Notizie in Controluce

arriva in Italia l’Escape Room dell’UE dedicata ai diritti dei consumatori

 Ultime Notizie

arriva in Italia l’Escape Room dell’UE dedicata ai diritti dei consumatori

arriva in Italia l’Escape Room dell’UE dedicata ai diritti dei consumatori
ottobre 21
14:34 2019

24 OTTOBRE – MILANO, UNIVERSITÀ STATALE – ore 10:00/18:00

 

Conoscere i propri diritti non è uno scherzo, ma può essere un gioco:

arriva in Italia l’Escape Room dell’UE dedicata ai diritti dei consumatori.

L’installazione è parte della campagna di sensibilizzazione “You’re Right – È un tuo diritto” della Commissione europea, supportata in Italia da Altroconsumo.

 

Milano, 21 ottobre 2019 – Sia che scelgano l‘offline o che optino per l‘online, quando i consumatori europei fanno degli acquisti hanno più diritti di quelli che immaginano. Una consapevolezza ancora piuttosto bassa nei Paesi dell’Unione e su cui la Commissione europea – attraverso la Direzione generale della giustizia e dei consumatori – ha deciso di lavorare con la campagna di sensibilizzazione You’re Right – È un tuo diritto partita a giugno anche in Italia in collaborazione con Altroconsumo.

In Italia, in particolare, la consapevolezza rispetto ai propri diritti è diffusa nel 46% dei consumatori, ovvero un 3% in meno rispetto alla media europea. Il livello di consapevolezza è peraltro in calo rispetto al 2014 (3 punti in meno). (fonte dati: GfK Belgium for the Consumers, Health, Agriculture and Food Executive Agency (Chafea), 2016)

E così il 20% dei consumatori italiani che riscontrano problemi con un acquisto online non sporge reclamo. Se la principale motivazione di questa tendenza riguarda il valore dell’acquisto considerato troppo basso (30% dei casi), c’è anche chi non procede perché pensa possa volerci troppo tempo (29%) o perché pensa che non otterrà nulla (19%). Il 5% infine sceglie di non procedere perché non conosce i suoi diritti. (fonte dati: GfK Belgium for the Consumers, Health, Agriculture and Food Executive Agency (Chafea), 2016)

Fra i consumatori meno consapevoli – nonostante siano la fascia più attiva negli acquisti online sia in Europa che in Italia – ci sono i giovani.

Per questo la Commissione europea ha scelto di parlare loro con un’attivazione in grado di esemplificare tematiche delicate e complesse attraverso un linguaggio semplice e immediato, quello del gioco, con il supporto di Altroconsumo, la più grande organizzazione indipendente per la tutela dei consumatori in Italia.

Arriva così in Italia l’Escape Room #YourEUright, per aiutare i cittadini ad avere una maggiore consapevolezza e sapere come uscire da eventuali situazioni di difficoltà post acquisto.

Giovedì 24 ottobre, dalle 10:00 alle 18:00 presso l’Università degli Studi in via Festa del Perdono sarà possibile mettersi alla prova con domande e giochi di abilità tipici di questo format di successo fra i giocatori appassionati di intrighi e mistero.

“Le norme europee ci tutelano come consumatori, ma pochi ne sono consapevoli o conoscono pienamente i loro diritti – ha affermato Massimo Gaudina, Capo della Rappresentanza a Milano della Commissione europea – Con questa iniziativa vogliamo far conoscere l’Europa dei diritti, utilizzando un linguaggio diretto e innovativo.”

Pubblicità ingannevole, pacchetti turistici e diritto di recesso in 14 giorni sono alcuni dei diritti al centro della campagna in Italia, che mira anche a informare ogni cittadino europeo sugli strumenti a disposizione per far valere i propri diritti quando ci si imbatte in qualche problema.

“Informare i cittadini sui propri diritti – spiega Ivo Tarantino, Responsabile Relazioni Esterne Altroconsumo – è uno dei tasselli dell’azione che Altroconsumo svolge quotidianamente. Solo nel 2019 abbiamo ricevuto più di 11.000 reclami relativi ai diritti della campagna You’re Right: un dato che ci qualifica come punto di riferimento per i consumatori, ma al tempo stesso testimonia che c’è ancora molto da fare. Per questo siamo orgogliosi di essere partner della Commissione Europea in questa iniziativa di sensibilizzazione”.

La campagna “You’re right” è online sul sito dedicato della Commissione europea è può essere seguita sui social network attraverso l’hashtag #yourEUright che riunisce e amplifica i contenuti diffusi nei 10 Paesi coinvolti.

 


I 7 diritti dei consumatori della Campagna “You’re Right” – #yourEUright
PACCHETTI TURISTICI

A cosa serve una vacanza se non a farti rilassare? Se hai problemi con il tuo pacchetto turistico, puoi richiedere un rimborso. Se il tour operator fallisce mentre sei in vacanza, è #yourEUright essere rimpatriato gratuitamente.

PUBBLICITÀ INGANNEVOLE

Ogni cittadino dell’Unione europea ha diritto a una pubblicità veritiera. È #yourEUright. La “pubblicità ingannevole” induce in errore le persone alle quali è destinata. Gli annunci pubblicitari devono indicare in modo accurato la disponibilità dei prodotti e la loro composizione.

DIRITTO DI RECESSO DI 14 GIORNI

È uno dei diritti di base riconosciuti a chi acquista online. Non è necessario fornire una motivazione. Informa il venditore entro 14 giorni e rispedisci il prodotto. È un tuo diritto. Esistono alcune eccezioni: beni deperibili o di consumo come gli alimentari, i libri, il software o articoli confezionati su misura. Non puoi “prendere in prestito” un capo di abbigliamento, indossarlo e restituirlo.

SICUREZZA DEI PRODOTTI

Le regole in vigore nell’Unione europea mirano a garantirti che i prodotti che acquisti siano sicuri. Qualsiasi prodotto venduto nell’Unione europea deve essere conforme agli standard di sicurezza (o alle leggi). Inoltre, esiste un sistema di allerta per accrescere la consapevolezza e invitare all’azione.

RIPARAZIONE O SOSTITUZIONE

È #yourEUright far riparare un prodotto difettoso o chiederne la sostituzione. Un venditore deve riparare, sostituire, concedere uno sconto sul prezzo di vendita o rimborsarti, se il prodotto è difettoso o se entro i primi due anni non funziona come pubblicizzato.

CONTRATTI SENZA CLAUSOLE ABUSIVE

Alcuni contratti contengono clausole nascoste che possono limitare la responsabilità del venditore, consentirgli di revocare il contratto senza concedere al consumatore lo stesso diritto o pretendere un compenso eccessivo dall’acquirente. Le clausole abusive costituiscono una violazione dei #yourEUright.

CAMBIARE BANCA VS. TRASPARENZA BANCARIA

Il trasferimento del tuo conto a un’altra banca deve avvenire senza intoppi. Dopo l’apertura del nuovo conto, la vecchia banca chiude il conto precedente. Non ci dovrebbero essere spese nascoste.

 

 

Contatti stampa:

Burson Cohn & Wolfe

Valentina Sargenti

valentina.sargenti@bcw-global.com

02 20239334 – 342.9465013

 

 

 

 

 

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento