Notizie in Controluce

Anno 2017

Attività del Photo Club Controluce svolte nel 2017

Febbraio – Sezione fotografia: tour fotografico ai graffiti di Tor Marancia e Quadraro.
Marzo – È giunta una osservazione da parte della Regione Lazio che ci costringe a rinunciare, per ora, all’opportunità della ‘Registrazione all’albo delle associazioni di pubblica utilità’ al fine di avere accesso al versamento del 5 per mille. Dovremo fare una revisione del nostro Statuto.
Marzo – Alla biblioteca comunale di Rocca Priora stato presentato il libro L’amore è cieco… da un occhio so-lo di Aldo Onorati.
Marzo – È stato proposto al Comune di Monte Compatri di integrare presso l’Archivio Storico Comunale si-tuato nel Tinello Borghese la sezione dedicata ad autori Monticiani, vecchi e nuovi con gli oltre 1000 libri, che abbiamo raccolto nel corso degli anni, che riguardano pubblicazioni relative ai Castelli romani e, più in gene-rale, al Lazio. L’insieme delle pubblicazioni andranno a costituire un ‘Fondo Controluce’ che avremo cura di aggiornare continuamente. Ci impegniamo, inoltre, a pubblicizzare un appello per ottenere anche contributi esterni.
Aprile – Alla Società Dante Alighieri, Palazzo Firenze di Roma, è stato presentato il libro Atti del Convegno ‘La poesia e l’Europa’ a cura di Armando Guidoni.
Aprile – Sezione fotografia: tour notturno di Roma dalla sera alla mattina successiva.
Aprile – Alla Sala Consiliare del Tinello Borghese di Monte Compatri è stato presentato il libro L’evoluzione storica delo Comune di Monte Compatri di Raffaella Di Vincenzo.
Aprile – Alla Sala Consiliare del Tinello Borghese di Monte Compatri è stato presentato il libro Noi nel tempo di Tarquinio Minotti.
Aprile – Alla Sala Consiliare del Tinello Borghese di Monte Compatri è stata organizzata una esposizione dei libri delle Edizioni Controluce.
Maggio – È stato pubblicato il libro Noi nel tempo “l’amor che move ‘l Sole e l’altre stelle” di Tarquinio Mi-notti.
Giugno – Il presidente Armando Guidoni ha rilasciato a Radio-Radio un’ampia intervista sulle attività della nostra Associazione.
Giugno – Abbiamo dichiarato l’adesione dell’Associazione al progetto di candidatura della “Città Tuscolana” che la Comunità Montana intende presentare in risposta al Bando Regionale per il conferimento del titolo di “Città della Cultura della Regione Lazio 2018”. In pratica, abbiamo proposto di inserire nel programma gene-rale delle manifestazioni le iniziative Rassegna dei Castelli Romani di teatro amatoriale – Premio Città di Monte Compatri e Festival del cinema di Monte Compatri che si svolgeranno dal 14 al 22 luglio 2018 presso il Parco Karol Wojtyla.
Giugno – È stato pubblicato il libro Allo spegnersi del crepuscolo di Mario Miller.
Giugno – È stato pubblicato il libro Atti del Convegno ‘La poesia e l’Europa’ a cura di Armando Guidoni.
Luglio – Abbiamo rivolto al Comune di Monte Compatri la richiesta di patrocinio e contributo per il progetto della creazione di un documentario multimediale inerente alle attività che la nostra associazione ha condotto nel corso di quasi quattro decenni di storia. Il DVD finale rappresenterà un prodotto carico di valenze culturali legate alla nostra cittadina e, in generale, a tutto il territorio castellano.
Luglio – È stato pubblicato il libro Il Mondo comincia a San Rocco e finisce alla Stella di Aldo Onorati.
