Notizie in Controluce

Denti che cadono: cause e rimedi

 Ultime Notizie

Denti che cadono: cause e rimedi

09 Giugno
15:46 2016

In via generale, quando un dente permanente ci sembra traballante, o addirittura in procinto di cadere, bisogna immediatamente capirne la ragione. Ad eccezione di quelli da latte, quando un dente cade non è mai un buon segno poiché dietro alla sua caduta potrebbe nascondersi una patologia più seria.
Sono molte le cause che possono portare alla caduta di un dente, ma di solito succede in seguito a traumi, fratture o infezioni complesse. In ogni caso, non bisogna mai ignorare la caduta di un dente permanente al fine di poter intervenire in modo tempestivo sulla causa che ne ha comportato la caduta. In più, un dente mancante rischia di compromettere anche l’aspetto di una persona, minandone l’estetica e l’armonia del volto.
Ma quali sono le cause più comuni della caduta dei denti permanenti? Di seguito ne descriviamo alcune.

Caduta dei denti: possibili cause

Solitamente, la caduta di uno o più denti potrebbe essere indice di una condizione di salute disagiata, dell’insorgere di una patologia, o dell’adozione di una serie di abitudini o atteggiamenti dannosi e non adatti a preservare la salute dei propri denti.
Una delle cause più comuni della caduta dei denti permanenti è infatti la scarsa, o scorretta igiene orale, unita a un’alimentazione carica di zuccheri.
Siamo tutti d’accordo che i dolci, specialmente quelli gommosi e super zuccherosi, siano molto invitanti sia per i bambini sia per gli adulti. L’assunzione di questi snack ricchi di zuccheri non è dannosa, purché il consumo sia limitato e l’igiene orale garantita. Il problema sorge quando il consumo di zuccheri diviene eccessivo e va ad alterare il naturale assetto batterico della bocca, generando una sorta di predisposizione dell’individuo alle infezioni dentali.
Anche l’inclinazione a qualsiasi forma di tabagismo può causare la caduta dei denti, in quanto danneggia le gengive e i denti stessi.
Ma una delle cause principali della possibile caduta dei denti permanenti è la scarsa, o inadeguata igiene orale. La superficie dentale è caratterizzata da uno strato di placca, composta da batteri, che può causare la formazione di carie dentali qualora non venga rimossa adeguatamente mediante la pulizia quotidiana. Se a questa si aggiungono anche i residui degli alimenti non correttamente rimossi, le probabilità di caduta dei denti permanenti aumentano in modo esponenziale.
La presenza costante della placca batterica può incoraggiare le infiammazioni gengivali, la corrosione dello smalto dei denti e favorire così l’insorgere di patologie più serie come le gengiviti. A lungo andare, le gengiviti trascurate possono danneggiare l’integrità dei tessuti e distruggere l’apparato di sostegno dei denti, chiamato parodonto. Quando una simile eventualità si verifica, si parla di malattie parodontali, o di parodontite, con il conseguente rischio di caduta dei denti.
Cosa fare in seguito alla caduta di uno o più denti permanenti?
In questo caso, la soluzione ideale è il ricorso all’implantologia dentale, ovvero l’inserimento di uno o più pilastri artificiali all’interno dell’osso mascellare, o mandibolare. Il supporto e i denti artificiali sono perfettamente in grado di svolgere la loro normale funzione. Per assicurarsi la perfetta riuscita dell’intervento si consiglia di rivolgersi a specialisti di comprovata qualità come quelli che lavorano in questo studio di implantologia situato a Roma. Oggi, grazie all’implantologia dentale, è possibile sostituire i denti caduti con delle protesi fisse in grado di garantire la durata e la funzionalità di una normale dentatura.
Infine, tra le altre cause che possono portare alla caduta dei denti troviamo: le infezioni dentali trascurate, che possono scatenare delle infezioni più serie e danneggiare i denti in modo irreversibile, fino alla loro caduta. I disturbi inconsapevoli come il Bruxismo notturno, che erode in modo graduale lo smalto dei denti indebolendo l’osso di sostegno e causando la caduta. Per risolvere il problema del Bruxismo si può utilizzare un bite notturno che impedisca ai denti di toccarsi e consumarsi. Per richiedere un preventivo per un bite anti Bruxismo si consulti il sito di uno studio odontoiatrico di Ostia che offre le migliori soluzioni personalizzate per risolvere i disturbi notturni involontari.

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento