Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

ALBANO LAZIALE: SECONDO INCONTRO CON IL PROF. ALDO ONORATI – DOMENICO REA

ALBANO LAZIALE: SECONDO INCONTRO CON IL PROF. ALDO ONORATI – DOMENICO REA
Gennaio 21
22:07 2023

Sono continuati nel Museo Civico di Villa Ferrajoli ad Albano Laziale, gli incontri previsti nell’ambito del programma  “Grandi Autori Italiani raccontano il Novecento” del Circolo Letterario, giunto quest’anno alla XVII^ edizione, un progetto a cura di Aldo Onorati e Francesca Ginestra.

Il noto autore castellano, moderato da Angela Rita, ha intrattenuto il numeroso pubblico intervenuto il 19 gennaio, presentando Domenico Rea e il suo romanzo Ritratto di Maggio.

Bene lo ha conosciuto Onorati, presentandolo come suo amico, con poche sapienti pennellate: elegante, generoso Rea amava esprimersi con dialetto napoletano; amava le donne, ammirava i suoi colleghi scrittori dei quali parlava elogiando i loro scritti, le loro opere e ai quali era legato con un sincero rapporto di amicizia.  Non era ipocrita e con alcuni i rapporti s’interruppero per la sua schiettezza.

Fu uno scrittore di racconti, Rea, in un periodo e in un contesto letterario nel quale si pubblicavano soprattutto romanzi; eppure, fa notare Onorati, la narrativa italiana è principalmente legata ai racconti, a partire dal Decamerone. Rea era un creatore di storie che utilizzava tutti e cinque i sensi – soprattutto l’olfatto – nella descrizione, nella narrazione, portando il lettore a vivere quelle sensazioni anche fisiche, attraverso le quali erompeva la  creatività del suo pensiero.  Una potenza descrittiva la sua.

Nato nel ’21, la mamma levatrice, il papà militare, da Napoli si erano trasferiti a Nocera Inferiore: là aveva vissuto  la sua infanzia in epoca  fascista, senza però lasciarsene coinvolgere.

Successivamente s’iscrisse, al partito comunista, allontanandosene, dopo i fatti d’Ungheria. Il dopoguerra aveva portato in lui un fermento  e un cambiamento che si tradusse in un estro letterario vivacissimo, vicino alla plebe, al popolo in una trasformazione della realtà, attraverso la scrittura. Uno sconvolgimento che lo legava alla terra, all’essenza della vita, in un terremoto sensoriale che travolgeva formalità e apparenze attraverso una potenza descrittiva carica di ironia.  Da Spaccanapoli, grande successo, ad altri suoi lavori letterari che però non hanno rispondenza nelle vendite:  arriva così  una stasi nella sua creatività letteraria. Nel  1953 scrive Ritratto di maggio ambientato in una scuola napoletana del dopoguerra nella quale le differenze di classe sono ben rimarcate: non ha scopi pedagogici – educativi questo lavoro letterario di Rea, sottolinea il prof. Onorati, ma mette in risalto una copiosa attività descrittiva che rimarca ciascun particolare,  che denota nei comportamenti dei personaggi l’ingiustizia di privilegi o svantaggi d’essere nati in un contesto sociale più o meno favorevole. Non si fondono e non s’incontrano queste classi sociali: tutto è già destinato, scritto in un destino che non cambia, in un’immobilità storica.  Questo il succo amaro del libro, conclude il relatore, nonostante vi siano brani e personaggi umoristici e scene di comicità.

Risalta tra le pagine il determinismo di Rea ancorato all’immobilismo del presente, della natura, aspetto negativo della vita che, anche in altre sue opere viene a galla.

Vola il tempo mentre Aldo Onorati mette in campo tutta la sua capacità oratoria fatta di gestualità, mimica, ironia e umorismo… per concludersi con i versi immortali del grande Padre della nostra letteratura: Dante Alighieri.

Che dire? Non vediamo l’ora d’esser presenti al prossimo incontro che avrà luogo alle ore 17 00 nella Sala Nobile di Palazzo Savelli il  16 febbraio 2023: Piero Chiara e La stanza del Vescovo saranno il nuovo interessante argomento letterario della serata.

 

 

 

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Gennaio 2023
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”