Notizie in Controluce

“150 Volte Italia”

 Ultime Notizie

“150 Volte Italia”

17 Marzo
18:03 2011

La cerimonia, tenuta all’interno di Palazzo Colonna per le avverse condizioni meteo, ha visto i presenti, in un momento importante per Marino come per l’Italia intera, uniti da un’unica emozione, animata da un forte senso di unità e appartenenza ad un grande Paese « per costituire il quale – ha dichiarato il Sindaco – uomini ma anche da donne, hanno sognato, creduto, combattuto e pianto. Per la difesa e l’affermazione dei loro ideali e per rendere dignità e diritti ad una terra, allora teatro di scontri tra potenze. Per trasformarla in un unico grande cuore, quello di uno Stato libero e unito».

Alla cerimonia, insieme ai tantissimi cittadini che hanno risposto all’invito delle Autorità Comunali e del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, molti componenti la Giunta ed il Consiglio come gli assessori Stefano Cecchi, Otello Bocci e Salvatore Guerra ed i consiglieri Mario Tisei, Cinzia Minucci, Piero Zomegnan, Augusto Manni, Marco Rapo e Franco Bartoloni.

Presente la ProLoco Marino centro con Massimo Lauri, le associazioni A.N.P.P.I.A. e A.N.P.I. con Leopoldo Martini e Nilo Rizzo, l’associazione nazionale Carabinieri in congedo, i rappresentanti delle Forze dell’Ordine locali e dell’Esercito Italiano con il Gen.Di Bello, la Croce Rossa Italiana sezione di Marino, le Guardie Zoofile, le associazioni culturali Lo Storico Cantiere, Per l’Europa dei Comuni e I Castellani di Vittoria Colonna. A rappresentare il Corpo di Polizia Locale in questa importante celebrazione il Ten. Monica Palladinelli. Per la Provincia di Roma il consigliere Ugo Onorati mentre la circoscrizione Marino centro ha visto la presenza del presidente Giorgio Moretti. Hanno benedetto l’evento Monsignor Pietro Massari, abate parroco della Basilica di San Barnaba e Don Bruno Meneghini, parroco di San Giuseppe a Frattocchie che hanno invitato i presenti ad un momento di riflessione e raccoglimento sui valori e la ricchezza dell’unità.

Nel suo discorso, arricchito dai cenni storici più importanti che hanno fatto da cornice alla costituzione dello Stato Unitario Italiano, il Sindaco ha ricordato le grandi figure che hanno segnato la storia d’Italia, anche prima del 1861, così come non ha voluto omettere il ricordo dei tanti cattolici che hanno contribuito alla crescita di Marino nella storia dell’Italia unita. Su tutti Monsignor Guglielmo Grassi, Zaccaria Negroni e l’ esule istriano dalmata Don Giovanni Lovrovich.

«E’ dunque anche per queste infinite e profondissime ragioni storiche – ha detto Palozzi – che, alla fine di questo mio primo mandato da Sindaco, consegnando la nostra città a nuove elezioni, vorrei davvero che al di là del naturale confronto che sta già animando le fazioni in campo, si tenesse conto del fatto che queste nostre elezioni amministrative non capitano in un anno qualsiasi. La Storia, infatti, speriamo possa ricordare questo 2011 italiano come l’anno della ritrovata unità del Paese. Come l’anno del Tricolore di tutti gli italiani».

Al termine della cerimonia, nonostante la pioggia, il Sindaco, insieme alle Autorità civili, militari e religiose e alla Fanfara dei Carabinieri di Guidonia Montecelio, ha deposto la corona d’alloro al Monumento ai Caduti di piazzale degli Eroi.

Marino, 17 marzo 2011

Articoli Simili