Luglio-Dicembre – Abbiamo fornito alla Società Cleverage srl la documentazione e il sostegno per la realiz-zazione del documentario, della durata di 40-45 minuti, 40 anni in… Controluce. La realizzazione di questo documentario consentirà l’incremento della memoria storica esistente nel comune, contribuendo a lasciar trac-cia delle nostre tradizioni. Si utilizzerà una suddivisione in tre momenti: 1 Il Paese, 2 L’Associazione, 3 Il ter-ritorio. All’interno di questi momenti verranno inserite tutte le attività che, ripercorrendo la storia dell’Associazione, sono state indicativamente connotate inizialmente con il paese, successivamente hanno dato importanza e sviluppo all’Associazione stessa e alla sua affermazione e reputazione, infine hanno riguardato una grande interazione con il territorio non solo riguardante Monte Compatri e i Castelli Roani ma anche Ro-ma e l’Italia. Nell’ambito dei tre momenti sarà dato risalto ad alcune attività più che ad altre. Nella fattispecie: nella prima fase la nascita, le foto e i corsi, nella seconda il giornalismo e il web, nella terza il teatro, il cine-ma e l’editoria. La produzione verrà sviluppata in forma di documentario culturale.
Struttura del documentario
o La struttura narrativa e il linguaggio filmico saranno realizzati con la voce narrante di Toni Garrani.
o Le musiche originali di sottofondo saranno del musicista Marco Sinopoli (figlio di Giuseppe Sinopoli al quale è stata dedicata una sala dell’Auditorium Parco della Musica di Roma).
o Tra i filmati di repertorio (del paese, delle attività dell’Associazione, di eventi storici collegati anche se non direttamente ad alcune attività), saranno presenti le riprese aeree registrate con un drone, gen-tilmente concesse dal Comune e filmati realizzati appositamente per il documentario.
o Foto e immagini di repertorio (del paese, delle attività dell’Associazione, di eventi storici collegati anche se non direttamente ad alcune attività).
o Infografiche (ovvero brevi animazioni con didascalie informative in sovraimpressione).
o interviste a personaggi della cultura e della politica.
o Interviste ad alcuni protagonisti dell’Associazione.
La semantica sottesa alla realizzazione avrà l’obiettivo di sottolineare l’importanza e la difficoltà di sviluppare la cultura nella realtà di un piccolo paese del territorio italiano, ponendo l’accento sull’azione delle persone, che sono sempre il motore principale, al di là delle istituzioni, dell’economia e di altri fattori spesso indicati come unici responsabili di tutto quello che avviene.
Settembre – È stata liberata la sede di via Giovanni dalle Bande Nere e siamo tornati nella sede legale di via Carlo Felici.
Settembre – È stata attivata una nuova utenza per la fornitura elettrica in via Carlo Felici.
Ottobre – Abbiamo partecipato come associazione di riferimento al progetto legato alla realizzazione di un cortometraggio, con finanziamento ‘crowfunding’, realizzato dai soci Daniele Tullio, Ilaria Nigro, Valentina Stazi, Arianna Granieri, Laura Paracuollo, Stefano Massaroni, Simone d’Acuti, Marco Savegnago. Il titolo del cortometraggio è Il silenzio di Jill. Il progetto è nato con l’intento di rivisitare ed omaggiare in chiave con-temporanea il genere Western e ruota attorno alla tematica dell’inadeguatezza e della ricerca di riscatto da par-te delle vecchie generazioni, nel momento in cui si ritrovano a fare i conti con la modernità ed i mostri da essa generati.
Maggio – La nostra testata ha partecipato, con Armando Guidoni, ai lavori della giuria per l’assegnazione dei premi ai vincitori della nona edizione del concorso Giornalisti nell’erba organizzato dall’associazione Il Refu-so.
Luglio
Dall’8 al 10 luglio, si è ‘aperto il sipario’ di un nuovo evento a Monte Compatri al Parco Karol Wojtyla (ex Romito) organizzato dall’Associazione Photo Club Controluce e dal Comune di Monte Compatri: il Primo Fe-stival del Cinema. Nel corso delle tre giornate in cui si è svolta questa prima rassegna, il pubblico ha potuto visionare tre modi differenti d’intendere e concepire il cinema.
Con la prima serata, svoltasi l’8 luglio, attraverso la performance musicale della pianista Arianna Granieri, si sono fatte rivivere le gesta dei grandi attori del cinema muto, da Buster Keaton a Charlie Chaplin, passando per le avanguardie artistiche del primo novecento, soffermandoci in particolar modo sul surrealismo cinemato-grafico dove Luis Buñuel e Salvador Dalí ne sono stati i massimi esponenti.
Nella serata successiva, il 9 luglio, il regista Lorenzo Corvino è venuto a presentare il suo film di esordio alla regia: Wax. We are the X che gli ha permesso di ottenere la Nomination come Miglior Regista Esordiente al David di Donatello 2017. Il film è stato identificato dalla critica come un manifesto generazionale per le nuo-ve generazioni. Un film trasversale ed innovativo, coadiuvato dal supporto tecnico degli smartphone come strumento di ripresa video.
Nell’ultima serata invece ci si è soffermati su un cinema più riflessivo e più d’essai rispetto alla cinematografia contemporanea, attraverso la proiezione del film Estate Romana, un film necessario realizzato con un impianto semidocumentaristico. Un film di transizione sia per il regista che a breve avrebbe girato la sua prima opera di successo L’imbalsamatore basato sulle reali vicende del nano di Termini: Domenico Semeraro e al tempo stes-so di transito su un mondo tanto a noi vicino quanto sconosciuto quello del teatro d’avanguardia.
L’8 luglio il programma della prima serata è stato ‘scintillante’. In questo primo ‘Cineconcerto’ dei Castelli romani sono state proiettate quattro brevi pellicole classiche della commedia del cinema muto (Keaton, Cha-plin, Stanlio e Ollio, Buñuel). Le immagini sono state accompagnate dalle esecuzioni dei brani musicali: Nino Rota: Preludi; Stacey Barelos: Free and Unticketed; John Cage: In a landscape e Henry Cowell: Three Irish Legends. Il virtuosismo artistico delle esecuzioni è stato espresso dalla pianista Arianna Granieri che ha suona-to un pianoforte a coda.
Domenica 9 luglio l’ospite della serata è stato il regista Lorenzo Corvino ed è stata proiettata la sua pellicola “WAX: We Are the X” che ha vinto il Premio come Miglior Film in Lingua Straniera all’International Filmmaker Festival of World Cinema London e che ottenne la Nomination come Miglior Regista Esordiente al David di Donatello 2017Alla fine della proiezione, Corvino è salito sul palco per un dibattito sul rapporto tra Cinema e Teatro.
Lunedì 10 luglio, infine, è stato proiettato il film “Estate romana” di Matteo Garrone.
Questa prima edizione del festival cinematografico di Monte Compatri, è stata vista e recepita come un espe-rimento, che ha concesso agli organizzatori di comprendere in maniera più diretta sia le esigenze del pubblico sia le opportunità per gli anni a venire.
Luglio
Organizzato dall’Associazione Photo Club Controluce e dal Comune di Monte Compatri, è stato riproposto un grande evento culturale rimettendo in scena, per la nona volta, l’arte del teatro amatoriale nel Parco Karol Wojtyla (ex Cimitero del Romito), il Premio Città di Monte Compatri” 9a Rassegna dei Castelli Romani di Teatro Amatoriale Aperta alla partecipazione di compagnie o gruppi teatrali non professionisti. Il pubblico che, numeroso oltre le aspettative, ha affollato la platea, ha decretato il grande successo di questa edizione del-la rassegna e ha dato un senso ai nostri sforzi rivolti con passione alla valorizzazione delle numerose realtà cul-turali – in questo caso, teatrali – esistenti nel territorio. Nel corso della settimana quasi duemila persone hanno assistito alle esibizioni delle quattro compagnie teatrali ‘in gara’:
‘Il Teatro’ di Roma Torre Angela che ha presentato Andy e Norman di Neil Simon
‘Tradirefareteatro’ di Roma che ha presentato Scapino. Il servo nuovo di Federico Moschetti e Irene Scialanca
‘La Ribalta’ di Monte Compatri-Laghetto che ha presentato Il Conte Tacchia di Claudio Natili e Carlo Giusti-ni
‘A. A. Artisti Abusivi’ di Roma che ha presentato Sugo finto di Gianni Clementi La cerimonia della premiazione è stata preceduta dall’esibizione di una quinta compagnia ‘fuori gara’. Sul pal-co è salito Alberto Ferraro che ha descritto il lavoro del suo laboratorio teatrale “De core se campa” composto da attori con età compresa fra 20 e 60 anni e subito dopo il gruppo ha offerto la prestazione finale del lavoro per esibire quanto appreso nel corso di alcuni pomeriggi della settimana appena trascorsa.
Eventi come la Rassegna alla quale abbiamo assistito stanno a dimostrare che il pubblico, proprio nell’era della realtà virtuale, vorrebbe continuare a essere partecipe in prima persona a queste esperienze collettive, vorrebbe continuare a essere, insieme agli attori e tecnici, la cellula fondamentale del teatro. Il fermento creativo e vi-tale della scena teatrale italiana ha ancora una volta generato questa splendida occasione di incontro e confron-to tra differenti realtà espressive del teatro amatoriale. Attori non professionisti, ma non per questo meno bra-vi, hanno interpretato ‘per amore’ personaggi immersi in temi sociali e umani di grande attualità. Lo hanno fatto con grande impegno e con un ottimo livello qualitativo; con pochi soldi, vestiti con abiti stravaganti, esprimendosi ad alta voce e avendo un grande cuore da offrire alla gente. Per questo motivo sono tutti merite-voli per ricevere un premio, molto importante per loro: un grande applauso da parte del pubblico… questo è il motore che fornisce le energie a tutti i partecipanti di questa rassegna.
Irappresentanti del Comune di Monte Compatri, il sindaco Fabio D’Acuti, il vicesindaco Mauro Ansovini e il delegato alla Cultura Pietro Mazzarini hanno commentato molto favorevolmente (oserei dire con entusiasmo) la manifestazione e hanno rivolto un saluto al pubblico.
La premiazione è stata condotta dai componenti della Giuria Tecnica: Alberto Ferraro, Armando Guidoni, Ur-sula Mercuri e Lucio Rosato.
I premi:
o due targhe preparate dagli artisti di Arte Orafa.
o dieci preziose targhe in porcellana interamente dipinte a mano, con la tecnica del terzo fuoco e con l’utilizzo di metalli preziosi, offerte dall’artista Tiziana Properzi dell’Associazione “Triplo fuoco”.
Menzione speciale della Giuria a Giusy Angeletti nel ruolo di Flora in “Il Conte Tacchia”.
Menzione speciale della Giuria a Claudio Mancini nel ruolo di Norman in “Andy e Norman”.
Menzione speciale della Giuria a Irene Scialanca nel ruolo del primo Zanni in “Scapino. Il servo nuovo”.
Menzione speciale della Giuria per gli attori giovani Claudio Mancini e Federica Zolea nei ruoli di Nor-man e Sophie in “Andy e Norman”. A loro è rivolta da Alberto Ferraro una proposta di partecipazione al suo “Progetto Europa”.
Migliori caratteristi: Vincenzo Basile della Compagnia “La Ribalta” e Federico Moschetti della Compagnia “Tradirefareteatro”.
Migliore attore non protagonista: Marco Domizi della Compagnia ““La Ribalta”.
Migliore attrice non protagonista: Sonia Cardellino della Compagnia “La Ribalta”.
Migliore attore protagonista: Simone Fraschetti della Compagnia “Tradirefareteatro”.
Migliori attrici protagoniste: Ombretta Garbati e Isabella Vasselli della Compagnia “A.A.Artisti Associa-ti”.
Migliore scenografia: Luciano Gioacchini e Angelo Mariani della Compagnia “La Ribalta”.
Migliore regia: Gianni Tacchia della Compagnia “Il Teatro”.
Premio “Gradimento del Pubblico” alla Compagnia “Tradirefareteatro”.
Premio “Città di Monte Compatri” alla Compagnia “La Ribalta”
È stato un grande successo di pubblico, a dimostrazione del fatto che il teatro “coinvolge”. Per dirla con una battuta: Il teatro è sempre magia.
Luglio – Sezione fotografia: copertura fotografica del festival cinematografico e della rassegna teatrale.
Settembre – È stato pubblicato il libro I 6 varchi di Gian Luca Pieri.
Settembre – Sezione fotografia: decennale del meeting di TrekEarth, tre giorni a Siena e dintorni
Settembre – Presso la sede di Monte Compatri, la Compagnia teatrale amatoriale Lapegrama ha rappresenta-to la commedia Girandola delle mogli spettacolo comico in quattro scherzi di Roberto Pennacchini.
Ottobre – È stato pubblicato il libro Storie fantastiche di Enrico Nardella.
Novembre – È stato pubblicato il libro 40 Anni di momenti di aggregazione del Gaci.
Novembre – La sezione Fotografia, in collaborazione con il sito italiainfoto ha organizzato il tradizionale meeting di Castelluccio di Norcia.
Novembre – È stato pubblicato il libro Racconti inediti in dialetto monticiano di Tarquinio Minotti.
Novembre – Sezione fotografia: meeting del vitigno del Sagrantino, zona Spoleto.
Novembre – Abbiamo rivolto al Comune di Monte Compatri la richiesta di patrocinio e contributo per il pro-getto Proiezione di film per il Centro anziani e per i cittadini. Le attività che l’associazione si impegna a svol-gere per la buona riuscita di questo progetto si articolano in tre fasi: 1) Ricerca delle fonti cinematografiche at-traverso consultazioni cartacee e realizzazione d’interviste audiovisive ad esperti del settore, al fine di pre-sentarle prima della proiezione di ogni film. 2) Proiezione del film. 3) Realizzazione di dibattiti sul film appe-na visto, assieme al pubblico.
Novembre – È stato pubblicato il libro Il dialetto monticiano nella poesia di Tarquinio Minotti di Elena Campolongo.
Dicembre – Si è svolta la campagna di tesseramento con l’annuale cena sociale.
Dicembre – Sezione fotografia: organizzazione per il rinnovo delle cariche del Grottino Fotografico
Dicembre – Alla Sala Consiliare del Tinello Borghese di Monte Compatri è stata presentata la Mostra di anti-che foto dei Castelli romani messe a disposizione da Aurelio Felici e organizzata dalla sezione Fotografia e Tarquinio Minotti.
Dicembre – Alla Sala Consiliare del Tinello Borghese di Monte Compatri è stato presentato il libro Racconti inediti in dialetto monticiano di Tarquinio Minotti contenente: Il dialetto di Monte Compatri di Maurizio Dar-dano.
Dicembre – Alla Sala Consiliare del Tinello Borghese di Monte Compatri è stato presentato il libro Il dialetto monticiano nella poesia di Tarquinio Minotti di Elena Campolongo.
Dicembre – Alla Sala Consiliare del Tinello Borghese di Monte Compatri è stato presentato il libro È tutto qui di Sabrina Falcone.
Dicembre – Abbiamo iniziato i lavori per la revisione del nostro Statuto per poter accedere alla ‘Registrazione all’albo delle associazioni di pubblica utilità’ della Regione Lazio al fine di avere accesso al versamento del 5 per mille.
Il portale Controluce.it, editato online come testata autonoma registrata al Tribunale di Velletri, in versione WordPress – l’applicazione più usata nel mondo dalle testate giornalistiche – con una impostazione funzionale e grafica completamente rinnovata è stato continuamente aggiornato con alcune decine di articoli ogni giorno da Tarquinio, Lucia, Gelsino, Gianni Cossu, Serena, Armando e Daniele Tullio. Le notizie e gli articoli sono distribuiti su tutte le tematiche di portata giornalistica con un’informazione a tutto campo e un’ampia rassegna di opinioni: sul piano della cronaca, dello sport e della politica; nell’ambito dell’arte e degli spettacoli; in tema di storia e cultura. Inoltre, proseguono sempre gli aggiornamenti sul sottodominio antonio.controluce.it che contiene informazioni sulle attività del ‘gruppo di frascati’ dell’Enea.
Inoltre, sono proseguiti tutti gli impegni che vedranno la loro conclusione nel corso del 2018: portale web, 10° Festival teatrale, Festival del Cinema, conferenze, pubblicazione di libri, presentazioni, mostre, ecc.

Monte Compatri, 23 febbraio 2018