Notizie in Controluce

Città di Marino-Fidene 2-0

 Ultime Notizie

Città di Marino-Fidene 2-0

gennaio 09
06:10 2012

Città di Marino (4-3-3): Manfredonia, Corsini, Belfiore, Sireno, Troise, Paolacci, Congiu, De Cristofaro (12′ st Kalambay), Miani (12′ st Pippi), Fanasca (37′ st Capolei), Angelilli. A disp.: De Brasi, Ciaramelletti, Spasiano, Simeoli. All.: Rinaldi (De Angelis squalificato).

 

Fidene (4-4-2): Mangerini, Loreti, Iozzino, Rubino, Petricca, Anselmi, De Angelis (25′ st Princigalli), Biso, Federici (21′ st Selva), Massella, Dominici (14′ st Manganelli). A disp.: Della Portella, Campobasso, De Franco, Lustrissimi. All.: Pantano.

Arbitro: Falsone di Palermo. Assistenti: Corcione e De Blasio di Pisa.

Marcatori: 22′ pt Miani (R), 43′ st Pippi.

Note: Ammoniti: Sireno (M), Troise (M), Paolacci (M), Congiu (M), Angelilli (M), Loreti (F), Biso (F). Calci d’angolo: 5-4 per il Città di Marino. Recupero: 1′ pt; 5′ st.

MARINO – Il nuovo anno porta bene al Città di Marino che torna alla vittoria davanti al pubblico del “Fiore”. Le squalifiche di Amendola, Quadrini e Russo non fermano la corazzata di castellana che si sbarazza di un buon Fidene con un risultato all’inglese. De Angelis, anche lui squalificato, e Rinaldi si affidano al solito tridente con Fanasca, Miani e Angelilli; dall’altra parte Pantano opta per un più classico 4-4-2 con Federici e Massella di punta. Partenza migliore degli ospiti che sfiorano il gol in almeno tre circostanze. Manfredonia è chiamato a due grandi interventi prima su Biso, dopo quattro minuti, poi, dopo che il Marino si era reso pericoloso con Congiu, con Federici, al 19′, che trova ancora una volta l’ottimo riflesso del portierone di casa. Al 19′ Federici vede smarcato in area Dominici, che trova il buon inserimento, ma il suo sinistro viene deviato all’ultimo in corner dai difensori marinesi. Nel momento migliore dei romani è il Marino a passare in vantaggio. Loreti rovina in area su Angelilli costringendo l’arbitro Falsone a comandare la massima punizione. Dagli undici metri Simone Miani fa undici in campionato spiazzando Mangerini. Dopo il gol i castellani non si scompongono e lasciano pochi spazi alla manovra offensiva dei rosso-verdi. Al 25′ ancora locali pericolosi con il solito Angelilli che scodella un pallone al centro dell’area di rigore dove Miani non trova la coordinazione giusta consentendo la facile presa di Mangerini. La ripresa si apre con De Angelis che approfitta di uno svarione difensivo di De Cristofaro, ma il suo diagonale viene intercettato in calcio d’angolo. Il Fidene spinge alla ricerca del pari costringendo il Marino ad abbassare notevolmente il proprio baricentro, anche se la squadra biancoazzurra non soffrirà più di tanto le sortite in attacco della squadra di Pantano. Al 20′ il neo entrato Manganelli batte un calcio di punizione, leggera deviazione della barriera marinese che non inganna Manfredonia, bravo a parare a terra. Poco dopo Loreti lascia partire un tiro-cross dalla destra che inganna Manfredonia, ormai battuto il portiere del Marino si salva grazie all’aiuto della traversa. Il Marino si vede al 36′ con il solito Angelilli che fa tutto da solo, non vedo libero sulla destra Sireno, preferisce calciare, ma troppo debolmente, tra le braccia di Mangerini. La partita si chiude al 43′: Pippi raccoglie in area un tiro deviato di Capolei e fredda Mangerini per il raddoppio dei suoi. Doppia festa per il Marino quando sul campo piomba la notizia del pareggio del Palestrina contro il Salerno: risultato che avvicina i castellani alla capolista di Carlo Perrone, ora a -4, in attesa dello scontro diretto di sabato prossimo all’Arechi.

Articoli Simili