Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

Grottaferrata, dura denuncia di Andreotti e Europa Verde

Marzo 13
07:55 2022

Grottaferrata, dura denuncia di Andreotti e Europa Verde : “Giunta sfiduciata perché contraria al centro sportivo di Vascarelle”

             L’ex e nuovamente candidato sindaco fa fronte comune con i vertici regionali del partito ambientalista: “Contro di noi chi tutela altri interessi urbanistici, diversi dal bene comune”

“Con Europa Verde, partendo dalla annosa querelle urbanistica sui progetti di realizzazione di un centro sportivo polivalente che insistono sull’area di Vascarelle, abbiamo trovato numerosi punti comuni che ci vedono camminare nella stessa direzione che punta alla salvaguardia del territorio e a una reale rigenerazione urbana che non contempli ulteriore sfruttamento di suolo”.

Così il candidato sindaco di Grottaferrata, Luciano Andreotti a latere dell’incontro avvenuto presso il Social Club di via Gregorio di Tuscolo, storico quartier generale del comitato #Andreotti2022 con il portavoce regionale di Europa Verde, Filiberto Zaratti, il consigliere regionale Marco Cacciatore e il referente cittadino di Europa Verde, Angelo Viticchiè, già sindaco della città nei primi anni Duemila sfiduciato per la sua volontà di un nuovo Piano Regolatore a misura delle bambine e dei bambini.

All’incontro ha preso parte una importante cornice di cittadini interessati alla questione.

VITICCHIÉ: “URBANISTICA RIMANE SNODO DI INTERESSI CONTRO LE GIUNTE. VENT’ANNI FA COME OGGI” – “Mi avvicinano a Luciano una stima e una comunione di vedute dal punto di vista amministrativo, in particolar modo per quel che concerne la salvaguardia del territorio, delle sue bellezze e delle sempre più preziosi aree verdi” dichiara Viticchié.

“È singolare – aggiunge l’ex sindaco e esponente cittadini di Europa Verde – come a distanza di quasi due decenni restino intatte le trasversali incrostature di interessi predominanti e purtroppo capaci di mettere in secondo piano e, allora come oggi, disarcionare con mezzucci la volontà politica chiara e onesta di chi amministra seguendo quello che deve essere l’unico interesse prevalente: la tutela del bene comune” conclude Viticchié.

EUROPA VERDE: APPOGGIO CONVINTO AD ANDREOTTI – “Appoggeremo convintamente Luciano Andreotti – comunicano gli esponenti regionali di Europa Verde, Zaratti e Cacciatore – perché nella sua recente esperienza da sindaco è stato fatto decadere proprio mentre si accingeva a bocciare il progetto per Vascarelle, valutate tutte le sue criticità e problematiche che lo rendono tutt’altro che auspicabile”.

“È un paradosso – aggiungono Zaratti e Cacciatore – che quelle forze della ex minoranza, impegnate a combattere contro questo insediamento, oggi si trovino a condividere lo stesso destino con chi invece lo promuove, così convintamente da aver voluto la fine della Giunta Andreotti, proprio per impedire che quel progetto fosse bocciato definitivamente”.

ANDREOTTI: “DA NOI POSIZIONE CHIARA. NON ABBIAMO AVUTO PAURA DI ANDARE A CASA PER TUTELARE IL BENE COMUNE” – Il candidato sindaco Luciano Andreotti, ringraziando Europa Verde per il sostegno e la comune visione su Vascarelle, ci ha tenuto a ricordare l’iter della vicenda nata e proseguita sotto le giunte Mori e Fontana.

“Ho inviato a inizio anno (4 Gennaio 2022) una lettera al commissario (protocollo 280) nella quale ho ricostruito l’iter storico dell’intera vicenda. Ho scritto al commissario come il progetto per Vascarelle ha destato e desti molteplici perplessità nella nostra comunità, nelle associazioni ambientaliste e culturali e nello stesso ex Consiglio Comunale”.

Perplessità e contrarietà – prosegue Andreotti – che attengono ad un progetto di Centro sportivo polifunzionale sovradimensionato ed impattante con il contesto ambientale entro cui sarà realizzato, in aree del Comune di Grottaferrata non urbanizzate. Un progetto privato che se realizzato di fatto, in termini di destinazione urbanistica e zonizzazione, andrebbe ad assorbire la quasi totalità della disponibilità degli indici di Piano che andrebbero ad essere localizzati solo in un area anziché spalmati in modo uniforme sull’intero territorio comunale, senza peraltro avere compensazioni di natura economica a vantaggio dell’Amministrazione” ha spiegato il candidato sindaco.

“Per queste ragioni, nell’ultima Commissione urbanistica consigliare regolarmente convocata per il giorno 02/12/2021 mi apprestavo a relazionare e a illustrare la posizione definitiva dell’ Amministrazione e della propria maggioranza di diniego sulla proposta del progetto SUAP in variante al PRG cosi come licenziato dalla Conferenza di Servizi Regionale. Con il parere negativo acquisito si sarebbe convocato il Consiglio Comunale tra la fine di dicembre 2021 e la prima metà Gennaio 2022. In quella sede si sarebbe proceduto ad esprimere il parere non favorevole sulla proposta di SUAP presentata dai privati. Va da se che i privati chiederanno di concludere l’iter tecnico-amministrativo nell’immediato o si avvarranno della richiesta della nomina di un Commissario ad Acta per vedere soddisfatti i loro diritti in assenza di un sindaco e di un Consiglio comunale eletti”.

“In sintesi sono queste le valutazioni che avremmo potuto esprimere in commissione:

1)     Richiesta al Tar di fissare una data per l’udienza

2)      Contrarietà a monetizzare gli standard dei parcheggi mancanti

3)     Verifica, anche attraverso visione materiale fotografico aereo da reperire, del reale stato delle aree interessate  giacché sembrerebbe emergere una serie di attività di movimenti terra nel tempo sull’area oggetto di variante urbanistica.

“È perciò che al commissario ho scritto, garantendo il massimo sostegno, di agire, come è nelle sue possibilità, affinché si eviti il rischio di veder sottratto alla comunità ulteriore terreno agricolo.

È notizia di questi giorni che il Comune, prendendo di fatto tempo, si sia costituito in giudizio al Tar per fare chiarezza. In realtà, di fatto, si sta demandando la decisione nelle mani del prossimo sindaco. In questo senso – afferma ancora Andreotti – la nostra linea è chiara. Dalla parte del rispetto della città, delle sue aree verdi e di una visione che non intende in nessun modo soggiacere a volontà altre collaterali a una politica che si dimostra vassalla di interessi privati anziché amministratrice dell’interesse pubblico”.

“Per questo come non abbiamo avuto paura di andare a casa in nome del bene comune e dei nostri valori sinceramente civici – conclude Andreotti – da quegli stessi valori e con quelle stesse convinzioni in materia di sviluppo e tutela del territorio di della nostra città ripartiamo. Con noi chi ama Grottaferrata e il futuro armonico e sano della comunità. Contro di noi su posizioni anche opposte ma convergenti sulle peggiori strategie chi, tradendo il suo stesso elettorato, in nome di altri interessi, dall’impegno preso con la città si è sottratto, sperando di farla franca. Ai cittadini ora l’ultima decisiva parola”.

 

 

Tags
Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”