Notizie in Controluce

Chi l’ha detto?

 Ultime Notizie
  • VERSO LA ROMA CHE VOGLIAMO AMBIENTE AL CENTRO VERSO LA ROMA CHE VOGLIAMO – AUTO + TRASPORTO PUBBLICO, PEDONI, PEDALI, MOBILITA’ NUOVA 545.000 pendolari su ferro ogni giorno che entrano a Roma, quasi 200.000 su...
  • #CORONAVIRUS 16 SETTEMBRE 2020  ALTRI 27 NUOVI CASI AI CASTELLI ROMANI E LITORANEA (165 NELLA REGIONE LAZIO, 86 SOLO A ROMA)  MOLTI SINDACI NON COMUNICANO I DATI ============== Nella Asl...
  • ASP:  nessun ritardo aziendale nella gestione del Servizio Asili Nido ASP:  nessun ritardo aziendale nella gestione del Servizio Asili Nido – Tutela della salute delle operatrici e di tutto il personale sempre garantita e al primo posto nello svolgimento dei...
  • Pomezia aderisce alla Settimana Europea della Mobilità Pomezia aderisce alla Settimana Europea della Mobilità. Il Sindaco: “Lavoriamo a una Città più vivibile e a basso impatto ambientale” Pomezia aderisce alla 19° edizione della Settimana Europea della Mobilità 2020 (16-22...
  • MARINO NON E’ UNA DISCARICA…FAMILIARE Le immagini che vi mostriamo risalgono a giorni diversi del mese di Febbraio 2020 e dei primi di Marzo ma la famiglia, che disinvoltamente abbandona illegalmente i rifiuti, è la...
  • Climbing for Climate 2020_Organizzato da RUS e Cai ECCO LA SECONDA EDIZIONE DI CLIMBING FOR CLIMATE: UN’ESCURSIONE IN MONTAGNA PER SENSIBILIZZARE SULL’AGENDA 2030 DELLE NAZIONI UNITE E SULLA TUTELA DEL PAESAGGIO   L’iniziativa, organizzata dalla Rete delle Università...

Chi l’ha detto?

Chi l’ha detto?
Settembre 13
14:14 2014

21 razzismo e pauraFacciamo un gioco. Provate a indovinare chi ha scritto o pronunciato le frasi seguenti. Sappiate che a questo gioco non si vince nulla; è un puro esercizio intellettuale, il piacere di averci azzeccato. Comunque è un test per l’intelletto: siamo ancora in grado di pensare liberamente o siamo troppo condizionati dai media, dai politici, dalla televisione, da internet, dai discorsi da bar?

Una caratteristica, bruttissima, dei nostri tempi (ed è riferito a tutte le età) è l’appiattimento culturale, di pensiero, di abitudini, di linguaggio, di modo di vestire, oltre alla grande tendenza ad andar dietro al primo che abbia un po’ di chiacchiera e un ‘bel modo di presentarsi’. Senza critica costruttiva, propositiva, incapaci di confrontarci e di fare anche due passi indietro se è il caso, senza sforzarci di esaminare la realtà da un altro punto di vista. Incapaci di contestualizzare (per usare un termine molto in voga) e di pensare al bene comune. Liberare la mente non è facile. I monaci orientali possono insegnarci tanti esercizi, ma occorre tempo, pazienza, costanza, umiltà. E poi, quante sovrastrutture mentali abbiamo. E quanti interessi personali che ci legano.
Ma torniamo a noi. Queste le frasi di cui bisogna scoprire l’autore:
«La forma negativa della libertà è la paura. La paura non permette di reagire, di parlare, di scambiare opinioni con le altre persone. La molta paura porta al razzismo
«Perché avere paura di chi ha una pelle, una lingua, una cultura diverse? Dalle persone che tu chiami straniere, potresti imparare cose meravigliose. Guarda un albero di ciliegio e poi uno di pesco… è vero, sono diversi, comunque belli e dal fiore di ognuno puoi scoprire nuovi profumi.»
Allora secondo voi chi le ha pronunciate? Un Ministro per l’integrazione, il responsabile per l’Italia dell’Unhcr (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati), un volontario di Emergency, il nostro Ministro degli Interni? No. La prima frase è di Andrea G., la seconda di Benedetta G.: entrambi della quinta elementare di Rocca Priora.

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento