Notizie in Controluce

Anche la CRUI ritiene opportuna la formazione “immediata” dei 7.000 idonei. Cosa stanno aspettando i Ministri?

 Ultime Notizie
  • Pomezia, bandiere a mezz’asta in ricordo di Willy Monteiro Duarte Pomezia, bandiere a mezz’asta in ricordo di Willy Monteiro Duarte nel giorno dei suoi funerali. Il cordoglio dell’Amministrazione comunale   Il Comune di Pomezia aderisce all’iniziativa lanciata da Anci Lazio....
  • A ROCCA DI PAPA LE SCUOLE RIAPRONO IL 14 SETTEMBRE Come già assicurato in più occasioni, confermo la riapertura delle scuole comunali di Rocca di Papa per lunedì prossimo, 14 settembre. Le polemiche alimentate in queste ultime settimane di campagna...
  • Festival ArteScienza: dal 15 settembre gli appuntamenti al Goethe-Institut Rom Accelerazione||Decelerazione Roma, 8 settembre – 4 ottobre, 4 dicembre 2020   Dal 15 settembre il Festival ArteScienza al Goethe-Institut Rom. Fino al 25 settembre tutti i giorni, concerti/installazione con gli...
  • Gabbarini: “A Genzano le scuole riaprono con tante incertezze Gabbarini: “A Genzano le scuole riaprono con tante incertezze. In ritardo lo scuolabus ai Landi”  “A dispetto di quello che sta avvenendo in molti Comuni anche dei Castelli Romani, dove...
  • Cena con Delitto Rock Una cena avvolta nel mistero. Arriva domani la Cena con Delitto Rock. 12 Settembre RedRock via del Casale Santarelli 123 Ingresso gratuito   Una serata tinta di giallo, avvolta nel...
  • La campanella suona ancora!  Pochi semplici suggerimenti rivolti ai genitori per sostenere i propri figli nella ripresa delle attività scolastiche   Dopo mesi di prolungata sospensione delle attività scolastiche in presenza, la scuola riapre...

Anche la CRUI ritiene opportuna la formazione “immediata” dei 7.000 idonei. Cosa stanno aspettando i Ministri?

Anche la CRUI ritiene opportuna la formazione “immediata” dei 7.000 idonei. Cosa stanno aspettando i Ministri?
Maggio 09
10:38 2020

Più volte abbiamo osservato la Ministra Azzolina esporsi a favore dei docenti di sostegno, ruolo che in un passato recente ha anche svolto.

Allora ci chiediamo se la memoria della Ministra dell’Istruzione sia così breve, non è forse al corrente dei disagi che molti alunni con disabilità hanno nell’essere inseriti in classi prive di docenti specializzati? Solo quest’anno circa il 50% delle cattedre sono state affidate a docenti privi di titolo specifico, questo fenomeno è costretto a peggiorare con i pensionamenti e i passaggi di cattedra (tutti i docenti entrati con la Buona Scuola di Renzi hanno raggiunto il vincolo dei 5 anni e possono passare sulla disciplina); molte scuole, quindi, rischieranno di non avere neanche un docente specializzato per guidare le azioni dei docenti di sostegno.

In una situazione di tale drammaticità, la formazione di circa 7.000 docenti non dovrebbe passare inosservata.

Gli idonei del IV ciclo hanno già superato tutte le prove selettive e devono rientrare di diritto nel V ciclo. Il V ciclo è già stato rinviato per ben due volte, da aprile a maggio e poi a settembre/ottobre. Il riacutizzarsi dell’emergenza medico-sanitaria potrebbe compromettere lo svolgimento delle prove selettive per il V ciclo; i circa 26.000 docenti potrebbero non essere formati secondo le tempistiche indicate, ovvero entro luglio 2021, come previsto dal decreto. Questo trauma didattico deve essere attenuato dalla formazione degli idonei, circa 7.000 docenti, che avendo già superato tutte le prove di accesso potrebbero iniziare il corso in DAD (Didattica a Distanza). Si ricorda che il corso è composto da diverse parti: lezioni teoriche, laboratori, tirocinio diretto e indiretto e TIC (Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione). Sia le lezioni teoriche che le TIC (dove è previsto l’utilizzo del PC) potrebbero essere erogati a distanza in attesa che la situazione emergenziale migliori e si possa terminare il corso in presenza.

L’idea di iniziare il corso in DAD è condivisa dagli atenei, come dimostra la nota della Prof.ssa Margherita Musello, Direttrice del corso nell’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa:

https://www.unisob.na.it/universita/dopolaurea/news/avviso.asp?vr=3&id=20859

Allora ci chiediamo: se la Conferenza dei Rettori Italiani (CRUI) è favorevole all’inclusione e quindi alla formazione immediata degli idonei che potrebbero essere utilizzati nelle scuole a partire dall’a.s. 2021/22, chi rallenta i processi inclusivi? È forse il Ministro dell’Istruzione, la Prof.ssa Lucia Azzolina che il sostegno lo conosce bene? O piuttosto il Ministro Gaetano Manfredi che con il CRUI dovrebbe aver un proficuo e costante confronto?

L’inclusione necessita di un Decreto Ministeriale che autorizzi l’avvio delle lezioni per gli idonei in DAD, i Ministri ci facessero capire per quale motivo in un sistema scolastico che galoppa con l’e-learning solo i 7.000 idonei restano al palo, con il rischio di compromettere significativamente l’inclusione scolastica per i prossimi anni. Noi siamo pronti per formarci e loro che intenzioni hanno? Che risposte intendono dare agli studenti con disabilità?

 

GISS Italia – Idonei TFA sostegno

idoneitfasostegno@gmail.com

Tags
Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento