Notizie in Controluce

Eccellenze in rete per un paese vincente

 Ultime Notizie

Eccellenze in rete per un paese vincente

Eccellenze in rete per un paese vincente
Settembre 28
16:00 2019

Contro l’ignoranza impaurita dei catastrofisti, Eva Lacertosa lancia, con una grande festa, Progetto Italia che è un patto di collaborazione tra imprenditori, artisti, scienziati, pronti a lavorare insieme con l’ottimismo del coraggio

L’età forte di un paese e dell’uomo si apre quando diventa chiaro cosa scartare e che scegliere; come sognare e dove costruire. Una donna visionaria come Eva Lacertosa in quel punto del cammino di sua vita, ha deciso di realizzare ciò che i sognatori hanno già immaginato. L’idea è di trasformare bambini e adulti promettenti in esperti del futuro, per rendere il paese un posto migliore. Un’impresa tutt’altro che facile, poiché da anni i protagonisti della politica e dell’economia non pensano ad altro, o almeno così dicono, senza riuscirci. Eva non intende partire dai vertici del potere e non ha in mente un piano gigantesco. Per istinto punta su ciò che ha a disposizione, a cominciare da un alto livello di professionalità raggiunto in alcune attività. Produttrice autrice e conduttrice televisiva, commercialista brillante, ex professoressa di matematica, femme de famille appassionata ha avuto il coraggio di spendersi senza risparmio per mettere in pista il suo progetto, rendendolo vivo ed efficace. Strada facendo ha già guadagnato molte vittorie ed è, diciamolo pure, una donna di successo. Le è staro relativamente facile raccogliere intorno a sé molti amici di talento e di buona volontà per pensare insieme un’Italia vincente. I molti amici sono stati protagonisti di 178 interviste autobiografiche in tre format televisivi: A tutta salute, Go kids go, Progetto Italia.

Il suo metodo ha dato alcune prove concrete di efficacia tanto nell’insegnamento quanto nella professione. Si è fidata, quindi, di se stessa e della strategia che l’è venuta in mente. Sente di poter valutare e aumentare il potenziale umano individuale. Quando una persona le appare eccellente così la chiama e come tale la tratta in video e nella vita.

Il format televisivo le consente di provocare persone notevoli a un’autovalutazione positiva, offrendo loro l’occasione di raccontare se stesse al pubblico. Poi promette di metterle in contatto fra loro in modo da innescare una sorta di reazione a catena. Infine regala a tutti il massimo: una missione da compiere in tempo breve. Detto fatto ha convocato tutti il 22 settembre 2019 a una riunione che è stata anche una grande festa, degna dei protagonisti dell’età del Jazz: il Meeting of Excellences. L’incontro delle eccellenze si è regalato il primo scopo da raggiungere insieme: riqualificare Ostia, zona bella del litorale romano, segnata da un visibile degrado. Insomma questa grande serata di gala, piena di musica, ballo e colori, Eva Lacertosa l’ha ideata, voluta, organizzata e accolta nella sua villa romana, per coinvolgere tutti in qualcosa di buono e, in breve tempo, dimostrare che farli incontrare è stata una bella idea.

Non c’erano tutti i protagonisti del talk show, andato in onda su Odeon Tv e pubblicati su Facebook e, in video, su youtube, ma i presenti hanno contribuito alla riuscita della serata. Nell’ampio atrio di villa Lacertosa, abilmente truccato da sala-dance and music, hanno dato un saggio di quanto sono adatti a fare squadra. Il club Ferrari Appia antica, fondato da Little Tony, ha inviato all’ingresso alcune auto della scuderia. Gianfranco Sciscione, editore alcuni poli televisivi raccolti in Gold-tv, ha lodato la maestria del regista Leonardo Todaro, in pensione da un giorno ma sempre in forza negli studi di via del Tecnopolo con altra forma contrattuale, autore, tra l’altro, della clip con i ritratti delle eccellenze, con cui si è aperto lo spettacolo. Quindi Eva ha ringraziato prima Eleonora Altamore, nota stilista e Antonella Lizza, campionessa mondiale di body building, che l’hanno ispirata e sostenuta da sempre. Poi subito dopo chiama gli ospiti venuti apposta da lontano. Due italiani proprietari dell’Hotel Victorine, che, durante la vacanza estiva di Eva a Nizza, si sono resi disponibili a presentarle gli italiani eccellenti che vivono in Francia, e Laura Albanese, agente immobiliare a Nizza, conduttrice di Radio azzurra.

