Notizie in Controluce

…L’ignoranza è forza

 Ultime Notizie
  • Genzano – Commissione mensa, oggi nuova ispezione Si è svolta questa mattina una nuova ispezione al centro cottura e nelle mense degli istituti scolastici di Genzano. Giovedì 28 dicembre i componenti della commissione si riuniranno per stilare...
  • PREMIO TUTTOTEATRO.COM – I VINCITORI PREMIO TUTTOTEATRO.COM ALLE ARTI SCENICHE “DANTE CAPPELLETTI” 2017 – XII edizione PREMIO TUTTOTEATRO.COM “RENATO NICOLINI” 2017 – V edizione I VINCITORI Il progetto La Regina Coeli del Collettivo Balucani Svolacchia...
  • Operativo il sistema di sicurezza a Monte Porzio Catone Ampiamente operativo il sistema di sicurezza a Monte Porzio Catone attuato dall’Amministrazione comunale L’Amministrazione Pucci ha dato il via operativo da tempo a un radicale intervento di ampliamento e modernizzazione...
  • Cori – Anziani e Bambini … Testimoni di un Tempo Il progetto della scuola dell’infanzia Gianni Rodari di Giulianello di Cori Natale in Tour di fine anno per gli alunni delle sezioni A~B~C~D che hanno trascorso tre giornate con i...
  • Il calendario di Artena Sicura Dopo la Beneficenza con la B maiuscola che il gruppo di volontari denominato “Artena Sicura” è riuscita a donare alle persone colpite dal disastroso terremoto che ha distrutto Amatrice e...
  • Frascati, il successo colorato e internazionale delle majorettes al Roma Christmas Magic È stato un grande successo la prima edizione del Roma Christmas Magic di Frascati, cui hanno partecipato oltre 230 majorettes, provenienti dall’Italia, Croazia, Slovacchia e Bulgaria, e 150 musicisti coreografici...

…L’ignoranza è forza

…L’ignoranza è forza
dicembre 20
19:12 2017

L’anno, ammettiamolo, finisce annegato, peggio che mai, nelle false notizie: che se tutto è certo e niente lo è più, col contributo di troppe voci non autorizzate a fare informazione, trionfa un qualunquismo da bar o da chiacchiere da treno (che poi entrambe le situazioni, se fortunate, possono produrre conversazioni più interessanti di molte di quelle lette su social e affini…).

Relativo. Tutto è relativo. Non si capisce neppure più chi vince una elezione, perché uno dice che se ha realizzato più voti relativamente alla volta precedente ha vinto comunque; l’altro che è vincitore morale per la campagna migliore, o quella meno peggio, un altro ancora perché è la prima volta che si presentava e quindi relativamente allo zero da cui partiva…In una realtà tanto frammentata, nella quale, ormai, agli eventi di qualsiasi genere (culturali, associativi, pseudo-politici) partecipano parenti, amici e vicini di casa totalizzando ogni evento, quando va bene, una cinquantina di presenze, e riportando il dato a scenari elettorali, non si sa per quanto resterà ancora valida la modalità cosiddetta ‘democratica’ per governare paesi e cittadine, figuriamoci la Nazione e le nazioni in ambito europeo.

Le false notizie sono imparentate col discorso sopra scritto: è possibile, a vari livelli, fabbricarsi una propria visione del mondo (e questo è sempre stato) e poi, coi nuovi e facili strumenti da ognuno raggiungibili,  parteciparla ad altri in cerchi concentrici sempre più ampi quanto più si dispone di possibilità economiche così come fosse l’uscita del nostro ultimo libro di raccontini, perché, sta qui la novità, il consenso, quello vero e proprio, è considerato un accessorio da inventare e costruire a proprio piacimento (anche qui secondo disponibilità economiche – e qualcuno dirà che neppure qua, invero, c’è niente di nuovo).

Poi, allo scopo, si cercano e si formano alleanze, si scattano foto da postare in rete, sembra che siano ovunque ma i contesti sono ben studiati, e poi attraverso le false notizie si modella la realtà di volta in volta utile all’impresa. Un politico può dire che i lavoratori pretendono troppo senza rischiare niente in seno all’assemblea degli industriali e negarlo il giorno dopo, in visita ad una fabbrica, sconfessando anche il proprio ufficio stampa che aveva diffuso le dichiarazioni, e dire che – basta, davvero, con la supremazia cieca degli industriali che delocalizzano. Non che queste contraddizioni non esistessero in ogni ambito anche prima, ma il politico, per esempio, che diceva tutto e il contrario di tutto non aveva il megafono media e social appeso alla bocca ogni volta che voleva e, oltretutto, in tempi anche recenti, non era questione secondaria dichiarare prima delle tornate elettorali da che parte si stava.

La rete, al di là dell’essere democratica (e può esserlo laddove gli intenti sono chiari e definiti in quel senso), aiuta chi vuole farsi aiutare, oscena e innocente come una scimmia dal culo pelato. Rimedi? forse…essere onnivori di letture, ragionare con la propria testa, fidarsi del proprio istinto quando lo si è educato ad essere vigile…. Basterà? Forse no: ridurre ogni notizia, ogni persona, ogni fatto all’inezia del giorno (e quindi all’inerzia) nel velocissimo frullatore dei media è un buon modo perché trionfi, finalmente, il grande fratello (scritto minuscolo per stanchezza di sentirlo nominare); una specie di in-coscienza cieca e sorda a dove va il mondo con tutti gli umani a bordo, che tutto controlla e può perché nella sua dimensione vince solo tutto ciò che è in vendita. Poiché professa che tutto ciò che esiste sotto forma di prodotto troverà il proprio acquirente, come ipotizzavano gli ‘incantatori’ delle tv commerciali (e non solo) già diversi lustri fa. Per il resto…voci di Cassandre… (Serena Grizi) – immagine web –

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Archivio

Le Notizie per Data

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031