Notizie in Controluce

“…Devoti per Monte Compatri”

 Ultime Notizie

“…Devoti per Monte Compatri”

Dicembre 01
07:07 2007

Altre pagine che ora sono solo una pallida spia della… “devozione devotiana” per questo angolo dell’Europa mediterranea reiteratamente violentato nel nome delle solite “facili vie” della crescita e sviluppo spinte dal “tornaconto” monetario. Vie che calpestano, violentano selvaggiamente il passato latino nel nome del peggior presente italiano. Le sempre maggiori difficoltà a ricostruire il passato di questa terra a partire dalla ricerca e studio archeologico devono far preoccupare tutto l’establishment nazionale. Disagi e disservizi, dequalificazione e depauperamento della vita nel nome dei “grandi numeri” della politica (del consenso ad ogni costo). Monte Compatri deriverebbe da Mons Confratuum – Mons cum patrum, area ricca di snodi viari tra la Labicana e l’interno del Vulcano Laziale (mons compitum – “monte caratterizzato da snodo viario” l’ipotesi migliore che mi permetto umilmente di chiosare a posteriori). Dialogando in sala con Luciana Vinci, ora Direttrice della rivista Castelli Romani (60 anni di cronaca dai Castelli e altra memoria vivente), si è apertamente posto il problema della trasmissione generazionale dell’identità e memoria latina. Nel dettaglio avevamo dialogato su un progetto editoriale per un libro sui sopravvissuti castellani alla II Guerra mondiale. Trauma devastante e per il territorio fisico. Un libro delle memorie viventi ancora. Nel dialogo emerse benissimo, lucida e cristallina, la straordinaria ricchezza della “miniera” del Vulcano Laziale e dintorni. Miniera che necessita però di volenterosi e forti minatori come Luigi, e oggi soprattutto di nuovi testimoni generazionali (altro fuoco di Devoti) e sostegno, non solo finanziario. I Castelli Romani, il Sud Est di Roma (la “Marca Latina”) vanno conosciuti e amati a fondo. Vanno divulgati. Vanno salvati e bisogna sostenere chi li salva con il proprio racconto sulla carta stampata. Salvare la nostra “biodiversità” nel mondo, senza esagerare, salvandola qui nel centrale Vulcano Laziale.

*Da quasi 40 anni residente a Monte dopo 16 passati a Grottaferrata. Medico chirurgo a tempo pieno. Primario a Frascati. Nato a Roma nel 1931. Liceo classico e Laurea alla Sapienza. Sottotenente medico di complemento. Grande esploratore dei Castelli. Grande sensibilità e “tatto” fotografico.

Condividi

Articoli Simili