Notizie in Controluce

Carlisport, Ranelletti "stangato" per cinque turni

 Ultime Notizie

Carlisport, Ranelletti "stangato" per cinque turni

marzo 01
13:13 2011

Calcio a 5, Serie B nazionale girone E
Carlisport, Ranelletti “stangato” per cinque turni: «Non mi aspettavo una squalifica così pesante»

Una stangata sulla Carlisport. In vista del finale di stagione, il dopo-Latina ha lasciato strascichi a livello disciplinare. Secondo gli arbitri sardi arrivati al PalaKilgour gli ariccini non hanno tenuto l’atteggiamento giusto nei loro confronti a fine partita. Risultato: cinque giornate a Ranelletti, due a Cotichini e una a Tufo (che era diffidato e ha rimediato un “giallo”). Il turno di riposo di sabato scorso è servito a “lenire” l’amarezza nel gruppo di mister Micheli, ora concentrato sulla sfida all’Alphaturris. «Le prossime due gare saranno fondamentali – dice proprio il giovane Jacopo Ranelletti – e sappiamo che la salvezza diretta dipende solo da noi. Se facciamo sei punti nelle prossime quattro gare, il Basilea può fare anche il “pieno” nelle tre gare che le rimangono (i sardi devono osservare un turno di riposo, ndr) ma non ci potrebbe raggiungere». Alphaturris fuori e Capoterra in casa: da qui passa la salvezza della Carlisport. «Nel prossimo incontro non ci illudiamo di avere vita facile nonostante un avversario ultimo della classe. Vorranno salvare la faccia e non regaleranno nulla». Inevitabile parlare con l’elemento dell’Under 21 della “mazzata” che lo ha riguardato e che significa stagione finita in anticipo per lui. «Non me l’aspettavo proprio. Gli arbitri mi avevano preannunciato la squalifica, ma non credevo di quelle dimensioni. Io, comunque, non ho dato nessuna manata né li ho offesi. Forse ho dato loro un “cinque” troppo forte a fine gara, ma la sanzione è davvero sproporzionata anche perché in carriera non ho mai preso squalifiche di questa entità». Ranelletti traccia, infine, un bilancio della sua esperienza in questa stagione. «Non avevo iniziato male, poi probabilmente nell’ultimo periodo non ho reso come avrei potuto. So che devo migliorare soprattutto dal punto di vista mentale anche perché ho sempre avvertito la fiducia del mister, ma anche di Germano (il dg Lommi, ndr) e di tutta la società quindi avrei voluto ripagarli al meglio, anche perché il prossimo anno non sarò più in età di Under quindi cambierà tutto».

Articoli Simili