in un breve e instabile attimo di lucidità, l’impiegata viene colta dal dubbio, trattiene il signor E. ancora per alcuni minuti temporeggiando, si consulta a destra e a manca con qualche collega. Poi alzando la cornetta inizia una comunicazione abbastanza sonora tanto da essere percepita oltre lo sportello dal pubblico in fila.
– Pronto carabinieri, chi parla?
– Salve è il Comune… ho qui il signor E.: mi ha presentato una denuncia che ha effettuato nella vostra sede di Termini, dice che avete consegnato un’unica copia originale di denuncia che lui vuole tenere per sé e per ritirare la carta d’identità mi può dare solto una fotocopia, ma io posso accettare solo copie originali!
– Certamente la copia originale serve a lui per tutti i documenti che gli hanno rubato…
– Certo, avreste dovuto fare tante copie originali di denuncia quanti sono i documenti da duplicare, allora! – esclamò convinta l’impiegata che continuò il dialogo animatamente con l’interlocutore: – Serve una copia per la patente di guida, una per la tessera sanitaria, una per la carta di credito di lavoro ed una per quella personale, poi una per il bancomat, una per la carta d’identità e infine una per la tessera atac. – L’impiegata non aveva terminato di dire l’ultima parola che dalla cornetta venne fuori la voce squillante del carabiniere che stava dall’altra parte del filo:
– Signoraaaa, la Foresta Amazzonica è finitaa!
Marco Pelle

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Archivio

Le Notizie per Data

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930