Notizie in Controluce

Conferenza Stampa di presentazione al 51° Lucca Comics & Games

 Ultime Notizie

Conferenza Stampa di presentazione al 51° Lucca Comics & Games

ottobre 27
09:47 2017

1 Novembre 2017 ore 12:00 Sala Incontri Caffetteria Palazzo Ducale (Si4)
COLLEZIONARE CON CERTEZZA
Dopo tre anni di studi di fattibilità, SC è la prima società in Europa ad offrire un servizio di valutazione dello stato di conservazione per più ambiti di collezione. Il progetto prevede – in più stadi – di rivolgersi a settori solo convenzionalmente distanti: oggi fumetti, tavole originali, album e bustine di figurine, carte collezionabili e per giochi di ruolo. Nei prossimi mesi francobolli, cartoline, titoli azionari e del debito pubblico, monete e banconote.
L’idea nasce da un’evidenza e da una domanda: negli Stati Uniti, la compravendita di collectibles di qualche valore avviene da molti anni quasi esclusivamente su materiale “gradato”. Perché questa circostanza, che ha contribuito a determinare nel mondo anglosassone volumi di crescita di straordinario interesse, non si è ancora verificata in Europa?
A nostro avviso le ragioni sono due.
La prima è viscerale: il collezionista europeo è più un appassionato che un investitore, e anche quando investe lo fa sulla propria nostalgia, che ha una consistenza e un odore, mentre gli americani sigillano qualsiasi oggetto in involucri di plastica rigida impedendo ai possessori di estrarli dalla confezione senza vanificare i benefici del servizio di grading.
La seconda è strutturale: mancano idonei strumenti di valutazione degli stati di conservazione. Negli USA i beni numismatici vengono valutati su scale di dettaglio in 70 punti (100, per i beni filatelici) mentre in Europa ci si limita a 6/8; riguardo ai fumetti e alle carte collezionabili non esistono da noi specifiche regole condivise mentre per album di figurine e tavole originali una codifica non era finora neppure mai stata tentata.
Di qui, la sfida.
GLI ESPERTI E LE SCALE. Innanzitutto, sono state definite, con la collaborazione dei massimi esperti italiani in ogni settore, scale di valutazione scientifiche, rigorose e appropriate alla qualità degli oggetti (solo per fare un esempio macroscopico: un asse di Tiberio non può essere valutato con gli stessi criteri di una sterlina vittoriana), che sono state depositate e verranno messe a disposizione sul nostro portale per favorirne la libera circolazione.
GLI INVOLUCRI ORIGINALI. Quindi, sono stati progettati e prodotti involucri ad hoc che soddisfano criteri di affidabilità e robustezza garantendo al tempo stesso la potenziale rimovibilità del contenuto; il fatto che questo possa avvenire senza pregiudicare il valore della certificazione è assicurato dall’inserimento, nella scheda online di ciascuna, di una documentazione fotografica ad altissima risoluzione che testimonia, come un’impronta digitale, la valutazione ricevuta.
IL PORTALE, LE SCHEDE E LE ETICHETTE. Da ultimo, è stato costruito il portale web www.statidiconservazione.it che contiene la banca dati aperta dei beni gradati, dove ciascuna scheda è corredata di più scansioni ad altissima risoluzione, della classificazione sistematica e di una descrittiva dettagliata dello stato di conservazione. Il database è liberamente consultabile inserendo il numero seriale del prodotto gradato che si possiede, che si vorrebbe acquistare, vendere o semplicemente conoscere. Tale seriale è facilmente rintracciabile sull’etichetta di certificazione – posta a corredo di ciascun bene “gradato” – la quale è provvista anche di elementi di identificazione dello stesso, del suo grado di conservazione, oltre che di numerosi elementi anticontraffazione.
L’IMPARZIALITÀ’. Uno degli elementi di maggior rilievo dell’intero progetto è dato dalla scelta di SC di porsi come interlocutore “terzo” al mercato non operando compravendita di beni da collezione, garantendo così la propria reale indipendenza, imparzialità e autonomia di giudizio nell’interesse di collezionisti, commercianti, investitori e di chiunque intenda far “gradare” un bene da collezione.
SC ambisce a proporsi come una svolta culturale, offrendo il valore dell’armonizzazione del linguaggio e della sistematicità scientifica. Questo nuovo approccio potrebbe sanare quell’anomalia del mercato in cui spesso l’attribuzione del valore non si basa su un metodo scientifico ma sul parere soggettivo delle parti. SC non certificherà il valore economico di un bene, ma la sua genuinità e le condizioni nelle quali è giunto nella sfera di interesse di chi ne fa richiesta.
La potenzialità del progetto è qui: offrire a modico prezzo una certificazione che garantisca al bene che si possiede o che si desidera vendere o comprare – o del quale si vuol semplicemente conoscere la qualità collezionistica, indissolubilmente legata allo stato di conservazione – la certezza di uno “status” di qualità in un mercato ancora molto ricco di possibilità di crescita. Infine, i nostri esperti saranno anche a disposizione di quei clienti che volessero conoscere anche il valore del bene gradato in questione.
Informazioni e contatto:
info@statidiconservazione.it
www.statidiconservazione.it
Gianfranco

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento