Notizie in Controluce

Alla «Don Morosini» cena di fine anno con i prodotti della terra

 Ultime Notizie

Alla «Don Morosini» cena di fine anno con i prodotti della terra

28 Giugno
11:22 2013

MARINO – Festa grande lo scorso 27 giugno per la scuola dell’infanzia Don Morosini dove, in occasione della chiusura dell’anno scolastico, la dirigente Carmela Crea e le insegnanti hanno organizzato insieme ai genitori dei piccoli ospiti della struttura educativa di Santa Maria delle Mole, una serata insieme. Per tracciare un bilancio delle attività dell’anno appena concluso e programmare quelle future ma anche per i saluti reciproci in vista delle vacanze estive e un abbraccio ai piccoli che l’anno successivo entreranno nella primaria. A rappresentare l’Amministrazione comunale l’assessore alla Pubblica Istruzione Arianna Esposito che ha condiviso il momento di festa con genitori e insegnanti complimentandosi per il clima di giovialità e serenità che si respira all’interno del centro dell’infanzia e per la qualità del programma didattico attivato. «Un impegno e una serietà professionale – ha affermato – che fondato su lavoro, educazione, accoglienza e comprensione, è testimoniato dalla gioia dei piccoli di essere qui stasera, a giocare ancora insieme. Vi seguiremo, come abbiamo sempre fatto finora – ha aggiunto – in tutti i vostri percorsi e le iniziative che vorrete proporci. Per crescere e vivere, ogni giorno di più in armonia e condivisione, il mondo della scuola. Insieme ai nostri piccoli».
Ad accompagnarla Giuseppe Bartolozzi, assessore alla Promozione e Valorizzazione del Territorio, promotore del progetto degli Orti Sinergici. «Da tre anni attivo e produttivo nella scuola dell’infanzia su un terreno di circa 60 metri quadri – ha detto soddisfatto – il programma permette ai bambini di imparare a dissodare, arare, seminare, curare, raccogliere prodotti della terra. In un percorso pedagogico di educazione e avvicinamento all’ambiente e al ruolo primario dell’agricoltura nella storia del nostro territorio, capace di collegarli alla cultura dell’alimentazione e alle radici della nostra storia».
A seguire da vicino le attività dei piccoli e dei loro genitori, ai quali Palazzo Colonna ha offerto un corso di primo livello di agricoltura sinergica Anna Fanton, docente Agricoltura Sinergica Emilia Hazelip, scuola internazionale di agricoltura naturale.
«Prendersi cura della terra e vedere i suoi frutti crescere – ha spiegato apprezzando l’Amministrazione per la sensibilità nel comprendere la grande valenza educativa per i bambini legata alla coltivazione di un orto – è per i piccoli fonte di gioia e benessere psico-fisico. La responsabilità e l’attenzione impiegate nella cura del terreno che produce varietà biologiche tutte diverse che convivono tra loro sulla base del principio dell’autofertilità del suolo, aiutano i bimbi, che lavorano insieme, a collaborare tra loro. Nel rispetto e nell’accoglienza reciproca e con la volontà di assaggiare tutti i prodotti nati da un piccolo seme e coltivati con amore».
«Le installazioni realizzate sono permanenti e – conclude Bartolozzi – quale laboratorio di agricoltura naturale e di educazione alimentare, potranno continuare ad essere usate anche in futuro. Ringrazio la dottoressa Fanton per la preziosa collaborazione così come il dirigente scolastico e gli insegnanti, per aver dedicato tempo, professionalità e attenzione ad un settore strategico per il nostro territorio quale l’agricoltura».

Articoli Simili