Notizie in Controluce

Bando di concorso Concessione di assegni di studio

 Ultime Notizie

Bando di concorso Concessione di assegni di studio

Ottobre 15
12:36 2010

• Residenza nella Regione Lazio;
• Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) del nucleo familiare anagrafico non superiore a € 15.000,00;
• Iscrizione, nell’anno scolastico 2010/2011, al primo anno di scuola secondaria di secondo grado, statale o paritaria, e conseguimento, nell’anno scolastico 2009/10, del diploma di scuola secondaria di I° grado con votazione pari o superiore a 8/10 – (Modello A2);
• Iscrizione, nell’anno scolastico 2010/2011, al terzo anno di scuola secondaria di secondo grado, statale o paritaria, con votazione media conseguita nell’anno scolastico 2009/10, pari o superiore a 8/10 – (Modello A3);
La domanda, debitamente compilata in ogni sua parte deve essere obbligatoriamente corredata a pena di esclusione dei seguenti documenti:
• attestazione ISEE riferita all’anno 2009;
• copia del certificato rilasciato dall’istituto scolastico nel quale è riportata la votazione media conseguita dall’alunno nell’anno scolastico 2009/2010;
• attestazione del requisito della residenza mediante dichiarazione sostitutiva di certificazione, resa ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 ;
• copia del documento d’identità in corso di validità del soggetto richiedente che firma l’istanza.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
La domanda, firmata da uno dei due genitori o dall’esercente la potestà genitoriale per i minori, ovvero dagli studenti stessi se maggiorenni deve essere dovrà essere presentata per singolo beneficiario , utilizzando esclusivamente uno dei modelli (Mod. A2 o Mod. A3) – scaricabili dal sito Internet: www.comune.grottaferrata.roma.it o disponibili presso l’Ufficio URP – all’Ufficio Protocollo del Comune di Grottaferrata- Piazzetta E. Conti n. 1 entro e non oltre le ore 12,00 del 31 Ottobre 2010.
La procedura di valutazione si concluderà entro il 06/11/2010.

TIPOLOGIA DI SPESE
Lo studente può utilizzare l’assegno di studio per le seguenti spese:
1. libri di testo;
2. materiali didattici, anche in formato elettronico;
3. abbigliamento previsto per le attività di educazione fisica;
4. gite scolastiche e viaggi d’istruzione;
5. corsi di lingua straniera.

Prima dell’erogazione dell’assegno di studio, il beneficiario dovrà presentare al Comune idonea documentazione o
dichiarazione sostitutiva di atto notorio, resa ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, di utilizzo del contributo per le spese sopra
riportate.
RIPARTO RISORSE REGIONALI
La Regione, acquisiti i dati inseriti dai Comuni, provvederà a stilare le graduatorie definitive, nelle quali i beneficiari
saranno ordinati in ordine decrescente secondo la votazione conseguita nell’anno scolastico 2009/2010, sino ad
esaurimento delle risorse stanziate. A parità di votazione hanno priorità gli studenti con indicatore ISEE più basso.
Altresì, a parità di votazione conseguita e di indicatore ISEE ha priorità lo studente più giovane.
Qualora il beneficiario dell’assegno di studio nello stesso anno scolastico sia titolare di altri contributi previsti dalla
legge regionale n. 29/92, il Comune provvede all’erogazione del presente beneficio previa decurtazione dalla somma di
€ 500,00 dell’assegno di studio, della somma spettante per gli altri benefici, compresi quelli finanziati con risorse del
Comune.
CONTROLLI
Il Comune provvederà ad effettuare idonei controlli, anche a campione, da intendersi nella misura pari ad almeno il 5% delle domande pervenute.
I controlli, inoltre, saranno effettuati in tutti i casi in cui sorgano fondati dubbi sulla veridicità delle dichiarazioni, con particolare riguardo alla dichiarazione ISEE, mediante l’INPS ai sensi dell’articolo 71, comma 1 dal DPR n. 445/2000 e dell’articolo 4 comma 7 del Decreto Legislativo n. 109/98, e alle dichiarazioni relative alla frequenza scolastica, iscrizione, votazione finale riportata, nonché sul rispetto dell’impegno da parte del richiedente l’assegno di studio ad utilizzarlo per le spese rientranti nella tipologia di cui all’art. 5 delle Linee guida approvate con D.G.R. n. 398/2010.

Condividi

Articoli Simili