Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

Afghanistan: un bambino ogni cinque ore ucciso o mutilato negli ultimi 20 anni di guerra

Agosto 31
11:19 2021

Afghanistan: Save the Children, un bambino ogni cinque ore ucciso o mutilato negli ultimi 20 anni di guerra. Il bilancio è di quasi 33.000 minori, vittime dirette del conflitto.

L’Organizzazione chiede alla comunità internazionale di sostenere i bambini con cibo, acqua pulita, riparo e istruzione per non vanificare gli sforzi degli ultimi 20 anni

 

In Afghanistan, negli ultimi 20 anni, quasi 33.000 bambini sono stati uccisi e mutilati, con una media di un bambino ogni cinque ore. Questo è quanto riporta Save the Children – l’Organizzazione internazionale che da oltre 100 anni lotta per salvare i bambini a rischio e garantire loro un futuro – sottolineando come questi numeri siano una dimostrazione devastante delle conseguenze letali della guerra sulla vita dei bambini, mentre le ultime forze militari internazionali si sono ritirate da Kabul.

Secondo Save the Children, il numero reale di bambini che sono stati vittime dirette del conflitto è probabilmente molto più alto delle 32.945 stimate[1], cifra che non include i minori morti a causa di fame, povertà e malattie in quel periodo.

Anche prima della recente escalation di violenze, quasi la metà della popolazione in Afghanistan, tra cui quasi 10 milioni di bambini, dipendeva dagli aiuti umanitari per far fronte alla crisi esacerbata da siccità, dalla terza ondata di Covid-19 e dal conflitto e già si prevedeva che quest’anno la metà dei bambini di età inferiore ai cinque anni avrebbe sofferto di malnutrizione acuta.

“La cruda verità è che insieme agli ultimi aerei militari lasceranno il paese anche l’attenzione, la copertura mediatica e il supporto che l’Afghanistan ha ricevuto nelle ultime settimane. Ma mentre il resto del mondo va avanti, milioni di bambini afgani andranno a dormire affamati, soffrendo e senza sapere cosa riserva loro il futuro. Ciò che rimane dopo 20 anni è una generazione di bambini le cui intere vite sono state distrutte dalla miseria e dalla guerra e la sofferenza della popolazione negli ultimi due decenni è inimmaginabile. Ogni bambino nato e cresciuto in Afghanistan non ha conosciuto altro che il conflitto e ha vissuto con la certezza che gli esplosivi potessero esplodere in qualsiasi momento o che le bombe potessero cadere dal cielo. Hanno visto i loro fratelli morire di fame, di povertà o per malattie. In questo momento migliaia di famiglie che sono state costrette a fuggire dalle loro case vivono all’aperto senza nemmeno una coperta per proteggersi dal rigido inverno che li attende. Uno scenario infernale che sta avendo luogo davanti ai nostri occhi” ha dichiarato Hassan Noor, direttore regionale di Save the Children per l’Asia.

“L’esercito ha lasciato il Paese ma chiediamo urgentemente alla comunità internazionale di rimanere e sostenere i bambini in Afghanistan con cibo, acqua pulita, riparo e istruzione perché se questo non accadrà gli sforzi degli ultimi 20 anni saranno davvero stati vani. Esortiamo la comunità internazionale a continuare a sostenere il lavoro delle ONG nazionali e internazionali nel loro lavoro vitale per raggiungere i più vulnerabili, comprese le decine di migliaia di famiglie che hanno lasciato l’Afghanistan. Chiediamo, inoltre, alle nuove autorità di garantire alle organizzazioni umanitarie un accesso sicuro, senza restrizioni e incondizionato per supportare chi ha più bisogno il prima possibile. I bambini e le loro famiglie in Afghanistan devono affrontare la siccità, il Covid-19 e un rigido inverno: non c’è tempo da perdere”.

Save the Children è un’organizzazione indipendente, imparziale e politicamente neutrale che opera in Afghanistan dal 1976 con interventi salvavita per i bambini e le loro famiglie in tutto il Paese che ha ora dovuto sospendere temporaneamente. L’Organizzazione ha fornito servizi sanitari, di accesso all’educazione e protezione dell’infanzia, di nutrizione e sussistenza, raggiungendo oltre 1,6 milioni di afghani nel 2020.

[1] Dati UN. Circa 32.945 bambini sono stati uccisi o mutilati tra il 2005 e la metà del 2021. Tra l’inizio del 2020 e la metà del 2021 sono morti 4.301 bambini, di cui 806 morti a causa delle violenze.

 

Per ulteriori informazioni:

Tel. 06-48070063/81/82
ufficiostampa@savethechildren.org
www.savethechildren.it

Tags
Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Agosto: 2021
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

Alcuni libri delle “Edizioni Controluce”