Notizie in Controluce

Premio Città di Monte Compatri 2018: “Come prima, più di prima”

 Ultime Notizie

Premio Città di Monte Compatri 2018: “Come prima, più di prima”

Premio Città di Monte Compatri 2018: “Come prima, più di prima”
luglio 23
23:40 2018

 Anno magico per il Photo Club Controluce di Monte Compatri.  Festeggiato a maggio 2018 il Quarantennale della storica Associazione, gli organizzatori sono subito ripartiti con il Festival del Cinema alla seconda edizione e la Rassegna del teatro amatoriale dei Castelli Romani al suo primo decennale, eventi ormai imperdibili che si sono svolti senza interruzione dal 14 al 21 luglio alle ore 21:20 nella cornice naturalmente scenografica del Parco Karol Wojtyla (ex Romito). Partecipazione di pubblico come sempre folta e calorosa, in forte crescita la proposta delle opere teatrali in concorso. Programma intenso che anche causa maltempo ha subìto qualche variazione incidendo nella serata finale, con l’annullamento del previsto spettacolo fuori concorso dell’Hartmann Quartett di Salerno e la proiezione del film “Te absolvo” di Carlo Benso, in cartellone per lunedì 16 in terza serata dopo i Cortometraggi e il film di Parisi e saltata per la pioggia.
Affollatissimo sabato 21 luglio il palco per la Cerimonia di Premiazione delle due manifestazioni, momento culminante di tante fatiche e impegno da parte di tutti, con il sostegno di un pubblico affezionato e vivace e l’appoggio di un’Amministrazione sensibile e – caso raro – affidabile e costante nel supportare progetti che hanno valenza formativa e innovativa e soprattutto di umana solidarietà, alla base di ogni iniziativa di puro volontariato e passione che premia nella misura in cui si dà.
Presentissimi “Come prima, più di prima” il Primo Cittadino Fabio D’Acuti e Pietro Mazzarini delegato alla Cultura, l’ex sindaco Marco De Carolis e il vice sindaco Mauro Ansovini, Armando Guidoni presidente del Photo Club Controluce, deus ex machina di tutto l’ambaradan e conduttore impeccabile, sorretto dall’infaticabile e onnipresente Tarquinio Minotti, di poche parole e tanti fatti, e dal cinefilo e regista Daniele Tullio. 
Anche quest’anno di tutto rispetto i personaggi che hanno animato la decima edizione del Premio Città di Monte Compatri, punto di approdo per chi ha un sogno da realizzare e condividere e la voglia di mettersi in gioco; meritevoli tutti di encomio a prescindere dal verdetto della prestigiosa Giuria – Carlo Benso, Alberto Ferraro, Armando Guidoni – e dall’entità dei premi attribuiti, di particolare valore artistico oltre che simbolico. Il bello è che tutti “si sentivano a casa” e questa espressione più volte ripetuta aiuta a comprendere il senso dell’accoglienza e del fare insieme, senza divisioni geografiche e interdizioni mentali.
Un forte messaggio implicito anche nel film ‘Te absolvo’, presentato a Roma in anteprima al Cinema Madison nell’ottobre 2017. Ambientato nella zona collinare del Monferrato, che molto somiglia al territorio castellano con i suoi borghi, tradizioni e ottimi vini, il film narra le vicende di due sacerdoti in chiara antitesi che si dibattono ognuno a proprio modo con i diversi conflitti e contraddizioni. Non a caso si chiamano Andrea e Paolo come gli apostoli in aspra polemica sul senso della vocazione ed evangelizzazione, chi propenso a servire Dio e la Chiesa sia pure nell’errore rimanendo nella fede e chi nel rispetto ferreo delle regole senza concessione alcuna per le umane debolezze. Un film impegnativo che pone quesiti delicati sempre discussi e mai risolti, se non nella sfera della coscienza individuale propensa a venire a patti per una piccola pace interiore. Forse anche un appello disperato se non fosse per quella “spes contra spem” che sempre risolleva l’animo dopo ogni caduta, ed è forse questa la massima aspirazione del regista, lanciare un invito alla pietas e al perdono che redime piuttosto che al giustizialismo senz’anima.
Presenti alla serata finale del Premio il regista Carlo Benso e Toni Garrani, sceneggiatore e interprete, entrambi visibilmente emozionati. Il film si avvale inoltre dei bravissimi attori Igor Mattei, Karolina Cernic e Fabio Fazi.
Come si diceva all’inizio, un anno speciale per il Photo Club Controluce, una fucina no stop ribollente d’idee e buone occasioni da non mancare. Una bella realtà che di traguardo in traguardo travalica se stessa per offrire il meglio della sua storia improntata a una crescita collettiva.

Foto di Vincenzo Gentile
Prima foto: una parte del Pubblico.

Seconda foto, da sinistra: Tarquinio Minotti, Mauro Ansovini, Daniele Tullio, Alberto Ferraro, Carlo Benso, Armando Guidoni, Marco De Carolis, Pietro Mazzarini, Fabio D’Acuti, Toni Garrani.
Prima foto, da sinistra: Francesco Paolo Montini, Carlo Benso, Toni Garrani, Armando Guidoni, Fabio D’Acuti.

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Archivio

Le Notizie per Data

ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031