Notizie in Controluce

Ai Castelli Romani si celebrano le Olimpiadi dei parchi

 Ultime Notizie

Ai Castelli Romani si celebrano le Olimpiadi dei parchi

05 Giugno
23:00 2007

Ideate dal CTS, associazione ambientalista particolarmente vicina al mondo dei giovani, le Olimpiadi dei Parchi sono state il momento conclusivo di un ampio progetto nazionale di educazione ambientale, destinato alle scuole, cui hanno collaborato l’associazione Carta Giovani, il Ministero della Solidarietà Sociale, il Ministero dell’Ambiente e la Federparchi.
Il progetto in questione, finalizzato ad incentivare l’attività sportiva all’aria aperta ed in particolare nei parchi, si chiama GASP (Giovani Sport e Aree Protette) acronimo forse premonitore, per gli ironici inventori, dello sgomento sopraggiunto agli allievi più pigri di fronte alla prospettiva di corse, arrampicate e pedalate in campagna.
Al di là delle meritorie implicazioni salutistiche del muoversi di più e del respirare aria buona, l’iniziativa di CTS ha inteso rafforzare il legame delle nuove generazioni con il loro territorio incentivando, con gli strumenti miracolosi del divertimento e dell’agone sportivo, la conoscenza delle aree protette che di tale territorio racchiudono le valenze naturalistiche e culturali più originali e preziose. “Ci si svaga e contemporaneamente s’impara” afferma Stefano Di Marco, Vicepresidente Nazionale di CTS “e, attraverso un’occasione sicuramente piacevole, lo studente rafforza il legame con il proprio territorio, sviluppa la propria coscienza ecologica e matura il proprio spirito di aggregazione sociale”. Le aree protette, insomma, non sono solo luoghi di natura protetta, ma sedi ideali, nel loro patrimonio di valori materiali e immateriali, per la promozione della socialità, nello spirito di una sempre più ampia e fluida integrazione.
Così, nel verde Parco Regionale dei Castelli Romani, circa 1000 giovani studenti, delle classi laziali partecipanti al progetto, si sono affrontati in indimenticabili tenzoni en plein air delle Olimpiadi dei Parchi; ancora, hanno stretto nuove amicizie e, sotto le mentite e gradevolissime spoglie del gioco, hanno assimilano i contenuti strategici della sostenibilità.
Tutti quanti gli “atleti”, sottobraccio, avevano la guida “Sport in punta di piedi”, pubblicazione figlia di GASP nella quale interessanti schede tecniche introducono i neofiti a quelle discipline sportive entusiasmanti ed allo stesso tempo rispettose dell’ambiente.
“Questa iniziativa“ spiega Francesco Paglino responsabile Scuola ed Educazione del CTS “che intendiamo replicare e potenziare nei prossimi anni, fa parte di un più vasto programma che la nostra associazione intende portare avanti per promuovere lo sport all’interno del sistema dei parchi e delle riserve. L’obiettivo è duplice: da un lato promuovere l’aggregazione giovanile attraverso la pratica sportiva, dall’altro far conoscere ai giovani i nostri parchi esaltando la funzione sociale che queste aree possono assolvere”.

Articoli Simili