Notizie in Controluce

Teatro Belli – Vittorio Viviani in SONG O NOT SONG

 Ultime Notizie
  • Smog a Roma Smog a Roma, centraline fuori limiti da 6 giorni consecutivi. A Largo Preneste già 7 superamenti da inizio 2018 “La Capitale non è virtuosa, 6 giorni di Smog e nessun...
  • PICCOLI ECOLOGISTI CRESCONO   L’unione fa la forza e la vera energia sprint che viene da chi veramente crede in un ideale è la molla che fa sì che i sogni diventino quotidiana...
  • PARCO SIBILLINI: WWF, IMPERDONABILE STRUMENTALIZZARE SISMA PARCO SIBILLINI: WWF, IMPERDONABILE STRUMENTALIZZARE SISMA PER PROPORRE OPERE INCOMPATIBILI CON TUTELA AREA PROTETTA Sarebbe imperdonabile se si strumentalizzasse il dramma del sisma dello scorso anno per proporre, in regime...
  • ARRIVA IL CARNEVALE 2018 A MARINO! Dall’8 al 13 iniziative su tutto il territorio all’insegna del divertimento In occasione dell’ormai prossimo Carnevale gli Assessorati alla Cultura e Attività Produttive insieme all’Unione Commercianti Marino, all’Associazione Gente di...
  • Albano Laziale, installata la cartellonistica turistica Albano Laziale, installata la cartellonistica turistica Completata l’installazione della cartellonistica turistica presso le ville storiche di Albano Laziale. Gli spazi interessati sono quelli di Villa Doria, Villa Ada, Villa Corsini...
  • Gallicano parte il progetto Sismalab Partirà il prossimo Venerdì 2 febbraio presso l’Istituto Comprensivo di Gallicano nel Lazio il progetto Sismalab, una mostra interattiva caratterizzata da un percorso di otto tappe alla scoperta dei fenomeni...

Teatro Belli – Vittorio Viviani in SONG O NOT SONG

Teatro Belli – Vittorio Viviani in SONG O NOT SONG
gennaio 30
07:52 2018

recital partenopeo e parte no
di Vittorio Viviani

al pianoforte Giovanni Monti

Song o not song è un pastiche linguistico fra l’inglese e il napoletano: da “Essere o non essere” a famose canzoni straniere riscritte in napoletano giocando sull’assonanza linguistica.
Qui canta e si recita il nostro mondo tenendo gli occhi verso il basso, narrando una popolazione di sfigati… inguaiati. E appunto, in quel gioco delle assonanze, My Way diventa “Guaje mieje”.
Un impegno civile trattato con mano lieve e ironica, tenendo presente il principio di Voltaire: “Non c’è miglior modo di pensare che farlo ridendo”.
Si persegue un divertente “pessimismo comico” dove si ride “sul serio”: meglio ridere pensando che pensare a ridere. Un cantante-attore vestito di nero. Un volontario riferimento a Yves Montand. E all’esistenzialismo.
Però, a modo mio: il sopravvivenzialismo!

Teatro Belli di Antonio Salines

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Archivio

Le Notizie per Data

gennaio: 2018
L M M G V S D
« Dic    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031