Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

COMUNITA’ ENERGETICHE RINNOVABILI: IN POCHI ANCORA LE CONOSCONO

COMUNITA’ ENERGETICHE RINNOVABILI: IN  POCHI ANCORA LE CONOSCONO
Gennaio 23
15:06 2023

Nel mondo delle energie rinnovabili, una tra le tante soluzioni proposte  è quella delle Comunità Energetiche Rinnovabili (CER). Una Comunità Energetica Rinnovabile è un’associazione che produce e condivide energia da fonti rinnovabili, per generare e gestire in autonomia energia verde a costi vantaggiosi, riducendo le emissioni di CO2 e lo spreco energetico. Ne possono far parte semplici cittadini, attività commerciali, pubbliche amministrazioni, piccole e medie imprese, etc.

Secondo il rapporto Comunità rinnovabili 2021 di Legambiente, in Italia erano attive o in corso di attivazione alla data della pubblicazione, fine anno 2021, e sulla base della normativa allora vigente, 20 comunità energetiche rinnovabili, distribuite un po’ su tutto il territorio nazionale, mentre altre 7 erano in progetto. Gli impianti di autoproduzione risultavano essere per lo più di taglia compresa tra i 20 e i 60 kW.  La normativa in questo campo era ed è in continua evoluzione.

Le comunità energetiche contro la crisi. Empatia, tecnologie e territori per un’economia a misura d’uomo”, è questo il titolo del Rapporto prodotto da Fondazione Symbola, gruppo Tea e Ipsos, che ha fatto il punto sulla diffusione delle Comunità Energetiche in Italia e sul ruolo che queste possono assumere nella lotta al caro bollette, all’emergenza climatica e alla povertà energetica. Secondo il Rapporto di Symbola, Tea e Ipsos, solo il 13% dei cittadini e il 32% delle imprese sanno bene che cosa sono le CER. Tre imprese su quattro ne hanno sentito parlare (75%), e nella popolazione circa una persona su sei (15%). Si rileva tuttavia ancora scarsa informazione sulle modalità e sui tempi di realizzazione e sulla entità degli investimenti economici che lo strumento richiede, seguiti dalla difficoltà nel cambio di mentalità, dall’incertezza del quadro di norme e adempimenti burocratici. Secondo il Rapporto, alla fine del 2022 in Italia esistono 35 Comunità energetiche già operative.

Le Comunità Energetiche Rinnovabili – ha dichiarato Ermete Realacci, presidente della Fondazione Symbola – sono uno strumento formidabile per affrontare la crisi climatica, abbassare le bollette, rendere l’Italia più libera da ricatti energetici puntando sulle rinnovabili“.

I vantaggi delle CER. Come ricorda Giuseppe Lo Verso, responsabile Comunità Energetiche per Enel X, in un intervento pubblicato su FUTURAnetwork, le Comunità Energetiche determinano numerosi benefici di tipo ambientale, economico e sociale per il territorio in cui nascono. I vantaggi ambientali sono legati all’incremento della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili e alla limitazione dello spreco di energia in perdite di rete (che si verificano con il trasporto della stessa); quelli economici derivano dalla vendita dell’energia e dai meccanismi di incentivazione previsti dalla legge per promuovere la transizione energetica; quelli sociali, invece, sono collegati alla riduzione della povertà energetica, al miglioramento dell’ambiente in cui le stesse comunità vivono, alla promozione di una maggiore coesione tra gli individui.

Perché partecipare a una CER. Le principali ragioni indicate dai cittadini per prendere parte a una Comunità Energetica, secondo il Rapporto, sono il risparmio e la garanzia di indipendenza e sicurezza energetica sul territorio. Anche se numericamente più marginali, non mancano le aspettative positive in termini di impatti sulla società e sull’ambiente, quali l’adozione di un modello più sostenibile, la lotta alla povertà energetica, il rafforzamento dei legami di comunità.

Ostacoli alla diffusione delle Comunità Energetiche. Il Rapporto rileva anche una serie di impedimenti nel percorso verso la realizzazione di nuove Comunità: tra questi, la “scarsa informazione” sulle modalità e i tempi di realizzazione e sull’entità degli investimenti economici previsti per fondare una CER, la difficoltà nel cambio di mentalità, l’incertezza sul quadro delle norme e i complessi adempimenti burocratici.

Che si fa a livello locale?

La Regione Lazio ha pubblicato in data 22 Dicembre, 2022, sul Bollettino Ufficiale Regionale il bando da un milione di euro complessivi per finanziare gli studi di fattibilità tecnico-economica finalizzati alla realizzazione delle CER.

E’ da qualche tempo che se ne parla, anche a Velletri. In particolare l’Associazione Velletri 2030 prima e il Movimento Cinque Stelle dopo hanno promosso la diffusione della conoscenza delle Comunità Energetiche Rinnovabili attraverso pubblicazioni ed eventi dedicati, ampiamente ripresi dai media locali, in particolare Castelli Notizie e Velletri Life.

Aspettando una qualche iniziativa da parte dell’Amministrazione cittadina, si augura una buona lettura dei due Rapporti menzionati.

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Gennaio 2023
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”