Notizie in Controluce

Massimo Folcarelli e Elena Gaddoni: Re e Regina della Marathon Colli Albani-La Via Sacra

 Ultime Notizie

Massimo Folcarelli e Elena Gaddoni: Re e Regina della Marathon Colli Albani-La Via Sacra

maggio 15
11:35 2012

Nella Point to Point il sigillo di Luca De Nicola e di Maria Adele Tuia

In una splendida giornata di sole, con 1012 iscritti, si è disputata domenica scorsa ai Pratoni delVivaro (Roma) la tanto attesa gara di mountain bike Marathon dei Colli Albani-La Via Sacra

con la distanza marathon di 80 chilometri, la point to point di 56 chilometri, lo short di 34 chilometri (con gli allievi federali) e l’escursionistico di 22 chilometri (con gli esordienti federali).

Meravigliosa la cornice campestre del Centro Federale Equestre assieme al suggestivo Parco Regionale dei Castelli Romani con il Monte Cavo e il Monte Artemisio che hanno raccolto di primo mattino tutti i partecipanti desiderosi di cimentarsi sulle quattro tipologie di percorso allestite con molta cura nei dettagli dagli organizzatori del Biciclo Team New Limits in stretta sinergia con le associazioni Biciclo Racing, Rocca Bike e Team Civita Bike.

Alto il livello degli atleti al via con alcuni dei nomi di spicco del panorama nazionale tra i quali l’intramontabile e veterano Marzio Deho (Cicli Olympia) vincitore dell’edizione 2011, Massimo Folcarelli (M2, Drake System-Nw Sport) a segno in 5 delle ultime 7 edizioni, l’azzurro della specialità marathon 2011 Davide Di Marco (Race Mountain Professional Team) con il compagno di squadra Roberto Crisi; in campo femminile Elena Gaddoni (Factory Racing Team) vincitrice dell’edizione 2010 e Serena Chiavaroli (Scott RC-New Limits) che ha iniziato in crescendo il suo 2011 con il meritatissimo podio al Gran Prix d’Inverno di Orvieto lo scorso mese di marzo e altrettanti nelle marathon laziali di Fondi e Bracciano.

Già a partire dall’attesissima ascesa verso la Via Sacra (1600 metri in basolato delle antiche strade romane con punte al 23%) aveva tentato di prendere un discreto vantaggio Di Marco nel tentativo di aumentare il gap nei confronti della coppia Folcarelli-Deho e a seguire gli altri più immediati inseguitori con gli attivissimi élite Stefano Capponi (Moser Cycling Team) e Angelo Mirtelli (Ciociaria Bike).

Dopo una trentina di chilometri, in occasione del ritorno al Centro Federale Equestre dei Pratoni del Vivaro (punto di partenza), è stato Folcarelli a sorpassare l’ex fuggitivo Di Marco che nel frattempo guidava in maniera attiva il drappello dei più immediati inseguitori in compagnia di Deho, Mirtelli e poco più staccato Capponi.

La seconda parte di gara, disputata nel versante dell’Artemisio, è stata tutta ad appannaggio di Folcarelli che dava così inizio alla vittoriosa passerella incrementando il suo margine di vantaggio attorno al minuto nei confronti di Deho. A seguito di una foratura e a un successivo ma piccolo errore di percorso, Di Marco è uscito fuori dai giochi anche se puntava decisamente a migliorare il quarto posto assoluto del 2010 e il terzo del 2011. A seguito di ciò, la lotta per il terzo posto di giornata si è fatta piuttosto interessante con lo specialista del cross country Roberto Crisi (élite, Race Mountain Professional Team) che è riuscito a lasciarsi dietro Manuele Spadi (élite, Focus Factory Team) e lo stesso Di Marco al termine di una competizione tiratissima chiudendo al quinto posto nonostante la sfortuna.

Al momento dell’arrivo, grande festa per l’approdo di Folcarelli che ha potuto festeggiare in perfetta solitudine la sesta vittoria in carriera alla Colli Albani (2004, 2005, 2007, 2008 e 2009): “Mi sono preparato al meglio per centrare l’obiettivo ottenendo quello che volevo non solo per me ma anche per tutto il team Drake se aggiungiamo la splendida vittoria di De Nicola”.

Molto applaudita anche la performance del secondo classificato Marzio Deho: “Un percorso valido tecnicamente, impegnativo ma soprattutto difficile da poter orientarsi perché mi sono trovato a che fare con sentieri in cui si rischiava di poter sbagliare. Il secondo posto me lo tengo stretto ma sono stato reduce da un malanno intestinale dopo l’ultima trasferta in Marocco della scorsa settimana e ho dato parola agli organizzatori che non potevo mancare a questo appuntamento importante della mia stagione” mentre il terzo posto di Roberto Crisi è stato “sperato, meritato nonostante la concorrenza e il livello alto di partecipanti. La condizione è buona dopo tanto tempo in cui ho faticato ultimamente in bici per cominciare a raccogliere ottimi risultati”.

In campo femminile, gara dominata da Elena Gaddoni (élite, Factory Racing Team) che è ritornata a vincere sugli sterrati dei Castelli Romani a distanza di due anni al termine di una grande e bella competizione davanti alla più quotata avversaria Serena Chiavaroli (élite, Scott RC-New Limits) mentre ha chiuso al terzo posto l’ex azzurra del ciclocross e migliore rappresentante delle categorie master Alessandra Fatato (Mw1, Cicli Fatato). Per la vincitrice Gaddoni, originaria di Lugo (Ravenna), “il percorso era adatto alle mie caratteristiche e rispetto alla vittoria di due anni fa non è cambiato nulla salvo qualche nuvola di polvere di troppo”.

Nella point to point merita di essere menzionata la grande prestazione dello juniores Luca De Nicola, l’atleta di Albano Laziale (Roma) della Drake System-Nw Sport che ha sbaragliato la concorrenza capitanata dallo specialista e favorito Emiliano Dominici (M1, Ciclotech-Mtb Runners) e Alessio Porcari (M1, Nw Sport Cicli Conte Fans Bike). Quest’ultimi sono apparsi determinati a far bene sin dalle prime battute e che hanno dimostrato di farsi valere di fronte a un superlativo De Nicola che ha gettato le basi del suo primo successo in carriera in una Point to Point sulle dure rampe della Via Sacra: “Centrare quest’ottimo risultato era d’obbligo perché conosco il percorso a memoria. Mi alleno da quando sono piccolo e non ho tradito le attese. Da adesso in poi si cerca di puntare sempre più in alto a partire da domenica prossima in cui conto di stare in forma per i campionati intersud di cross country”.

“Un piazzamento tutto sommato importante – ha dichiarato il secondo classificato Emiliano Dominici, vincitore in stagione nelle point to point Aurunci e Bracciano – ma non mi aspettavo l’ottima performance di De Nicola nonostante qualche errore di troppo nell’approcciare il percorso. Comunque non sono stato troppo lontano dai primi ma se avessi corso la marathon avrei pagato molto gli sforzi”.

“Non mi aspettavo di questo conquistato nei miei posti in cui mi alleno spesso. Meglio di così non poteva andare in una bellissima gara e in un bellissimo percorso” ha commentato il terzo classificato Alessio Porcari originario di Colle di Fuori a una quindicina di chilometri dai Pratoni del Vivaro.

Per i colori giallo-fosforescenti della Drake System-Nw Sport la gioia è proseguita anche in campo femminile con la netta e convincente affermazione della master woman 1 Maria Adele Tuia che ha avuto la meglio su Loredana Varlese (Mw2, Giant Bikextreme) e Tamara Merolle (Mw1, Moser Cycling Team), quest’ultima a segno nell’edizione 2011 della point to point.

