Notizie in Controluce

Citta' Di Marino 1 Salerno 1

 Ultime Notizie

Citta' Di Marino 1 Salerno 1

Settembre 12
07:09 2011

Città di Marino: Perrotta, Belfiore, Modou, Kalambay, Scozzese, Paolacci (28′ pt Capolei), Quadrini (16′ st Santaniello), De Cristofaro (21′ st Miani), Angelilli, Fanasca, Falco. A disp.: Manfredonia, Esposito, Buttarazzi, La Ruffa. All.: Mobili.
Salerno: Iannarilli, Chirieletti, Avagliano, Calori, Chiavaro, Nicodemo, Canotto (13′ st Lanni), Giacinti, Biancolino (30′ st Polani), Proia, Mounard (44′ st Zero). A disp.: Sestito, Pacini, Licciardi, Piciollo. All.: Perrone.
Arbitro: Tesi di Pistoia. Assistenti: Orlando di Empoli e Bandettini di Pistoia. Marcatori: 7′ pt Biancolino (S), 45′ st Miani (M).
Note: Espulso al 46′ st Chirieletti (S) per doppia ammonizione. Ammoniti: Angelilli, Fanasca, Iannarilli. Spettatori: 1500 ca.
MARINO – Il Marino ferma al novantesimo il Salerno al “Fiore” dopo che i campani avevano condotto per buona parte l’incontro. C’è il pubblico delle grandi occasioni a Marino; agl’oltre 800 tifosi giunti da Salerno, si sono aggiunti altrettanti di fede marinese che hanno fatto sentire il loro calore e incitato dal primo all’ultimo minuto la squadra di Stefano Mobili. Nel Città di Marino la novità è rappresentata dall’esordio dal primo minuto del senegalese Modou, classe ’93, impiegato a destra nei quattro di difesa. Completano il reparto Scozzese, Paolacci e Belfiore a sinistra. Nel centrocampo a tre spazio a Kalambay, De Cristofaro e Quadrini. Fanasca agisce dietro le due punte Angelilli e Falco. Nel Salerno Perrone deve rinunciare a Giubilato, in difesa il tecnico romano si affida ai due centrali Calori e Chiavaro con Chirieletti a destra e Avagliano a sinistra. Centrocampo a tre con Nicodemo, Giacinti e Proia. Mounard e Canotto agiscono dietro l’unica punta Biancolino. Il Marino si fa vedere subito con Falco, ma il controllo in area del giovane attaccante marinese non è dei migliori. Al 7′ Scozzese, nel tentativo di effettuare un retropassaggio al portiere Perrotta, imprime poca forza al pallone mettendo Biancolino nelle condizioni di venirsi a trovare solo davanti all’estremo difensore di casa e di batterlo con freddezza. Partita subito in salita per gli uomini di Mobili. Il Città di Marino non sembra accusare il colpo e continua a fare la partita. Fanasca è molto ispirato, dai suoi piedi partono tutte le giocate dei biancazzurri. Al 16′ Scozzese cerca di riscattarsi con un bel colpo di testa, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, che non trova la porta. Al 25′ Mounard libera il destro dal limite esaltando i riflessi di Perrotta che è bravo a distendersi sulla destra e a evitare il raddoppio ospite. Paolacci si fa male ed è costretto ad abbandonare il campo. Mobili spedisce dentro Capolei. È un Marino a trazione anteriore. Alla mezz’ora Iannarilli deve compiere gli straordinari su un cross velenoso dalla destra, poi è costretto a ripetersi, poco dopo, sul bel colpo di testa di Falco con un balzo decisivo in corner. Nel finale di tempo ci provano di testa prima Kalambay e poi ancora Scozzese ma in entrambi i casi nessun problema per Iannarilli. Nel secondo tempo Mobili tenta il tutto per tutto. A pochi minuti dalla ripresa del gioco il tecnico marinese getta nella mischia altri due attaccanti, Santaniello e Miani. Sarà la svolta della partita. Al 19′ è proprio Santaniello ad avere di testa la grande chance del pareggio, ma la sua incornata non inquadra la porta da favorevole posizione. Il Salerno punge in contropiede, Biancolino accusa un po’ di stanchezza e Perrone decide di sostituirlo con Polani. Al 28′ tiro da dimenticare di Mounard. Il francese ci proverà poco dopo ma da ottima posizione calcia sul fondo. Al 40′ grande palla-gol per il Marino con Falco che calcia da pochi passi addosso a Iannarilli, che blocca a terra senza grossi problemi. Al 43′ Giacinti colpisce il palo esterno con una bella conclusione da fuori. Proprio allo scadere il Marino trova il meritato pareggio. Fuga di Moudu sulla destra, cross in area, Iannarilli non è impeccabile e Miani, con una gran rovesciata, lo punisce implacabilmente. Il Salerno protesta per una spinta che non c’è sul suo portiere. A farne le spese è il difensore Chirieletti che viene espulso dal direttore di gara. Termina con i giocatori del Salerno affranti per una vittoria che hanno visto sfumare proprio allo scadere. Esulta, almeno a metà, il Città di Marino, che dimostra, ancora una volta, grande spirito di squadra e una voglia pazza di non mollare mai. Un pareggio che i giocatori e il mister hanno voluto dedicare a Maurizio Alfonsi, vice presidente della società, che in settimana ha pianto la scomparsa del papà Augusto.

Condividi

Articoli Simili