Notizie in Controluce

Il tutto esaurito per il Centro di cultura “domus Danae”

 Ultime Notizie

Il tutto esaurito per il Centro di cultura “domus Danae”

26 Dicembre
19:53 2016

Il 20 dicembre si è tenuto ad Ardea un appuntamento culturale dal titolo “I tasti del cuore” in memoria di Gianni Nicosia, promosso e organizzato dal Centro di cultura “domus Danae” con il patrocinio del Comune di Ardea e del Conservatorio O. Respighi di Latina.
L’appuntamento ha segnato il tutto esaurito, con un grande successo di pubblico!
Occasione dell’evento un pianoforte a coda del 1918 donato al Centro di cultura e appositamente restaurato per l’occasione da Michele Rapone della “Bottega della Musica” di Aprilia. «Il donatore ci aveva chiesto di organizzare un concerto che avesse quel pianoforte come protagonista» spiega Dario Volante, il presidente del Centro di cultura “domus Danae“«e noi abbiamo risposto con un evento culturale ad ingresso libero di altissimo livello.»
La serata si è, infatti, aperta con la mostra “Segno-Suono-Luce” del celebre artista M° Francesco Guadagnuolo, un grande artista contemporaneo, conosciuto a livello internazionale, le cui opere si trovano in sedi di grande prestigio. Ad esempio l’opera per la quale è maggiormente conosciuto dal titolo “Il Debito Estero – verso una nuova solidarietà” è esposta permanentemente nel palazzo ECOSOC dell’ONU a New York.“Segno-Suono-Luce” è un’esposizione che coinvolge lo spartito musicale dei più celebri compositori nella scena internazionale. La mostra di Guadagnuolo vede opere pittoriche che mettono in dialogo arte e musica, rendendo una nuova linea dell’arte nei rapporti che intercorrono con il tempo musicale.
Continua Dario Volante: «La partecipazione di un artista del calibro del Maestro Guadagnuolo, oltre ad essere per noi un onore,dimostra l’altissimo livello artistico del nostro ultimo evento, perché Guadagnuolo è uno dei protagonisti dell’arte italiana dei giorni nostri».
A chiudere la serata l’emozionante concerto che ha ridato vita ad un antico pianoforte, inutilizzato da moltissimi anni. A far suonare quei tasti ai quali era dedicata la serata, Marco Barbaresi, giovane pianista uscito a pieni voti dal Conservatorio Ottorino Respighi di Latina e vincitore di numerosi premi e concorsi internazionali, tra cui il Premio Accademia 2013. Accanto a lui il sassofonista Stefano Nanni, anche lui uscito a pieni voti dal Conservatorio di Latina, nonché vincitore del premio Adolphe Sax di Parigi. I due si erano già esibiti insieme nel 2015 all’interno della rassegna “The best of” che raccoglie annualmente i migliori studenti dei conservatori italiani.
«Sono estremamente soddisfatto di questa rassegna I tasti del cuore», conclude Dario Volante. «La ripeteremo anche nei prossimi anni ogni 20 dicembre, per fare in modo che il dono di questo antico pianoforte possa essere un dono per tutti noi, per tutto il territorio. Un pianoforte che riprende a suonare davanti a tutti credo che sia come un cuore che riprende a battere».

Tags
Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento