Notizie in Controluce

VELLETRI – RICORDO DI PADRE ITALO LARACCA A VENTI ANNI DALLA SUA SCOMPARSA

 Ultime Notizie

VELLETRI – RICORDO DI PADRE ITALO LARACCA A VENTI ANNI DALLA SUA SCOMPARSA

VELLETRI –  RICORDO DI PADRE ITALO LARACCA A VENTI ANNI DALLA SUA SCOMPARSA
febbraio 10
09:16 2017

Febbraio in quasi tutti i Castelli Romani è un mese in cui nelle diverse Comunità si affastellano ricordi dolorosi legati ai bombardamenti del 1944 durante l’ultimo conflitto bellico: morte, dolore, strazianti scene di famiglie che sotto le macerie avevano perso tutto e cercavano rifugio nelle grotte, nelle campagne, nei sotterranei. Ovunque occhi che non avevano più lacrime per piangere…

In quei giorni a Velletri un uomo con la tonaca nera, un vero sacerdote cercava di offrire un barlume di luce, di speranza, di coraggio, di aiuto e solidarietà condivisa a chi pensava fosse ormai tutto finito…

Il 9 febbraio L’Associazione “Padre Italo Laracca” – confidenzialmente per tutti Padre Curato –  ha voluto ricordare la sua opera, la sua figura sempre vicino alle sofferenze, presente tra i bisognosi in quei giorni di disperazione, rammentando la sua umanità e la sua opera a venti anni dalla scomparsa avvenuta il 14 febbraio del ’97.

Nella sala Tersicore, con silenziosa partecipazione, l’affollata platea ha visto scorrere in un video amatoriale realizzato da Edelvisio Giorgi, accompagnate da testimonianze inedite e interviste originali, immagini del passato alla riscoperta della figura del sacerdote somasco che a Velletri è considerato un benefattore e che ha lasciato nel libro “Tra le rovine di Velletri“ la diretta testimonianza di quei giorni dolorosi: un diario di guerra giunto alla settima ristampa, realizzata dall’Associazione che porta il suo nome e spunto di uno spettacolo ideato e diretto da Gian Maria Volonté, con il quale Padre Laracca aveva rapporti amichevoli: suo il dono all’attore di una Madonnina scolpita.

Tra le immagini d’epoca che ripercorrono il dramma della città ferita dai bombardamenti, si vede in un momento più recente Padre Italo raccontare ai bambini di una scuola elementare le esperienze vissute in quel tragico periodo bellico; sono interessati i piccoli ascoltatori e la maestra testimonia la valenza di quanto proposto in un’efficace, spontanea sintesi di un piccolo scolaro: – Maestra, questa è la storia che ci piace studiare! –   Un momento di profonda riflessione che sicuramente Padre Laracca avrebbe messo in evidenza anche oggi.

Tanti gli impegni di questo infaticabile uomo di Dio: la realizzazione della Casa dell’Orfano che portava avanti con tanta fede e speranza, la cura dei malati, la valorizzazione del volontariato nella parrocchia di San Martino nella quale era parroco e nella quale faceva accoglienza e catechesi per gli adulti, anticipando e precorrendo i tempi. Quando è mancato, tutti hanno amaramente condiviso un triste pensiero: mo’ semo rimasti orfani davvero

Commovente rivedere le immagini del corteo funebre con una numerosa folla di fedeli commossi che seguiva il feretro lungo le vie di Velletri e ascoltare i coinvolgenti i versi a lui dedicati dai poeti veliterni.

Al termine del video, dal tavolo dei relatori coordinati da Giorgio Maggiore, la professoressa Barbara Martella, l’avvocato Renato Mammucari e il Vescovo della Diocesi di Velletri-Segni S.E. Mons. Vincenzo Apicella, hanno offerto ciascuno un proprio personale contributo nel ricordare la figura del religioso. La testimonianza di una conoscenza diretta della giovane professoressa Martella quando era bambina e Padre Laracca che era di casa, era per lei una figura familiare; in una sintesi efficacissima l’avvocato Mammucari raccomanda di far vedere il video ai giovani per assicurare un futuro al nostro presente, conoscendo il passato; colpisce il fatto che Padre Laracca sia stato precursore dei suoi tempi, fa notare il Vescovo aggiungendo che sicuramente il sacerdote si sarebbe divertito nel vedere il video, la vendita del quale, con una libera offerta, permetterà di raccogliere una somma da devolversi in beneficienza.

Sorrideva ieri Padre Italo dal Cielo: il suo insegnamento, le sue opere, il suo testamento morale e religioso sono fermi e ben radicati in questi fedeli che il 12 febbraio pregheranno per lui nella Parrocchia di San Martino durante la santa Messa che sarà celebrava dal Vescovo. Non sono rimasti orfani: Padre Laracca è ancora con tutti loro.

 

 

 

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Archivio

Le Notizie per Data

giugno: 2017
L M M G V S D
« Mag    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930