Notizie in Controluce

#Nonleggeteilibri – La primavera (e il noir) tarda ad arrivare

 Ultime Notizie

#Nonleggeteilibri – La primavera (e il noir) tarda ad arrivare

#Nonleggeteilibri – La primavera (e il noir) tarda ad arrivare
agosto 09
17:53 2018

La primavera tarda ad arrivare di Flavio Santi, Ed. L’Espresso 2016 € 7,90 isbn 9771128609321 e-book Mondadori € 6,99 disponibile al prestito inter bibliotecario SBCR www.consorziosbcr.net

Questo titolo di Flavio Santi, stimato traduttore e poeta, dimostra, se ce ne fosse bisogno, che non tutta la romanzistica italiana contemporanea si può ricomprendere sotto l’ampia ‘coperta’ del giallo/noir entro la quale hanno deciso di destinarla, probabilmente, editori semi-disperati per la mancanza di lettori. L’ispettore Drago Furlan, friulano doc con tanto di mame furlane Vendramina, tosta e cuciniera, fidanzata di rito Perla, sottoposti e capi abbastanza ben tratteggiati, è fin troppo lento anche per il più paziente lettore di gialli e quello che non ama scene cruente e che gode di questi commissari di provincia buongustai e quasi tutti anarchici (a cominciare dal nuovo capostipite di riferimento qui citato Salvo Montalbano). Con Santi, per quanto la scrittura sia discretamente fluida e si proceda per episodi brevi e congegnati, non si riesce a percepire il giusto mistero che ‘serve’ anche al giallo più blando; c’è un morto ammazzato e sembra trattarsi d’un caso in parte ‘freddo’ ma non c’è traccia di suspense e più di qualche carattere risulta già troppo sentito, troppo scontato. Qui il valore dello scritto sembra risiedere nella narrazione d’un senso di solitudine, questo sì non proprio scontato, che pervade le pagine del racconto tanto da far pensare che neppure la provincia italiana ‘coccolosa’ sia ormai più capace di avvolgere l’individuo in una comunità almeno degnamente solida e affidabile. La memoria qui riportata, poi, del massacro di Avasinis del maggio del ’45 per mano d’una squadra di SS, probabilmente Karstjäger/Cacciatori del Carso, che in poche ore trucidò 51 persone fra cui molti inermi, rende onore ad una storia che potrebbe essere tragicamente dimenticata alla scomparsa di coloro che quel massacro lo videro compiersi. Restano le tracce d’una provincia, forse, tra le meno conosciute d’Italia e l’inserimento nella collana di Repubblica Italia noir giustifica la presenza di questo titolo. Per chi ama ritmi lenti, la storia recente, le eterne girate in Moto Guzzi di Furlan e l’idea che non tutta la nostra provincia debba essere fondale d’un giallo per essere riconosciuta di qualche valore…. (Serena Grizi)

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Archivio

Le Notizie per Data

ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031