Notizie in Controluce

Eccidio delle Fosse Ardeatine, il ricordo di Zagarolo

 Ultime Notizie
  • 7 settembre 2020: nasce SCR, il “Sistema Castelli Romani” Il Consorzio dei Comuni dei Castelli Romani coordinerà le politiche culturali e di promozione del territorio   I Sindaci di 16 Comuni del territorio hanno approvato definitivamente il nuovo Statuto...
  • MARINO, APPELLO DI GABRIELLA DE FELICE MARINO, APPELLO DI GABRIELLA DE FELICE: “SERVE DIALOGO AUTENTICO TRA COMMERCIANTI E COMUNE PER EVITARE EPISODI CHE METTONO AL REPENTAGLIO IL RILANCIO DI UN SETTORE VITALE PER IL CENTRO STORICO”...
  • WILLY, GROTTAFERRATA ADERISCE ALL’INIZIATIVA ANCI LAZIO WILLY, GROTTAFERRATA ADERISCE ALL’INIZIATIVA ANCI LAZIO: BANDIERE A MEZZ’ASTA IL GIORNO DEL FUNERALE DEL RAGAZZO Il sindaco Andreotti rilancia:”Tutti i comuni si costituiscano parte civile ad adiuvandum per manifestare la reazione...
  • Pomezia – Muro di recinzione alla scuola di via Cincinnato, partiti i lavori Muro di recinzione alla scuola di via Cincinnato, partiti i lavori Sono partiti questa mattina i lavori di ristrutturazione del muro di recinzione che circonda il perimetro della scuola primaria...
  • PISTOIA NOVECENTO Sguardi sull’arte dal secondo dopoguerra FONDAZIONE PISTOIA MUSEI annuncia PISTOIA NOVECENTO Sguardi sull’arte dal secondo dopoguerra a cura di Alessandra Acocella, Annamaria Iacuzzi, Caterina Toschi 19 settembre 2020 – 22 agosto 2021 ingresso su prenotazione:...
  • LA FISICA DEI RAGAZZI Per una fortunata coincidenza, giovedì 3 settembre, nel Blog del “Fatto Quotidiano” è apparso un appello di Jacopo Fo titolato “Allo studente non far sapere che la fisica è stupefacente...

Eccidio delle Fosse Ardeatine, il ricordo di Zagarolo

Marzo 23
14:18 2017

Il 24 Marzo 1944 è la data dell’eccidio delle Fosse Ardeatine. I 335 civili e militari italiani furono fucilati dai nazisti tedeschi come rappresaglia per l’attentato partigiano in Via Rasella, a Roma (23 Marzo 1944).

“La memoria di Zagarolo va oggi ad Antonio Fabrini, concittadino che ha pagato con la vita la brutale ritorsione nazista – spiega il Sindaco di Zagarolo, Lorenzo Piazzai. – La strada principale della nostra cittadina è dedicata a lui: alla sua famiglia va oggi il nostro cordoglio. Antonio Fabrini era un idraulico che fu arrestato il 14 Marzo. L’ordine di esecuzione di Kappler e Priebke riguardò in un primo momento trecentoventi persone (fino al 23 Marzo erano trentadue i soldati tedeschi che avevano perso la vita). Durante la notte successiva all’attacco di via Rasella, però, morì un altro soldato tedesco e fu deciso di uccidere altre dieci persone. Antonio Fabrini rientrò nell’elenco dei destinati alla fucilazione soltanto alla fine, quando furono aggiunte erroneamente altre cinque persone: un errore nel conteggio degli ufficiali tedeschi. Le “Fosse Ardeatine” sono uno dei simboli della Seconda Guerra Mondiale, una lezione da tramandare per non commettere più gli errori dell’intolleranza e la disuguaglianza”.

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento