Notizie in Controluce

 Ultime Notizie
  • I PROBLEMI DEL LATTE IN ITALIA E LA FORZA DEL SETTORE OVICAPRINO I PROBLEMI DEL LATTE IN ITALIA E LA FORZA DEL SETTORE OVICAPRINO AL CENTRO DEL DIBATTITO PROPOSTO NELLE FIERE ZOOTECNICHE INTERNAZIONALI DI CREMONA A CremonaFiere soluzioni e proposte per due...
  • L’ESPERANTO NEL PALLONE Parole in Esperanto sul pallone dei mondiali in Qatar E’ forse per farsi perdonare l’organizzazione di un mondiale che sarebbe stato a lungo contestato che la FIFA ha deciso che...
  • Strade a Ciampino, completato il rifacimento di via Icaro Completato il rifacimento di via Icaro, nel tratto completo tra via Bleriot e via Fratelli Wright. L’intervento ha visto il ripristino del manto stradale al termine dell’intervento per la realizzazione...
  • Pomezia: buoni spesa per le famiglie Comune di Pomezia: buoni spesa per le famiglie, contributo economico straordinario una tantum Dionisi: un Natale all’insegna del sostegno concreto ai più svantaggiati   Pomezia, 2 dicembre 2022 – Pubblicato...
  • Antartide: Beyond Epica, inizia la campagna di perforazione profonda della calotta glaciale     Dall’analisi della carota di ghiaccio dati su evoluzione delle temperature, composizione dell’atmosfera e ciclo del carbonio fino a 1,5 milioni di anni fa Con l’avvicinarsi dell’estate australe riprende...
  • Convegno Nazionale COMPAG 2022 Agricoltura.  La strategia verde europea: un futuro grigio per il settore del commercio? Dal green deal alle carenze di materie prime a livello mondiale, con cali di produzione fino al...

Diabete: un paziente su tre ha malattie cardiovascolari 

Ottobre 15
07:04 2021

Lo Studio CAPTURE: il più vasto studio epidemiologico internazionale mostra la gravità della correlazione tra diabete di tipo 2 e pesanti disturbi cardiaci e rivela anche che ancora pochi vengono curati con i farmaci con comprovato beneficio cardiovascolare

La spesa media annua per paziente con diabete relativa ai farmaci è pari a 873 euro, dei quali solo 209 euro (24%) sono destinati alla terapia del diabete

Cosa sappiamo e cosa sapevamo della relazione tra diabete e malattie cardiovascolari? Da tempo avevamo prove di questa relazione, ma oggi un grande studio internazionale, denominato CAPTURE, che ha coinvolto quasi 10.000 persone con diabete tipo 2 provenienti da 13 paesi del mondo, ci dà un quadro preciso – e più grave nei numeri – di quanto sapessimo fino a ieri. Lo Studio CAPTURE è il più vasto studio epidemiologico, non interventistico, multicentrico, internazionale nato proprio per valutare l’impatto della malattia cardiovascolare nel diabete tipo 2. 

I dati dello studio CAPTURE riportano come 1 paziente su 3 con diabete ha una malattia cardiovascolare che per quasi il 90% è di natura aterosclerotica (AsCVD). L’aterosclerosi è la prima causa di insorgenza di micro e macroangiopatie che possono portare ad infarto, ictus e scompenso cardiaco.

Lo studio CAPTURE ci dice anche di più: a prevalere sono le malattie coronariche che colpiscono il 17% dei pazienti diabetici, la malattia carotidea oltre il 9%, le malattie cerebrovascolari nel 7%, e lo scompenso cardiaco sintomatico intorno al 2.4%. E’ noto nella comunità medica che le persone con diabete hanno un rischio di malattia cardiovascolare doppio rispetto alle persone non diabetiche.

