Notizie in Controluce

Andrea Troiani

 Ultime Notizie

Andrea Troiani

Andrea Troiani
11 Luglio
02:00 2008

Nato nel 1923 a Frascati, aveva militato nella Gioventù Cattolica come Delegato Lavoratori negli anni ’40. Nel 1947 (dopo la nascita della GIOC a livello nazionale – Gioventù Italiana Operai Cristiani – nel 1945) , lui fu tra i fondatori (con don Buttarelli, d.Salnitro, e altri) e primo presidente della sezione di Frascati di cui è stato dirigente fino alla morte avvenuta il 21 giugno del 1988. Compito della GIOC a Frascati era quello di “accogliere i giovani, reduci dal lavoro, nel sottrarli ad ambienti nocivi, nell’educarli nello spirito e nel ricrearli”, data la preoccupazione dovuta allo stato di abbandono morale e materiale dei giovani’ conseguente al dopoguerra.
La GIOC iniziò con un primo nucleo che si riuniva presso il ‘muretto’ (ora non più esistente) di via Piccolomini, e successivamente nella sede che gli concesse il vescovo ausiliare mons. Budelacci nel ricostruito seminario di piazza del Gesù dove restò ubicata fino agli inizi degli anni ’90, anche se ormai non era più da tempo un’associazione di giovani operai ma una squadra di calcio giovanile in seguito affiliata al Frascati calcio.
I giovani della Gioc, nel 1948, erano circa una settantina, mentre l’associazione andava qualificandosi negli anni successivi nelle attività ricreative e sportive ampliando i suoi programmi iniziati con due squadre di calcio: la ‘Gioc prima’ e la ‘Gioc seconda’ nel 1948/49. Andrea Troiani ne fu lungamente animatore e ci teneva che i ‘suoi’ ragazzi avessero sempre un’integra coscienza morale e una dirittura sopirituale, per questo spesso chiedeva che la diocesi mettesse a disposizione, per quanto possibile, qualche sacerdote.
‘Assistenti’ della Gioc di Frascati furono dapprima i suoi ‘fondatori’ (don Giuseppe Buttarelli, don Filiberto Salnitro, don Giovanni Busco) e, negli ultimi tempi (anni ’80) don Salvatore Busco. Troiani, qualche settimana prima di morire aveva avuto un colloquio col presidente diocesano dell’AC nella prospettiva di riprendere qualche contatto con la GIOC nazionale.
Da circa un anno nel 1987 era stato eletto nel comitato di segreteria della Consulta diocesana per l’apostolato dei laici ed in essa era tra coloro che più si impegnavano, con umiltà ma anche con fermezza a sostenerne l’impegno e a condividerne le difficoltà.
Esortava ad andare avanti sempre nonostante le difficoltà, per la ricostituzione di una collaborazione più intensa dell’associazionismo diocesano onde rinnovarne e sostenere le linee pastorali. L’azione, avviata abbastanza positivamente nel 1986/87 , continuerà con diversi momenti di studio e di riflessione per altri 7 anni.
Di Andrea molti ricorderanno sempre la sua disponibilità all’impegno nell’associazionismo oltre che nel suo lavoro e soprattutto la sua sempre limpida fiducia cristiana. Era noto il suo modo di dire, nelle circostanze in cui qualcuno si fosse trovato in difficoltà: “abbi fede, fratè…”!

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento