Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

Festival Biblico: la Bibbia in canoa

Festival Biblico: la Bibbia in canoa
Maggio 26
11:50 2014

festival biblico 2014Per l’edizione del decennale del Festival Biblico (la terza per Verona), la kermesse scaligera si declina nelle forme più creative e linguaggi più originali, rivelando tutto il fascino, ancora vivo, delle Scritture.

Così, dalle piazze e chiese cittadine in cui ha esordito, la narrazione biblica si sposta, ora, sul fiume Adige, con un evento pensato sia per giovani, che per adulti e famiglie, che caratterizzerà l’intera giornata di domani, dalle 9.00 alle 18.30: un itinerario in canoa, a tappe, con partenza da Corte Molon e arrivo a San Giorgio in Braida (sosta centrale al ponte di Castelvecchio), per riscoprire la città (e le Scritture), da un’altra prospettiva: quella del fiume.
“Come alberi piantati lungo corsi d’acqua” – questo il titolo dell’evento, tratto dal Salmo 1 – i novelli canoisti, adeguatamente equipaggiati e assicurati, si cimenteranno dunque nello sport fluviale, guidati dall’istruttore Federico Zardini e accompagnati da Emanuele Bortolazzi e Andrea Anselmi (sacerdoti), i quali durante le tre tappe del tragitto leggeranno alcuni brani evocativi dei fiumi biblici, che nella storia dei personaggi del Vecchio e del Nuovo Testamento hanno assunto una funzione taumaturgica e di purificazione (Naaman il Siro e il fiume Giordano; 2Re 5,4-19), ovvero di prova e lotta con Dio (Giacobbe presso il fiume Yabbok; Gen.32, 22-34), o salvifica-identitaria (Battesimo di Gesù presso il fiume Giordano; Mt 3,13-17).
Il percorso si articolerà in quattro turni da un paio di ore ciascuno (ore 9.00; ore 11.30; ore 14.00; ore 16.30). «Dalle acque dell’Adige potremo conoscere e far conoscere la nostra città da un altro punto di vista», spiega Bortolazzi, che aggiunge: «allo stesso modo in cui attorno ai fiumi si strutturano le comunità cittadine (in Italia come in terra Santa), attraverso l’acqua del Battesimo, ognuno di noi contribuisce a costruire la Chiesa intessendo relazioni umane. Con il Battesimo formiamo la nostra personalità e cresciamo rigogliosi proprio come gli alberi lungo i corsi d’acqua». Esperienza spirituale e al contempo umana, dunque, questa avventura in canoa, idealmente praticabile anche dalla pista ciclabile che costeggia l’Adige.
Ma anche le pietre hanno storie da raccontare. Nel sottosuolo, nelle sue mura, lungo le pareti affrescate delle sue chiese e nei suoi chiostri, Verona custodisce infatti le «Prime Pietre della Fede» cristiana, che qui è giunta e si è diffusa. Saranno proprio loro, domani, a guidare centinaia di pellegrini (molti provenienti da fuori porta) verso le sorgenti del Cristianesimo veronese, attraverso l’itinerario accompagnato per le chiese paleocristiane cittadine, intitolato “Nelle prime pietre le origini della fede a Verona”
«Le Prime Pietre della Fede sono incastonate con le pietre della città di Verona, che insieme a mattoni e costruzioni, disegnano un mosaico meraviglioso. Cripte, sacelli, mosaici, lapidi, affreschi, basiliche, monumenti e documenti, una tradizione testimoniata sotto il cielo e sotto terra, una tradizione talvolta sconosciuta, non del tutto decodificata», spiega il biblista Martino Signoretto, curatore dell’evento. Queste pietre permangono lì a testimoniare la fede del passato perché i cristiani delle origini sono per lo più «testimoni», in quanto martiri, e sono «pietre vive», come dice la Prima Lettera di Pietro, che costruiscono una comunità di uomini e donne temerari nell’amare troppo, temerari perché disposti a dare la vita per qualcuno, Gesù Cristo, che consideravano il tesoro prezioso della loro fede.
Due i percorsi suggeriti per la terza edizione del Festival Biblico (con partenza dall’Arsenale alle 9.00 per i gruppi della mattina; alle 14.30 per quelli del pomeriggio):
A. Itinerario fuori dalle mura: si tratta del complesso di chiese situate fuori dal centro storico, sull’antica via Postumia: San Procolo, San Zeno, sacello Sante Teuteria e Tosca, San Lorenzo
B. Itinerario aldilà dell’Adige: Santo Stefano, San Siro e Libera, San Giovanni in Valle, S. Nazaro e Celso, Santi Fermo e Rustico.
Le nove chiese saranno liberamente visitabili dalle 9.00 alle 18.30 anche individualmente e gratuitamente, salvo funzioni religiose in corso. In ognuna vi sarà un’animazione e sarà consegnata la mappa con il prospetto degli itinerari.
«Il cuore della “via della fede” è per molti aspetti Sant’Elena, in quanto situata nel complesso del Duomo, con tutti i tesori nascosti che ancora oggi possiamo contemplare e sui quali fare memoria della fede del passato, della predicazione del nostro patrono, San Zeno», chiosa Signoretto.
L’evento costituisce il punto di approdo di un più lungimirante progetto illustrato nel libro Prime Pietre della Fede, curato dall’Associazione Il Deserto Fiorirà (Verona) ed edito da Verona Fedele Editrice, che nei giorni della manifestazione sarà disponibile in ogni tappa del pellegrinaggio cittadino.
www.festivalbiblico.it

Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Dicembre: 2021
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

Alcuni libri delle “Edizioni Controluce”