Notizie in Controluce

Conferenza sul Caravaggio

 Ultime Notizie

Conferenza sul Caravaggio

08 Aprile
12:08 2010

Teatro di questo pathos artistico l’Aula consiliare di Rocca di Papa, dove un numeroso pubblico ha seguito con partecipata attenzione l’iniziativa organizzata il 12 marzo dall’Associazione culturale “L’Osservatorio”. Presentata da Dina Gatta, Daniela Paolini ha affrontato il tema “La maledizione del Caravaggio”: si è ripercorsa la tormentata esistenza dell’artista, dinamico e sanguigno, dal carattere impulsivo e viscerale, coinvolto anche in episodi di drammatica violenza che sfoceranno persino in un omicidio. Tale delitto costringerà Caravaggio a fuggire e a ricercare protezione e appoggio dai potenti, più volte, per tutto l’arco della sua breve esistenza. Tra i suoi protettori, anche i Colonna, signori di Marino e di Rocca di Papa: il giovane artista ha vissuto una parte della sua vita in questa nostra realtà castellana e, indietro nel tempo scivola la nostra immaginazione nel pensarlo ad osservare panorami e scorci paesani che ancora oggi fanno da sfondo alle nostre città. Fa notare l’esperta relatrice che l’opera artistica di Caravaggio si lascia influenzare dalle dinamiche quotidiane ed è possibile scorgere ansie e tormenti in certi chiaroscuri, dove la luce appena filtra tra le ombre dello sfondo; si attenuano certi contrasti nei periodi in cui il Caravaggio pare godere di uno sprazzo di tranquillità, sempre fugace, di una protezione appena ricevuta, serenità sempre breve, rotta da episodi in cui la sua indole collerica e impulsiva lo costringe di nuovo a fuggire. Caravaggio mostra nella sua arte una realtà non edulcorata: prende a modello la gente comune, con le sue sofferenze, con i suoi difetti fisici, in atteggiamenti non plastici, a volte poco eleganti e, per il periodo storico in cui egli produce, poco apprezzati dai committenti. Un precursore dell’Impressionismo, fa notare ancora la Paolini: anche le nature morte mostrano realtà e oggetti esasperati, non attenuati, con colori e forme fin troppo realistiche. E in numerose opere emergono diversi suoi autoritratti; l’artista presta il suo volto a numerosi soggetti delle sue tele: il Davide dal volto triste che porta in primo piano la testa da cui gocciola sangue: è il volto di Caravaggio; nel celebre L’adorazione dei pastori ci sono probabilmente quattro suoi autoritratti nelle diverse età: una sorta di firma, o mancanza di denaro per pagare i modelli? Molte altre curiosità e approfondimenti sono scaturiti durante quest’incontro, terminato troppo velocemente: il tempo è tiranno! I partecipanti avranno modo, comunque, di approfondire quanto emerso dall’interessante conferenza, visitando la Mostra sul celebre artista, allestita presso le Scuderie del Quirinale e già organizzata per il prossimo 19 maggio, dalla dinamica coordinatrice dell’Associazione, Antonia Dilonardo, con il trasporto gratuito messo a disposizione dal delegato alla Cultura di Rocca di Papa, Simone Pizziconi: lodevole iniziativa che merita tutto il nostro plauso!

Articoli Simili