Notizie in Controluce

Thomas Südhof, Premio Nobel per la Medicina, visita il nuovo “Rita Levi Montalcini” Institute alla Sapienza

 Ultime Notizie

Thomas Südhof, Premio Nobel per la Medicina, visita il nuovo “Rita Levi Montalcini” Institute alla Sapienza

Thomas Südhof, Premio Nobel per la Medicina, visita il nuovo “Rita Levi Montalcini” Institute alla Sapienza
aprile 29
06:54 2017

ROMA, 28 aprile 2017 – Il prof Thomas Südhof Premio Nobel per la Fisiologia e Medicina 2013 ha visitato i nuovi laboratori del “Rita Levi-Montalcini Institute” Fondazione EBRI presso l’ex complesso ospedaliero Regina Elena dell’Universita’ Sapienza.

“E’ il tributo migliore che si potesse rendere a Rita Levi-Montalcini, che a pochi anni dalla sua scomparsa rimane ancora oggi la ‘first lady’ della ricerca nel mondo nel campo delle Neuroscienze”, ha commentato Südhof .

Dopo la visita dei Laboratori dell’NGF, di Informatica e Genomica e dei Laboratori di Neurofisiologia il prof Südhof e’ rimasto ammirato e ha cosi’ continuato: “Si tratta di laboratori ultramoderni, espressione delle tecnologie più avanzate in Europa analoghi ai laboratori dei piu’ prestigiosi Istituti di ricerca negli USA”.

“Sono laboratori d’avanguardia della Kotterman realizzati dalla Labozeta, una delle imprese più qualificate nel settore che ha già realizzato laboratori di ricerca presso l’Università Sapienza di Roma, il Centro Studi e Ricerche dell’Università Ca’Foscari di Venezia e altri prestigiosi Atenei, assicurando il massimo di qualità e sicurezza”, ha aggiunto con soddisfazione il professore Giuseppe Nistico’. Direttore Generale dell’EBRI.

Vivamente compiaciuto per la realizzazione del Rita Levi- Montalcini Institute e’ apparso anche il professor Eugenio Gaudio, Magnifico Rettore della Sapienza, che considera questo Istituto come uno dei fiori all’occhiello dell’Ateneo.
Secondo il professor Antonino Cattaneo, leader del laboratorio NGF dell’EBRI, i nuovi laboratori sono di elevato livello funzionale ed estetico, offrono i migliori standard di sicurezza individuale e collettiva e di questo tutti i ricercatori sono molto soddisfatti ed entusiasti.

Nella stessa giornata il Professor Ferdinando Nicoletti, ordinario di farmacologia della Sapienza, la professoressa Cristina Limatola, direttore del dipartimento alla Sapienza di Fisiologia e Farmacologia e Robert Nisticò, leader del Laboratorio di farmacologia della plasticità sinaptica dell’EBRI hanno annunciato il premio nobel, il quale ha tenuto nell’Aula “Vittorio Erspamer” una lettura magistrale dal titolo “Neurexins and beyond”.

Südhof nel corso della lezione, ha presentato agli studenti e ai docenti i risultati delle ricerche da lui continuate dopo il conferimento del Premio Nobel che gli era stato assegnato per le sue scoperte fondamentali dei meccanismi alla base del rilascio del neurotrasmettitori a livello cerebrale e della plasticita’ presinaptica. In particolare Südhof ha chiarito il ruolo del complesso proteico neurexina-neurolidine nei meccanismi di sinaptogenesi e della trasmissione sinaptica. Alterazioni di tale complesso proteico sono alla base di patologie dello spettro autistico nonché delle malattie neurodegenerative e ciò apre prospettive terapeutiche innovative.

 

Alessandro Ambrosin

alessandro_ambrosin@labozeta.it

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Archivio

Le Notizie per Data

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930