Notizie in Controluce

Apprezzamenti per la prima edizione del Bacco Jazz Festival

 Ultime Notizie

Apprezzamenti per la prima edizione del Bacco Jazz Festival

10 Luglio
12:44 2011

L’evento, organizzato dall’Associazione Bacco Jazz di Ivan Galea in collaborazione con l’assessorato all’Ambiente della Regione Lazio, l’assessorato alla Cultura del Comune di Marino e il Parco Regionale dei Castelli Romani, infatti, gode del patrocinio di ben quattordici Comuni dell’area dei Castelli Romani (Marino, Frascati, Ariccia, Grottaferrata, Velletri, Genzano, Albano, Nemi, Colonna, Lariano, Lanuvio, Rocca Priora, Rocca di Papa, Monte Compatri), della Provincia di Roma e della Regione Lazio.
Per questo il bacco Jazz Festival è considerato l’evento estivo più aggregativo e originale del territorio, verso il quale ha fin da subito scommesso il sindaco della città di Marino Adriano Palozzi che si è fatto promotore di un evento, mai realizzato nell’intero Lazio.
L’evento viene già definito come l’alterego di Umbria Jazz: una vera e propria cittadella del Jazz avvolta da selezionatissimi stand enogastronomici e di artigianato delle più rinomate aziende del territorio. Una cornice culturale di rilievo.
La manifestazione ha come obiettivo la trasmissione di un messaggio di “condotta” nel rispetto dell’ambiente del Parco e del territorio laziale di cui facciamo parte. Il jazz si sposa con la natura e col vino e i nostri migliori prodotti tipici: un ensemble armonico, raffinato e affatto invasivo all’interno di un patrimonio naturalistico tutto da rilanciare.
Suggestivo il concerto serale di ieri (sabato 9 luglio), dove ad esibirsi è stato Gianni Oddi, lo storico primo Sax Alto dell’Orchestra di Musica Leggera della RAI di Roma, che si è esibito con la sua orchestra regalando come special guest il leggendario sassofonista Tony Fromichella.
Oddi ha collaborato con artisti e direttori d’orchestra tra i quali: L. Minnelli, J. Lewis, R. Charles, S. Davis Jr., G. Ferrio, B. Canfora, N. Piovani, B.Tommaso, D. Gillespie, G. Evans, G. Russell, M. Westbrook, J.Lewis, C. Bolling. Ha fatto parte dei “Saxes Machine”, gruppo di sassofoni diretto da B. Biriaco.
Suoni morbidi e improvvisazioni attribuibili soltanto a poche visrtuose big band di jazz in Italia, l’orchestra era avvolta dalle luci suggestive di Marino. Grandi performance nella giornata di chiusura (domenica 10 luglio): da Renato Carosone in Jazz, all’ensamble Castelli Jazz Collective. La prossima edizione del Bacco Jazz Festival è già in previsione e viene contesa e corteggiata anche dagli altri Comuni dell’hinterland.

Articoli Simili