Notizie in Controluce

“Fermi a Pavona”

 Ultime Notizie

“Fermi a Pavona”

31 Gennaio
23:00 2008

Le ormai secolari, e più, tratte ferroviarie dei Castelli possono e devono oggi evolversi a metropolitane a doppio binario, treni più piccoli (interventi sulla sede ferroviaria dunque più contenuti e meno invasivi) ma più veloci e confortevoli. Ma a “Roma” questo sembra che non voglia essere capito, o è snobbato. Roma così vicina, è proprio così “lontana” dai Castelli, dai problemi strutturali d’area sui trasporti pubblici sostenibili? Ricordiamo il progetto (anni ‘60), poi fatto abortire, di un’interessante metropolitana che avrebbe dovuto collegare Genzano a Centocelle con uno snodo a Osteria del Curato dove poi raggiungere con una linea interrata il centro di Roma. Quest’opera ha sì un notevole impatto visivo, ma ad oggi dovrebbe essere un prezzo da pagare per ripulire l’aria dallo smog e rendere più vivibile la regione attorno Roma. Roma e Castelli fatti purtroppo sviluppare sistematicamente in funzione di un’insostenibile mobilità via motorizzazione privata. L’urbanistica ci dice che la creazione, cura o la riqualificazione dei servizi, specie i preesistenti, in generale va a vantaggio di aree o bacini demografici più densi, particolarmente importanti sul piano economico, come il bacino della Nettunense, per esempio, o i Castelli in generale, che sfiorano oggi i 400.000 abitanti e sono il primo bacino pendolare nel Lazio da/per Roma. Ciò naturalmente dovrebbe (?!) tradursi in maggiori, migliori e tangibili investimenti, con la volontà e impegno politico, di natura economica e industriale certo, ma anche culturale. A “pesare” solo e soltanto nel Lazio e, soprattutto nella Provincia di Roma, sembra essere però ancora solo e soltanto l’Urbe, e con distinguo (forti) anche “all’interno del Raccordo Anulare”. Quanto e fino a quando “Roma” abuserà della pazienza dei castellani? Quanto i deputati e senatori dei Castelli stanno lavorando bene per questa fondamentale area del Lazio senza mirare soltanto al consenso nei propri collegi elettorali? (…o solo a quello dei loro propri maggiori finanziatori?) La fantomatica “città metropolitana” a Roma e hinterland funziona?

Articoli Simili