Lo studio CAPTURE ci restituisce una situazione che si potrebbe definire paradossale: di fronte ad un impatto così drammatico delle malattie cardiovascolari legate al diabete che colpiscono oltre 1 paziente su 3, i trattamenti con farmaci ipoglicemizzanti con comprovato beneficio cardiovascolare (GLP1-RA e SGLT2i) sono stati utilizzati in meno di 2 pazienti su 10. Le Linee Guida SID/AMD appena pubblicate, raccomandano invece di trattare i pazienti con pregressa malattia cardiovascolare esclusivamente con metformina e GLP1-RA o SGLT2i.

Le caratteristiche dei pazienti analizzati (età media, sesso, peso…) nello studio CAPTURE, rispecchiano quelle di quanti normalmente sono visitati degli ambulatori diabetologici.

Gli obiettivi dello studio erano di valutare la prevalenza della malattia cardiovascolare complessiva nei pazienti con diabete tipo 2, delle differenti patologie del distretto cardiovascolare e si proponeva di calcolare anche la prevalenza dei pazienti con fattori di rischio cardiovascolare oltre che di valutare quali trattamenti per il diabete venivano utilizzati.

L’emergenza Covid 19 ha ulteriormente evidenziato problemi e rischi di questa patologia. “La pandemia ha messo in ulteriore risalto la gravità di questa patologia e quanto sia importante che il diabete venga curato, usando un approccio multidisciplinare. Il diabete, infatti non “viaggia” quasi mai da solo perché è spesso accompagnato da altre patologie croniche. IL 70% delle persone con diabete è iperteso, il 30% presenta patologie renali concomitanti e più del 30% soffre di una patologia cardiovascolare su base aterosclerotica. Quest’ultimo dato è stato evidenziato anche dallo STUDIO CAPTURE che ha valutato la prevalenza delle malattie cardiovascolari tra le persone con diabete di tipo 2”. Giuseppina Russo, professore associato di Medicina Interna dell’Università di Messina co-firmataria dello studio CAPTURE

 

Lo scenario che ci restituisce questo studio conferma e rende più grave quello che hanno sempre riportato analisi condotte in passato (come lo studio RIACE del 2018) dalle quali era emerso che in Italia le malattie cardiovascolari rappresentano la prima causa di morbilità e mortalità fra le persone affette da diabete. Oggi sappiamo anche che, insieme all’obesità, il diabete e le cardiopatie sono le principali cause della mortalità dei pazienti colpiti dal COVID.

Nonostante il drammatico impatto sulle aspettative di vita e sulla qualità di vita, la consapevolezza delle persone con diabete riguardo l’importanza di uno stretto controllo dei fattori di rischio cardiovascolare e le informazioni fornite dagli operatori sanitari sembrano essere insufficienti. Infatti, secondo l’indagine dell’IDF “Taking Diabetes to Heart” 1 persona su 10 non è a conoscenza che la malattia cardiovascolare sia un fattore di rischio ed 1 persona su 4 ritiene di avere un rischio basso o addirittura nullo.

Studi come il CAPTURE consentono non solo di avere un quadro più strutturato dei dati ma anche di “agire” sulle persone con diabete in termini di informazione e consapevolezza.

E accanto al tragico costo umano (decessi, qualità della vita ecc.) ci sono anche i costi sociali ed economici della malattia e del suo intreccio con le patologie cardiovascolari. La spesa media annua per paziente con diabete relativa ai farmaci è pari a 873 euro, dei quali solo 209 euro (24%) sono destinati alla terapia del diabete. La quota restante riguarda tutti gli altri trattamenti, fra i quali un ruolo importante giocano i farmaci antiipertensivi, ipolipemizzanti ed antiaggreganti. Gli antiipertensivi rappresentano la classe di farmaci più utilizzata in Italia, essendo prescritta al 72,2% della popolazione con diabete con un costo medio pro capite di 129,7 euro e un costo medio per paziente trattato di 179,8 euro.

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Dicembre 2022
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”