“Vorrei creare – dice Eva – una rete mondiale di eccellenze italiane e collegare professionisti, imprenditori e artisti per dare l’impronta di vera unione degli italiani. Credo di poterci riuscire per le competenze acquisite su ogni campo di battaglia e in tutte le situazioni vissute con gioia e con sofferenza. A livello regionale ho l’idea di provare a dare un’immagine migliore dei luoghi colpiti dalla mancanza d’interesse, derivante da particolari nodi politici o altro. Ostia, il meraviglioso litorale romano, vorrei tentare di ricostruirlo non a partire dall’entroterra ma dal mare! Dopo il grande successo della manifestazione 100 vele di Fabio Falvo, in accordo con il grande comandante Giuseppe Nicotra, desidero farla diventare ancora più grande. Accoglierà 1000 vele. E desidero anche portare avanti la mia iniziativa nella scuola (quella di Kids go kids) passando dalla primaria alle elementari. Vorrei, con l’aiuto di questo gruppo, mettere in luce chi veramente vale tra gli artisti, organizzando per loro eventi, unendo imprenditori sponsor per un loro ritorno di alleggerimento fiscale. Fino ad ora ho affrontato da sola tutto questo, contando su Leonardo Todaro regista di Gold tv e, per il primo ciclo di A tutta salute, su Medx, che l’ha sponsorizzato.”

Ci sono stati applausi, complimenti e sincera ammirazione per la padrona di casa e per i suoi ospiti, in particolare per il professo Andrea Tasca, che ha introdotto nella festa un momento di riflessione presentando un disegno animato, dove s’illustrano le buone pratiche di prevenzione del cancro al retto.

Ernesto Carpintieri ha raccontato l’attività dell’Accademia europea per le relazioni economiche e culturali A.E.R.E.C. di cui è presidente.

L’imprenditore Emilio Ricci si è concentrato sulla descrizione minuziosa dei suoi tessuti ecologici prodotti con filati vegetali non tossici, realizzabili con un enorme risparmio di acqua.

La presenza di Anastasio Primo, papa ortodosso, ha segnato l’inizio di un crescendo emotivo. Suor Maria, dotata di una potente voce splendida, suor Bernadette Rossoni e la missionaria Cheryl, luminosa testimone di gioia, ha raccontato l’avventura del format Go Kids go proposto alle suore della scuola Maria bambina di Roma e accettata sulla fiducia da tutte e tre: didattica fuori dagli schemi con uso di dialetti e di lingue straniere utilizzate per raccontare favole, con simulazioni di dialogo tra alunni e animali preistorici, più un telegiornale dei bambini.

Marco Miele ha portato la sua fotografia vissuta come opera d’arte, Luca Nicotra la sua squadra di Arte Scienza, Sandro Cecchi con il progetto Infinite spaces. Fabio Falbo per essere presente ha rimandato la partenza per Genova, dov’era atteso al Salone nautico.

Poi musica e danza per tutti con la particolarità che i cantanti e il maestro di ballo sono protagonisti, come gli altri, del Progetto Italia. Ha cantato la favolosa suor Maria e Cinzia Tedesco che esegue in Jazz il melodramma, precedute dalla grande Anna Vinci che ha invitato tutti al suo concerto del 2 ottobre al teatro Arciliuto di Roma.

Una serata perfetta, che ha dato il meglio di sé nei giorni seguenti. La chat del gruppo è affollata di nuove proposte, di dialoghi sempre più caldi e d’inviti nuovi. Così il diario su Facebook. È segno di successo? Probabilmente sì. Un progetto privato può cambiare il paese e il mondo? Curry Kennedy, settima figlia di Robert, impegnata da molto tempo nella difesa dei diritti civili ha sempre sostenuto che le piccole associazioni, più dei grandi gruppi multinazionali, svolgono un’attività efficace per il bene o il male della terra. Nell’unione di molti individui o gruppi l’energia totale non è il risultato di una divisione, ma piuttosto di una moltiplicazione.

Il principio è quello della rete di Indra che è come una rete a maglie larghe, intessuta con diamanti di taglio perfetto ai nodi. Quando la luce ne illumina uno, le facce del cristallo prezioso la moltiplicano, trasmettendo lo splendore alle altre pietre. Un diamante non brilla da solo; ma, grazie alla disposizione in rete, Illumina tutto intorno a sé.

Tags
Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento