Notizie in Controluce

“CIELOSTELLATO” AL TEATRO CIVICO DI ROCCA DI PAPA

 Ultime Notizie
  •  IL TRENO PER SCOPRIRE PAESAGGI E RISPETTARE IL PIANETA Riceviamo dal un nostro lettore e volentieri pubblichiamo Ho realizzato una pagina su Facebook   “IL TRENO PER SCOPRIRE PAESAGGI E RISPETTARE IL PIANETA” con l’obbiettivo di rivalutare il treno e...
  • DIRITTO AL RESPIRO Si è tenuto a Colonna, in data 10/01/2020, presso la sala Elsa Morante, dalle ore 17:00, la conferenza “DIRITTO AL RESPIRO. Conferenza pubblica sulle emissioni odorigene”. Organizzata da Associazione Aria...
  • Velletri – L’ ATTUALE STENDARDO DI S. ANTONIO ABATE COMPIE VENT’ANNI Ci avviciniamo alla tradizione Festa in onore di S. Antonio Abate, fermiamoci a parlare del celebre stendardo e della sua storia. Vessillo dell’Università dei Carrettieri e Mulattieri fondata nel 1624,...
  • Piano di gestione del daino nel Parco nazionale del Circeo Piano di gestione del daino nel Parco nazionale del Circeo Legambiente “Nessuna strumentalizzazione di una vicenda delicata e di importanza strategica per gli equilibri ecologici dell’area protetta” Il tema della...
  • POSTE ITALIANE SOSTIENE LE CELEBRAZIONI PER I 700 ANNI DI DANTE ALIGHIERI  Il Gruppo guidato dall’ad Del Fante offrirà il suo contributo in ricordo del sommo poeta alle iniziative previste nel 2021 in 70 Comuni italiani, in coerenza con gli impegni per...
  • CENTO FELLINI LUCIA MIRISOLA – RUGGERO MASTROIANNI – FEDERICO FELLINI Il prossimo 20 Gennaio, si compiranno i cento anni dalla nascita di Federico Fellini e il Museo Luigi Magni e Lucia Mirisola...

“CIELOSTELLATO” AL TEATRO CIVICO DI ROCCA DI PAPA

“CIELOSTELLATO” AL TEATRO CIVICO DI ROCCA DI PAPA
03 Novembre
08:06 2019

 

 

E’ nel cielo stellato che resta testimonianza di ciò che era e che nell’illusione dell’esistenza giunge a noi brillando, celando quel che in origine l’ha prodotto… è una memoria che di luce propria, impressa in un ricordo ancestrale,   splende lontano. Tale lo scenario preso a prestito per l’opera presentata il 2 novembre – casualmente appropriata anche questa coincidenza – nel Teatro Civico di Rocca di Papa: Cielostellato, un titolo che unisce come un filo – conferendo un continuum – un sostantivo e il suo aggettivo.

S’incontrano una giovane lei, a tratti misteriosa e un maturo lui, amante del teatro che vive in modo totale, viscerale. Non manca di dialettica ed empatia: ottiene che lei si lasci trascinare nel suo mondo ch’è finzione reale, vita presa a prestito, intessuta da trame, insieme di fili che incrociano l’ordito di un astratto tessuto.

Surreali i dialoghi, meditativi, poetici, riflessivi eppure vivi: trascinatore lui, entrambi si lasciano travolgere in una dinamica che nella transazione trova esiti positivi che li legano: pur dipanandosi attraverso una dialettica ch’è incontro e scontro nello stesso tempo e il loro approcciarsi, tra lontananza e vicinanza d’intenti, sfocia in un simbiotico compromesso.

Fantasia, onirica realtà s’intrecciano in un finale che non è necessariamente lieto… oppure sì? L’importante è arrivarci insieme, in un sentiero dov’è lei a condurre lui in un dignitoso congedo dalla vita: l’aveva sempre saputo, aveva tentato di dimenticare o forse aveva lasciato fruisse  fino in fondo una normalità tutt’altro che banale, inevitabilmente transitoria, lasciando nel ricordo, la sua immortalità.

Due interpreti,   Ettore Falzetti e Barbara Russo  – autori del testo teatrale –  che nella simpatia e nella leggerezza trascinano lo spettatore alternando toni ed emozioni in una trama armonica, delicata ed emozionante.

Prolungato l’ applauso del selezionato pubblico intervenuto, nonostante il maltempo: il nostro teatro vive anche di queste emozioni.

 

 

 

 

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento