Notizie in Controluce

Lettera al padre

10,25

 

Titolo:      Lettera al padre
Autori:      Aldo Onorati
ISBN-10(13):      978-88-95736-15-0
Editore:      Edizioni Controluce
Data pubblicazione:      Novembre 2012
Edizione:      VI edizione
Numero di pagine:      94
Formato:      140 x 210
Collana:      Narrativa

 

Descrizione

 

Quando uscì Lettera al padre, nel 1979, con l’editore Armando, il successo fu immediato. L’opera produsse l’effetto di un sasso lanciato a infrangere i vetri d’una stanza chiusa in cui l’idea negativa del padre, il concetto della “morte del padre” quale necessità di emancipazione, venivano messi in discussione dalla testimonianza viva di Aldo Onorati.
Il rapporto padre-figlio è stato sempre difficile nei secoli. L’autore spezza una lancia potente contro la conflittualità divenuta moda e strumento politico. Egli mette in discussione – in modo passionale perché vissuto, ma anche sistematico per le idee nette, e quindi reale e credibile – la psicologia dilagante della “morte del padre”, sostituendo ad essa una umanissima visione di dialogo e amore, pur nella lotta inevitabile fra generazioni.
Alla luce dei nostri tempi, questo libro appare sempre più attuale e rasserenante. Anche perché non si tratta di un’apologia, in quanto l’adolescenza dell’autore fu scapestrata ed ebbe rapporti difficili con la scuola, ma di una vera ‘crescita insieme’, fatta di disobbedienze ma anche di leali incontri sul piano delle difficoltà della vita, nel lavoro, nella famiglia, nella società. È uno spaccato d’un’epoca, uno schietto dialogo fra un padre e un figlio ribelle, il quale riesamina, nell’età matura, la difficile avventura fra l’ammirazione all’uomo idealista e coerente (suo padre), e la turbolenta adolescenza (il figlio), in lotta fra il sogno di diventare tenore lirico e il peso della scuola vista come un obbligo difficile da conciliare con lo stesso lavoro dei campi.
Eppure, fra tanti contrasti, opposizioni di vedute, fallimenti sul piano pratico, alla fine i due punti di vista, paterno e filiale, si sono trovati d’accordo nella necessità di scegliere un ideale, seguirlo per dare un senso all’esistenza, e per separare la cronaca dalla Storia.
Il padre assume così un aspetto di guida morale, di autorità serena e affettuosa in opposizione e in alternativa agli idoli di fumo che la società spesso crea per spianare la strada ad ogni forma di dittatura.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Lettera al padre”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Carrello

spazio degli sponsor