Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

Cannabidiolo: quali sono i benefici e i diversi utilizzi

Cannabidiolo: quali sono i benefici e i diversi utilizzi
Giugno 14
10:23 2022

Quando si parla di cannabis bisogna sfatare molti falsi miti e pregiudizi. Innanzitutto, nella canapa sono presenti non solo sostanze psicotrope, ovvero quelle droganti, ma anche sostanze che con la droga non hanno nulla a che fare e che hanno effetti benefici. 

E’ il caso del cannabidiolo, la seconda sostanza più abbondantemente presente nella Cannabis. Cominciamo subito col dire che tale sostanza non è psicoattiva, non crea assuefazione e ha una vasta gamma di applicazioni sia ludiche che terapeutiche. Se ne vuoi sapere di più in tema di normative, puoi consultare il link a questo articolo.

Le principali differenze tra CBD e THC

Per quanto riguarda il cannabidiolo, bisogna fare chiarezza cominciando a conoscere le  principali differenze tra CBD e THC. Facciamo una premessa: la Cannabis, o canapa che dir si voglia, è una pianta della famiglia delle angiosperme e appartenente alle Cannabaceae. E’ composta da diversi elementi, tra cui le sostanze cannabinoidi che interagiscono coi recettori del sistema immunitario e nervoso dell’essere umano. Stiamo parlando del THC o tetraidrocannabinolo e del CBD o cannabidiolo.

L’elemento psicoattivo è il THC e, come ben si sa sia a livello scientifico che popolare, esso provoca sensazioni di euforia, rilassamento, alterazione della percezione spazio-temporale. All’interno del corpo, in particolare, il THC si lega ai recettori CB1. E’ proprio la stimolazione di questi recettori che provoca gli effetti euforizzanti dei cannabinoidi. 

C’è da aggiungere, però, che contemporaneamente essi hanno anche un’importante azione antiemetica (cioè impediscono il vomito), antiossidante, analgesica, ipotensiva (abbassano la pressione), immunosoppressiva, antispastica, antinfiammatoria e stimolante dell’appetito. 

In sostanza hanno anche effetti benefici che possono essere utili per contrastare gli effetti collaterali di determinate cure o di malattie. Per quanto riguarda il CBD siamo di fronte ad un cannabinoide ma al contrario del THC non è psicoattivo. 

Come lavora sull’organismo il CBD

Il CBD si lega ai recettori CB2, i quali sono presenti nel sistema immunitario sulle cellule T e agiscono anche a livello del SNC (sistema nervoso centrale). In questo caso, la stimolazione dei recettori, secondo recenti studi scientifici, sembra responsabile di azioni anti-infiammatorie, nonché immunomodulatrice. 

Se vogliamo capirci con una semplificazione, il THC altera le mente, pur avendo effetti positivi, mentre il CBD non ha effetti negativi e in più stimola la guarigione. La capacità del CBD, infatti, è stata applicata nel ridurre ansia, psicosi, nel contrastare i vuoti di memoria e sembra avere effetti positivi anche per trattare disturbi come epilessia e schizofrenia. Il CBD, inoltre, è ormai legale nella maggior parte dei paesi del mondo.

 

Controlli effettuati sul CBD

Essendo ormai legale nella maggior parte dei paesi del mondo, oggi in commercio si possono trovare diverse tipologie di prodotti a base di CBD, sotto forma principalmente di olio di canapa

Poiché la materia vegetale di partenza è di una pianta appartenente alla lista nera delle droghe, la cannabis utilizzata per produrre gli estratti di CBD, invece, fa parte delle varietà di iscritte al registro comunitario europeo e dunque ammesse alle coltivazioni ad uso industriale. 

Non solo, ma dagli estratti di cannabis, è rimosso il THC. Gli stessi estratti, inoltre, sono monitorati per valutarne gli aspetti qualitativi e quantitativi dei cannabinoidi in modo da presentare al consumatore un prodotto di qualità. Vediamo ora in quali forme si presenta il CBD in commercio. 

 

I prodotti a base di cannabis

Il CBD si presenta sotto varie forme. Vediamo quali. L’olio di CBD, ad esempio, è disponibile in varie concentrazioni, diluite con olio di semi di canapa. Può essere assunto direttamente per via sublinguale o ingerito sotto forma di capsule, oppure aggiunto agli alimenti e alle bevande. Alternativa all’olio sono le capsule gel, che permettono di evitare il cattivo sapore, gli sprechi, i sovradosaggi. 

I cristalli di CBD sono la forma più pura del cannabidiolo. Sono varie le fasi di trasformazione e raffinazione che subiscono gli estratti di CBD fino ad ottenere un prodotto in purezza superiore all’80%, che cristallizza. Il processo prosegue fino ad ottenere un estratto finale puro al 99%. 

Ancora, esiste sotto forma di liquido all’interno per e-cig. Prodotti a base di CBD sono indicati per le persone che soffrono di condizioni dolorose, in alcuni casi croniche, come l’artrite. Ma anche in cosmetica si trovano prodotti con CBD come creme, balsami e pomate dopo sole.  Il CBD risulta un alleato nel combattere ansia, nausea, convulsioni, spasmi muscolari, dolore cronico, insonnia, infiammazioni e molto altro ancora. 

Per acquistare un prodotto contenente cannabinoidi ci si può rivolgere agli shop online come JustBob, che garantisce prodotti di ottima qualità, sicuri e controllati.

Tags
Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Luglio 2022
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

Alcuni libri delle “Edizioni Controluce”