Notizie in Controluce

A proposito di giovani, mettiamo in evidenza un paio di iniziative interessanti

 Ultime Notizie

A proposito di giovani, mettiamo in evidenza un paio di iniziative interessanti

A proposito di giovani, mettiamo in evidenza un paio di iniziative interessanti
Luglio 31
12:18 2020

Dico ai giovani: non pensate a voi stessi, pensate agli altri. Pensate al futuro che vi aspetta, pensate a quello che potete fare, e non temete niente. Non temete le difficoltà: io ne ho passate molte, e le ho attraversate senza paura, con totale indifferenza alla mia persona. – Rita Levi Montalcini – Premio Nobel per la medicina.

A proposito di giovani, mettiamo in evidenza un paio di iniziative interessanti.

Esiste, presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale. Il Dipartimento è la struttura di supporto al Presidente del Consiglio dei Ministri per la promozione e il raccordo delle azioni di Governo volte ad assicurare l’attuazione delle politiche in favore dei giovani ed in materia di servizio civile universale. Vale la pena consultarlo e parlarne, anche tra i non addetti ai lavori, a scopo puramente informativo.

Con l’obiettivo di definire un “Piano giovani 2021”, 17 Associazioni giovanili composte da studenti e giovani professionisti impegnati a progettare il futuro del Paese, riunite nella Rete Officine Italiane, propongono una lettera aperta a tutte le realtà giovanili che vogliano far sentire la propria voce; una lettera al Presidente del Consiglio e al Governo per chiedere loro di essere ascoltati e supportati in un percorso collaborativo nei prossimi mesi e infine un Documento di lavoro che permetta, come rete, di identificare Obiettivi e Indicatori ben precisi sui quali chiedere l’impegno e l’azione delle Istituzioni. Sostenibilità, Inclusione e Innovazione sono i capisaldi della proposta. Il testo delle Lettere e del Documento è scaricabile dal sito https://www.officineitalia.org/rete. Per entrare a far parte della rete e aderire all’iniziativa tutte le realtà giovanili sono invitate a manifestare il prorpio interesse con una mail a: <rete@officineitalia.org>.

Tralasciando il contenuto delle lettere, Velletri 2030 accoglie con interesse il Documento di lavoro – Piano Giovani 2021, strutturato in modo simile al Documento Velletri 2030 “Misuriamo la Comunità – edizione 2019” ( PDF ). I Temi Chiave sono raggruppati in tre Macro Aree e per ogni Tema Chiave sono definiti degli Indicatori. La Macro Area Sviluppo Sostenibile include i Temi Chiave “Economia circolare e gestione dei rifiuti” e “Transizione energetica e mobilità intelligente”. La Macro Area Società Inclusiva include i Temi Chiave “Allineamento tra scuola e mercato del lavoro”, “Agile inserimento lavorativo dei giovani”, “Capacità attrattiva dell’Italia per i giovani under – 35”, “Canali e meccanismi di rappresentatività per i giovani under – 35”. La Macro Area “Cultura dell’Innovazione” include i Temi Chiave “Digitalizzazione”, “Imprenditorialità giovanile e sostegno all’indipendenza economica”, “Rilancio strategico della ricerca”. Consultandolo si rintracciano similarità tra gli Indicatori proposti nel Documento “Piano Giovani 2021” e il Documento di Velletri 2030 “Misuriamo la Comunità”.

Come è stato sottolineato anche nel corso di un dibattito in occasione della presentazione del Documento di Velletri 2030 a tutta la cittadinanza e ai vertici dell’Ammnistrazione, sabato 22 Febbraio, 2020, il Documento propone degli Indicatori per poter misurare il ritorno delle scelte politiche. La responsabilità di condurre questa operazione spetta alla classe politica, ma anche a tutta la società, applicando il concetto di “bilancio partecipato”. Di seguito, ricordiamo le principali proposte di Velletri 2030 al riguardo:

  • emanazione di un atto di indirizzo da parte dell’Amministrazione che citi la volontà nel conseguimento dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) e dei relativi Target, come fatto dalla Presidente della Commissione europea verso i commissari e i vicepresidenti;
  • inserimento della valutazione d’impatto sugli SDGs in tutte le nuove proposte di spesa del Documento Unico di Programmazione (DUP);
  • potenziamento degli strumenti analitici di valutazione ex-ante ed ex-post delle azioni inserite nel Documento Unico di Programmazione, per assicurare la coerenza dei diversi interventi rispetto all’Agenda 2030.

Nulla di impossibile, ma serve volontà politica, capacità di coordinamento dei diversi uffici, pressione da parte dell’opinione pubblica e della società civile.

Per i giovani che hanno a cuore il tema dello Sviluppo Sostenibile, è disponibile la documentazione parlamentare “L’Agenda Globale per lo Sviluppo Sostenibile” della Camera dei Deputati, link: https://temi.camera.it/leg18/agenda.html  Una fonte istituzionale che raccoglie gli atti parlamentari sul tema, il più possibile scevra di coloriture politiche.

Formare oggi giovani studenti per avere domani professionisti e manager sensibili alle tematiche ESG (Environmental, Social and Governance) che riguardano cioè l’ambiane, il sociale e la corretta conduizione d’impresa è l’obiettivo della neonata IASE (International Association for Sustainable Economy). Tante sono le opportunità di lavoro in questo campo. I terminin “Agenda 2030” e “Sviluppo Sostenibile” sono ricorrenti nel Documento che raccoglie le conclusioni adottate dal Consiglio europeo nella riunione del 17 – 21 luglio, e a cascata si ritrovano nell’Agenda del governo italiano.

Guardiamo al futuro con fiducia. Scopriamo il mondo della scienza con il Progetto NET (scieNcE Together). Partecipiamo alle “Notti di scienza” al Cinevillage di parco Talenti. La cultura in periferia e nei centri di aggregazione è ciò di cui i nostri giovani hanno bisogno. Nel silenzio assordante delle scuole, chiuse e relegate ai margini di una incoerente programmazione didattica, anche la scienza che invade i teatri all’aperto in periferia diventa necessaria. Un invito allo studio, alla competenza e all’analisi di cui le nuove generazioni hanno bisogno. Velletri 2030 auspica la promozione di analoghe iniziative anche nei diversi Comuni che compongono la Città metropolitana di Roma Capitale.

Tags
Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento