Notizie in Controluce

Candidature a componente della consulta per le pari opportunità

 Ultime Notizie

Candidature a componente della consulta per le pari opportunità

Luglio 14
09:28 2011

a) direttamente ed a titolo personale, previa motivata richiesta;
b) su proposta di Associazioni culturali, ricreative, ambientali e da Associazioni e movimenti femminili presenti ed operanti nel territorio di Ciampino; dalle Organizzazioni politiche; dalle Organizzazioni sindacali; dalle Organizzazioni imprenditoriali e cooperative; dall’Università; dai Consultori della ASL, dagli Albi professionali, e da Enti culturali;
c) dalle elette al Consiglio comunale e dalle componenti la Giunta comunale di Ciampino, previa richiesta di partecipazione alla Consulta.
Ai candidati sono richieste competenza ed esperienza sul versante della parità e delle pari opportunità. Per le Associazioni ed i movimenti femminili, pre-requisito essenziale è la vocazione primaria dell’Associazione nei confronti delle pari opportunità, comprovata nello Statuto dell’Associazione stessa, oppure attraverso la presentazione di un progetto, da allegare ala domanda, che attesti la volontà di realizzare iniziative sulle pari opportunità.
Sulla base delle proposte pervenute, il Consiglio comunale, su proposta della Commissione istituita presso l’Assessorato alle Pari Opportunità, eleggerà i 25 membri della Consulta, adottando criteri che assicurino la più ampia rappresentatività territoriale del tessuto culturale, sociale ed economico. La Consulta resterà in carica per la durata del mandato dell’attuale Consiglio comunale.
Le domande e le proposte, corredate da curriculum, dovranno essere redatte sulla base dell’apposita modulistica reperibile sul sito internet del Comune di Ciampino www.comune.ciampino.roma.it , oppure presso l’URP (Ufficio Relazioni col Pubblico), Largo Felice Armati, 1, aperto dal Lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e il martedì e il giovedì pomeriggio anche dalle ore 15.30 alle 17.30.
“La consulta – precisa l’Assessore alle PP.OO., Anna Rita Fraioli – è stata creata con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini sulle tante discriminazioni che si registrano nella nostra società, per valorizzare la differenza di genere e per favorire le condizioni di riequilibrio della rappresentanza tra uomo e donna in tutti i luoghi decisionali del territorio comunale, agendo da sostegno, progettazione e proposta nei confronti del Consiglio comunale”.

Da parte sua il neo Sindaco Simone Lupi precisa che “la riorganizzazione della Consulta non è solo un obbligo previsto dall’attuale regolamento comunale cui l’Amministrazione adempie con celerità, ma l’occasione per incidere sulla qualità della vita della nostra città, prestando particolare attenzione ai tanti percorsi plurali e differenti volti alla effettiva parità di genere e al rispetto delle regole comuni”.

 

Condividi

Articoli Simili