Notizie in Controluce

Atmosfere Folk al Fanfulla, con il concerto degli Adhoc

 Ultime Notizie

Atmosfere Folk al Fanfulla, con il concerto degli Adhoc

Febbraio 16
19:28 2010

Questi due ragazzi svizzeri, presenti ieri in formazione ridotta per quest’ultima tappa del tour italiano che li ha visti esibirsi in diverse città del norditalia, Andrè alla chitarra acustica e Linda al violino, sono un po’ l’espressione di quanta fascinazione ancora abbiano gli States qui nel vecchio continente.
Venuti fuori dall’ambiente musicale di Zurigo, suonano insieme dal 2008 in una band che vede anche un percussionista e due coriste in formazione completa, gli Adhoc si stanno facendo notare nei tanti festival country-blues europei, ed è proprio ad uno di questi eventi che hanno stretto amicizia con Gipsy Rufina, alias Emiliano Liberali, cantautore folk romano, che, avendoli conosciuti al Bambulè Fest di Winthertour l’estate passata, ha deciso di invitarli in Italia per un tour, che ha compreso ovviamente anche Roma.
La sera di lunedì si è aperta proprio con un’incursione di Gipsy Rufina, che ha risploverato una decina di pezzi cantautoriali del suo repertorio, che tanto ci ricorda ballate alla Dylan, dilettandosi in virtuosismi alla chitarra, che hanno fatto l’apripista ad Andrè ed ai suoi dolcissimi brani.
Canzoni che tanto ci ricordano la passata america, interpretati dal duo con una punta di eccessivo sentimentalismo a tratti, canzoni comunque molto intense che hanno visto alternarsi gli svizzeri in cori ed assoli di violino e chitarra. Ballate cantautoriali quelle degli Adhoc, che sulle note della tradizione Folk, ci parlano però delle vicissitudini e delle esperienze di vita dei giovani europei.
Un concerto molto intenso e pieno di trasporto, che ha creato fra i presenti un’atmosfera molto intima, ideale in questi giorni a cavallo di San Valentino.
Un’oretta passata ad ascoltare gli Adhoc, è stata terapeutica per dimenticare lo stress quotidiano e per tornare a sognare mitici luoghi romantici.
Se pure il sound degli Adhoc è un po’ rievocativo di band come i King of Convenience, in un paio di brevi battute Andrè ci rivela di aver tratto tanta ispirazione dalle canzoni di Andrew Bird, storico cantante folk americano, poi con un fare tutto nordeuropeo ci lascia e saluta il fanfulla a fine concerto in sordina, tornando sui suoi passi svizzeri, insieme alla collega e alla compagna.
Anche il suo pubblico romano lo saluta, sperando di ritrovare ancora gli Adhoc, magari in formazione completa, e perché no, all’interno di un evento folk-blues in città, allargato a diverse altre band del panorama europeo.
Maggiori info sugli Adhoc e su Gipsy rufina sul web, all’indirizzo myspace /therealadhoc e /gipsyrufina.

 

Condividi

Articoli Simili