Tanta era l’attenzione per la manifestazione valevole come seconda prova del circuito federale Italia Marathon Tour che ha laureato i nuovi leader di categoria: Marzio Deho (Cicli Olimpia) per la open maschile, Elena Gaddoni (Focus Factory Team) per la open femminile, Cristiano Taliani (Team Galluzzi-Acqua&Sapone) per gli élite sport 19/29 anni, Massimo Folcarelli (Drake System-Nw Sport) per i master 30/39 anni, Giuseppe Zamparini (Cicli Montanini-Alice Ceramica Frw) per i master over 40 e Alessandra Fatato (Cicli Fatato) per le master donna over 30. In occasione del circuito 2012 che si articolerà in sette prove, esse saranno valide come indicative per la selezione di campionati mondiali ed europei marathon solo per le categorie agonistiche.

Presenti nel corso della gara e della cerimonia di premiazione il componente della struttura tecnica FCI fuoristrada Pierangelo Brinchi, per la FCI Lazio Luigi Patrizi (presidente commissione giudici di gara), Enrico Rizzi (responsabile struttura tecnica fuoristrada), Mariano Di Mauro (consig
liere), Sandro Bianchi (consigliere) e in ambito locale i delegati allo sport dei comuni di Velletri e di Rocca di Papa che hanno espresso tutta la gratitudine per la preziosa collaborazione con gli organizzatori che hanno concorso alla realizzazione della manifestazione in una delle cornici più incantevoli del territorio dei Castelli Romani.

Il comitato organizzatore è quello del Biciclo Team New Limits coaudivato dall’Asd Rocca Bike, dal Team Civita Bike e dal Biciclo Racing che potrà contare anche dal punto di vista istituzionale del sostegno dei comuni di Rocca di Papa, Velletri, Lariano, il Parco Regionale dei Castelli Romani, l’assistenza della Protezione Civile di Rocca di Papa, Velletri, Lariano, Lanuvio, Albano Laziale, Ariccia e Genzano e la collaborazione con l’I.I.S. Copernico di Pomezia.

La Marathon dei Colli Albani-La Via Sacra non è stata solamente la classica competizione riservata ai grandi: a fianco dell’arrivo grazie all’entità Biciclo Racing è stata allestita una divertentissima e colorita gimkana aperta a tutti i bambini (con l’attenta supervisione del maestro di mountain bike Vincenzo Rizzo) come obiettivo promozionale della neonata scuola per l’avviamento al ciclismo in fuoristrada per i più piccoli situate tutt’ora in località Vivaro nel comune di Rocca di Papa e in località Sassone sulla Via Appia nel comune di Ciampino.

In una precisa nota, lo stesso comitato organizzatore “ringrazia tutti i 1000 partecipanti, una cifra record considerando anche gli 800 classificati tra master ed agonisti. Ci scusiamo per due inconvenienti: un cancello orario posto dopo 2 ore e 30 minuti dalla partenza al termine dello short che, visto l’allungamento di 4 chilometri, si è rivelato stretto per una cinquantina di atleti che volevano terminare la point to point; le classifiche di Sdam che hanno subito dei problemi tecnici”.

ORDINE D’ARRIVO MARATHON MASCHILE

1. Massimo Folcarelli (M2, Drake System-Nw Sport) 3.18’00”

2. Marzio Deho (élite, Cicli Olympia) a 3’46”

3. Roberto Crisi (élite, Race Mountain Professional Team) a 5’14”

4. Manuele Spadi (élite, Focus Factory Team) a 7’22”

5. Davide Di Marco (élite, Race Mountain Professional Team) a 11’15”

6. Simone Lunghi (M1, GS Mondo in Bici) a 13’05”

7. Giovanni Gatti (élite, Scott RC-New Limits) a 13’13”

8. Giovanni Pensiero (M1, Nw Sport Cicli Conte Fans Bike) a 13’48”

9. Giulio Fazzini (élite sport, Team Inergia Casteltrosino) a 15’22”

10. Vincenzo Della Rocca (M1, Nw Sport Cicli Conte Fans Bike) a 17’08”

ORDINE D’ARRIVO MARATHON FEMMINILE

1. Elena Gaddoni (élite, Factory Racing Team) 4.04’01”

2. Serena Chiavaroli (élite, Scott RC-New Limits) a 15’32”

3. Alessandra Fatato (Mw1, Cicli Fatato) a 20’22”

4. Nadia Pasquali (Mw1, Free Bike Team) a 49’52”

5. Vanessa Buzzanca (Mw2, VIII Legione Romana) a 1.14’14”

ORDINE D’ARRIVO POINT TO POINT MASCHILE

1. Luca De Nicola (juniores, Drake System-Nw Sport) 2.28’30”

2. Emiliano Dominici (M1, Ciclotech-Mtb Runners) a 49″

3. Alessio Porcari (M1, Nw Sport Cicli Conte Fans Bike) a 3’27”

4. Rocco Cavaliere (élite sport, Drake System-Nw Sport) a 4’54”

5. Gianni Panzarini (M4, Drake System-Nw Sport) a 8’14”

6. Giovanni Chiaiese (élite sport, Bike e Sport Team) a 9’27”

7. Giovanni Paluzzi (élite sport, Piesse Cycling Team) a 12’04”

8. Mauro Cimini Tucceri (M1, Team Fortunato Avezzano) a 14’40”

9. Maurizio Spalletta (M3, Piesse Cycling Team) a 14’45”

10. Marco Ottaviani (M3, Extreme Bike) a 15’04”

ORDINE D’ARRIVO POINT TO POINT FEMMINILE

1. Maria Adele Tuia (Mw1, Drake System-Nw Sport) 3.12’35”

2. Loredana Varlese (Mw2, Giant Bikextreme) a 27’12”

3. Tamara Merolle (Mw1, Moser Cycling Team) a 30’49”

4. Pina Luciani (Mw1, Cicli Sport Mania Aquile Azzurre) a 36’14”

5. Antonella Balducci (Mw2, Velociraptor) a 39’20”

6. Giorgia Fraiegari (juniores, Nuova Larianese) a 44’24”

7. Claudia Cantoni (Mw2, Nw Sport Cicli Conte Fans Bike) a 52’08”

VINCITORI DI CATEGORIA MARATHON

Open uomini: Marzio Deho (Cicli Olympia)

Élite Sport: Pasquale Di Lorenzo (New Valley)

Master 1: Simone Lunghi (GC Mondo in Bici)

Master 2: Massimo Folcarelli (Drake System-Nw Sport)

Master 3: Antonio Scimemi (Trombadore’s Team)

Master 4: Massimo Ciaglia (Collarmele Mtb)

Master 5: Giuseppe Zamparini (Cicli Montanini Alice Ceramica Frw)

Master 6: Marcello Bartolozzi (Donkey Bike Club)

Master 7+: Osvaldo Procaccini (Colli Albani Mtb Ariccia)

Open donne: Elena Gaddoni (Factory Racing Team)

Master Donna 1: Alessandra Fatato (Cicli Fatato)

Master Donna 2: Vanessa Buzzanca (VIII Legione Romana)

VINCITORI DI CATEGORIA POINT TO POINT

Juniores uomini: Luca De Nicola (Drake System-Nw Sport)

Juniores donne: Giorgia Fraiegari (Nuova Larianese)

Élite Sport: Rocco Cavaliere (Drake System-Nw Sport)

Master 1: Emiliano Dominici (Ciclotech-Mtb Runners)

Master 2: Maurizio Spalletta (Piesse Cycling Team)

Master 3: Domenico Speranza (Asd Fregene)

Master 4: Gianni Panzarini (Drake System-Nw Sport)

Master 5: Vincenzo Iannarelli (Full Bike)

Master 6: Giuseppe Fatato (Cicli Fatato)

Master 7+: Maurizio Nuti (Donkey Bike Club)

Master Donna 1: Maria Adele Tuia (Drake System-Nw Sport)

Master Donna 2: Loredana Varlese (Giant Bikextreme)

Luca Alò

luca.alo1981@alice.it

Articoli Simili

Archivio

Le Notizie per Data

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930