Notizie in Controluce

Compro Oro – Vivere jazz vivere swing

 Ultime Notizie

Compro Oro – Vivere jazz vivere swing

Compro Oro – Vivere jazz vivere swing
maggio 19
10:40 2016

Prima romana di

Compro Oro
Vivere jazz vivere swing

Sabato 28 maggio 2016 – ORE 20,45  CINEMA TREVI Vicolo del Puttarello 25, 00187 Roma

La proiezione del film (2015, 80’) sarà preceduta da un incontro con:
Giorgio Bartolucci – musicista, appassionato e testimone operativo degli anni dello Swing Club
Toni Bertorelli – autore del libro L’effetto del Jazz (Iacobelli editore), dedicato allo Swing Club
Marino Bronzino – regista del film Compro oro
Toni Lama – ideatore e co-regista del film Compro oro
Stefano Landini – regista del film 7/8 sul jazz a Torino durante la seconda guerra mondiale
Angelo Santovito – direttore della fotografia del film Compro oro

INGRESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO POSTI

Con il Patrocinio di:

COMPRO ORO
Vivere jazz vivere swing

Da un’idea di:
TONI LAMA

Soggetto e Sceneggiatura:
MARINO BRONZINO e GIULIA PASSERA

Regia:
MARINO BRONZINO e TONI LAMA

Fotografia:
ANGELO SANTOVITO

Con:
Carlo Actis Dato, Elisa Amato, Piero Angela, Louis Atzori, Giorgio Bartolucci, Ruben Bellavia, Maria Berruto, Sergio Bevione, Franco Cerri, Giovanni De Luna, Furio Di Castri, Paolo Dutto, Enrico Fazio, Fabio Giachino, Dodo Goja, Nunzio Grippa, Toni Lama, Guy Le Querrec, Davide Liberti, Claudio Lodati, Giorgio Merighi, Franco Mondini, Camillo Nespolo, Ugo Nespolo, Dino Piana, Secondo Poncini, Enrico Rava, Luca Rigazio, Aldo Romano, Guido Scategni, Fiorenzo Sordini, Aldo Sperti, Luigi Tessarollo, Giancarlo Verde, Riccardo Zegna.

Compro oro prodotto da Nova RolFilm, FilmRouge e IK Produzioni, raccoglie varie testimonianze del vissuto di musicisti jazz negli anni Sessanta e Settanta esaltandone le caratteristiche di città industriale, ma anche fucina di fermenti letterari, sociali e musicali. Rappresenta una piccola parte del grande mosaico sociale e culturale di quel periodo, ricostruendo attraverso le testimonianze e i suoni di alcuni dei protagonisti, il fermento musicale dell’epoca. Partendo dagli anni Cinquanta, narra la storia dei jazzisti di colore che, lasciati gli States, si trasferirono in Europa stabilendosi principalmente a Parigi e da lì raggiunsero anche Torino, e lo Swing Club: una cave con sede nella cantina di un vecchio palazzo del centro storico, attualmente un negozio “Compro oro”, dove il jazz era di casa al pari di locali come lo Chat Qui Pèche di Parigi , il Domicile di Berlino, il Capolinea di Milano. I grandi musicisti americani, leggende per gli appassionati, si trasformavano in uomini in “carne ed ossa” nella cave torinese, crocevia obbligato per tutti coloro che, curiosi di un mondo diverso, scendevano le scale del locale per uscirne solo alle prime luci dell’alba. I musicisti che hanno frequentato lo Swing erano le leggende del jazz: Kenny Clarke, Art Blakey, Mal Waldrom, Gato Barbieri, Chet Baker. La storia di questo locale sarà il pretesto per raccontare il Jazz come stile di vita. Per mano ad alcuni protagonisti informati sui fatti, rappresentanti di due generazioni a confronto nella Torino di oggi, scopriremo la valenza sociale dello Swing Club, il suo inserirsi nel contesto storico, politico e sociale nella Torino industriale di quegli anni. Un confronto che non si limiterà alla memoria di un’epoca, ma giungerà fino ai giorni nostri.

Maggiori informazioni sul sito: www.swingclubtorinofilm.it
Elisabetta Castiglioni

info@elisabettacastiglioni.it

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento