Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

Castello è finito ! Famosene n’à raggione !

Marzo 16
13:28 2021

Regà, tutto cambia !

Cambiamo noi, cambiano i nostri pensieri, cambia il mondo, cambia la Vita.

Nulla si crea e nulla si distrugge, tutto si trasforma” diceva Anassagora già nel V secolo a.C..

Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi” scriveva Giuseppe Tomasi  ne “Il Gattopardo”, la sacra “Bibbia” di molte generazioni di politicanti nostrani.

Tutto ha un inizio e una fine.

Il nostro Pianeta ha avuto un inizio e avrà la sua fine, non tanto per colpa degli umani (esseri assolutamente insignificanti per le dimensioni dell’Universo e della stessa Terra) che si auto annienteranno, ma per il Sole (o forse per qualche asteroide !), che imploderà su se stesso, annientando, bruciando, polverizzando il suo Sistema Solare per creare poi quella nebulosa fatta di polveri anche provenienti dalla nostra Terra (e dai nostri corpi), dalla quale nascerà un nuovo Sole, altri pianeti, un altro sistema solare.

Anche la nostra Galassia, fra un po’ di tempo concluderà il suo ciclo e si unirà con la sorella Andromeda.

Sul destino dell’Universo, però ci sono dei dubbi: “Due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, ma riguardo l’universo ho ancora dei dubbi.” Sentenziò il grande Einstein !

Ma la frase che forse è più legata ai cambiamenti della vita è quella di Darwin:

Non è la più forte delle specie che sopravvive, né la più intelligente, ma quella più reattiva ai cambiamenti.

Dei batteri arrivati chissà da dove, piano piano, nel corso di miliardi di anni, si sono cambiati, si sono trasformati, si sono adattati ma hanno anche adattato l’ambiente, creando la Bellezza della Natura, degli Alberi, degli Animali.

Da quegli organismi molto più che microscopici è nato un equilibrio, un’Intelligenza sulla quale in tanti hanno riflettuto…

La natura sa come morire, ma gli esseri umani sanno soprattutto come uccidere, e questo equivale al fallimento della loro ecologia.” disse Robert Pogue Harrison.

Tutto questo… “pistolotto” per invitarti a fare una passeggiata al lago, al lago de Castello.

A me sembra che tutto sia cambiato, tutto si sta cambiando, tutto viene trasformato !

Anche se su quelle acque, lungo quelle rive ci sono cresciuto (sic !), non amo più andarci, evito di andarci perché ogni volta che sono costretto ad andarci, è sofferenza.

Mi sembra che ovunque, in ogni angolo, in ogni anfratto, su ogni pentima, su ogni bandone è sorta una villetta, una casa, un ristorante, un chiosco e questo nonostante la presenza del Parco Regionale !

Mi sembra di vedere che ogni vigna, ogni orto è stato trasformato in un parcheggio per i “fagottari”.

Mi sembra di vedere che i tetti dei ristoranti sono stati trasformati in terrazze per ampliare le loro “capacità ricettive”.

Quanta vita ancora avrà quell’albero ?

Marzo 2021 – Un grande saluto a Franco e Liliana… un altro pezzo di Castello che se ne và.

Mi sembra che il cemento stia aggredendo anche i luoghi più importanti e prestigiosi della storia archeologica di Castello e del lago di Castello.

Insomma il lago sembra una vera e propria terra di nessuno dove nessuno sembra accorgersi di niente, dove tutto sembra possibile anche costruire queste strutture metalliche su di un marciapiede, su quel suolo pubblico affiancato ad una strada pubblica dove di certo passano quelle autorità preposte al rispetto delle leggi e del bene pubblico.

A me sembra che questa struttura, insieme agli ormai scheletri delle strutture Olimpiche, alla perenne monnezza che affoga anche il sito palafitticolo più importante d’Italia (getFile.php (beniculturali.it)), è l’emblema del cambiamento, della trasformazione di Castello, della fine di Castello !

CASTELLO E’ FINITO !

E’ cambiato, si è trasformato, è stato trasformato !

Nel nuovo “Castel Gandolfo” non ha più senso parlare di “Magrone”, di “Vaticano 2”, di “Alba longa”, di “Paese Olimpico”, di “pane e pummidoro”.

Non ha senso parlare dell’importanza dell’ “eccezionale scoperta al Lago Albano:  rinvenuta cisterna romana vicino il Ninfeo Dorico” – https://www.castellinotizie.it/2021/03/11/eccezionale-scoperta-al-lago-albano-rinvenuta-cisterna-romana-vicino-il-ninfeo-dorico-castel-gandolfo/ ?

 

CASTELLO E’ FINITO !

E’ stato trasformato in un luogo anonimo, senza più identità, senza più storia.

Forse tutto è iniziato quando si chiusero gli occhi sulla valanga di cemento armato che ha trasformato (altro cambiamento !) le frazioni in capoluogo.

Quelle frazioni che poi acquisiranno il potere politico per “donarci” dei cosiddetti “amministratori comunali” che hanno allontanato il paese dalle sue rare e preziose peculiarità secolari per avvicinarlo a Crognaleto !

Forse tutto è iniziato con lo sciagurato trasferimento del “centro Storico” in quartieri dormitorio come “San Paolo”; lì le peculiarità umane della comunità si sono sperse, sono svanite, cancellate dalla mancanza di una… “Piazza”, di un’Osteria ma anche di qualche Cantina dove strimpellare qualche giovane chitarra.

Tutto cambia, tutto si trasforma…

Il presente vola e nessuno può dire

Se è migliore o peggiore

Come molti credono,

Perché la libertà è difficile

E fa soffrire.

 

Cantava, tanti anni fa (!), nel 1973, Lucio Dalla nella sua sempre attuale “Passato, presente” che va ascoltata: https://www.youtube.com/watch?v=PlZfBgH5d_M

Quindi ti invito a fare una passeggiata al lago ma, se vuoi, anche per le vie di Castello e questo per poi chiederti la cortesia di dirmi se anche te hai provato le mie stesse sensazioni, se hai fatto le mie stesse riflessioni.

 

Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Agosto: 2021
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

Alcuni libri delle “Edizioni Controluce”